• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Ascoltate questa e vediamo se possiamo dare una mano a questi, una ditta srl semplificata (piccolo commercio) viene istituita a nome di NAPOLEONE ( nome di fantasia ) e il Sig. Napoleone è anche l'amministratore unico ma non essendo in buona salute dopo 5 mesi lascia l'incarico a un'altro amministratore GARIBALDI (altro nome di fantasia) il quale conduce regolarmente l'attività ma l'altra settimana vede che il conto corrente della srls non è più operativo va in banca e il direttore gli dice che il conto è bloccato perché c'è un procedimento PENALE in corso e più di questo non gli è dovuto sapere, il sig Garibaldi preoccupato va dai Carabinieri per costituirsi visto che è un delinquente ma chiaramente si mettono a ridere, pertanto gli consigliano di andare in tribunale per fare delle indagini e fortunatamente incontra un conoscente che in anticipo gli fa delle indagini e gli dice che su di lui non c'è niente come anche sula srls ma il problema è del vecchio amministratore che non è in carica da un anno, questo in via ufficiosa perché per avere la certificazione negativa passerà tempo e nel frattempo il conto è bloccato pertanto le utenze i pagamenti delle RiBa ecc. non verranno pagate e dovrà dare spiegazioni a destra e a manca, come potrebbe velocizzare/abbreviare i tempi e come fare per far capire alla banca che lui e la srls non ha colpa? è devono sbloccargli il conto? chi chiamare? le forze armate la Nasa Trump detto il biondo :maligno:
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
EH! moralista se fossero i loro risparmi ok avrebbero aspettato ma il problema e che hanno le utenze collegate al conto con l'addebito automatico e se non paghi ti staccano la corrente e il telefono e per un esercizio significa chiudere
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
nel frattempo il conto è bloccato pertanto le utenze i pagamenti delle RiBa ecc. non verranno pagate e dovrà dare spiegazioni a destra e a manca, come potrebbe velocizzare/abbreviare i tempi e come fare per far capire alla banca che lui e la srls non ha colpa? è devono sbloccargli il conto? chi chiamare?
il problema e che hanno le utenze collegate al conto con l'addebito automatico e se non paghi ti staccano la corrente e il telefono e per un esercizio significa chiudere
Il nuovo amministratore apre un nuovo c/c e fa spostare su di questo tutti gli addebiti "a fascicolo".

Se gli manca anche questo minimo di capacità organizzativa è meglio che cambi mestiere.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Perché aprire un nuovo conto non basta comunicare il cambio dell' amministratore per distaccarsi da quello che era la persona del vecchio amministratore? nel senso se il nuovo controlla che tutti i pagamenti sono stati effettuati e la contabilità 730 dichiarazioni IVA ecc. è tutto in ordine, cosa può far decidere di cambiare il conto corrente?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Perché aprire un nuovo conto
Perchè il vecchio "inquisito" potrebbe avere usato il c/c societario per i propri intrallazzi... e non basta di certo la revisione delle operazioni da parte del nuovo per disporne.

Se fanno una rapina con la tua auto ...aspetti che finisca il procedimento prima di riaverla....forse.

Ps,
In questo caso le "banche" non hanno colpe...gli ordini arrivano da chi sta più alto.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Abbiamo anche controllato questo del resto è stato subito poco bene e tutte le operazioni sono state effettuate dalla segretaria che ancora lavora con la srls, ti dico questo solo per ipotizzare un qualcosa attualmente l'unica soluzione è che si devono rivolgere ad un avvocato ma con i tempi biblici hai hai hai ecco perchè chiedo qui una idea che possono perseguire in parallelo all'avvocato, servirebbe solo ad accelerare la cosa
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
infatti stesso ieri si sino rivolti a un avvocato il quale ha inviato tramite PEC un richiesta di spiegazioni alla banca visto che non risultano carichi pendenti ne sull'amministratore ne sulla società ma la banca ha la facoltà di rispondere ( per grazia ricevuta ) anche tra 40 gg. e nel frattempo arrivano le bollette sul conto che non verranno pagate arriveranno gli avvisi ecc. e va beh! ma le RiBa che figura di m.... che faranno con le aziende? ok le chiami e le paghi con un bonifico di un'altro conto che fiscalmente non si potrebbe fare e in più bloccare avvisare le ditte di non saldare le fatture perchè? perchè perchè che casotto, che vergogna le leggi Italiane del resto basta vedere cosa sta succedendo ai magistrati e compagni
Solo un Giudice può far togliere il "sequestro".
come fare questa azione? come suggerirla all'avvocato senza ferire il suo orgoglio?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
E tanto meglio se lo aprono su un'altro istituto.
Direi che è doveroso aprirlo su un altro istituto, se non altro perché normalmente banche e poste si tutelano: qualora un conto abbia capienza insufficiente per onorare un debito, possono rivalersi su altri conti con medesima intestazione o cointestazione.

Cambiando istituto si evita ciò.
 

moralista

Membro Senior
Professionista
Se non viene spiegato il motivo di questo congelamento di C.C. che le banche anno interesse ad avere sempre aperto, ogni risposte va approfondita per quanto intesa ma non capita
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Moralista il problema è proprio sapere che diavolo c'è sotto potrebbe essere anche uno sbaglio un omonimia la banca a cosa verrebbe meno se indicasse: sono i Carabinieri, il tribunale, la procura cosi si potrebbe approfondire ma facendo le ricerche in generale ed essendo tutto negativo che diavolo si può fare? aspettare che la banca risponda all'avvocato? aprire un'altro conto e se c'è un'omonimia non si rischia di avere anche l'altro conto bloccato?
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
c'è un'omonimia non si rischia di avere anche l'altro conto bloccato?
No perché nei casi di omocodia il codice fiscale viene comunque assegnato differente dall'Agenzia delle Entrate.

L'omocodia riguarda due o più persone nate lo stesso giorno dello stesso mese dello stesso anno, con stesso nome e stesso cognome: a queste persone viene forzato il carattere finale del codice fiscale, che normalmente è funzione dei caratteri precedenti, ma in questo caso viene forzato assegnandogli un valore differente proprio per distinguere le persone almeno dai codici fiscali.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
L'omocodia riguarda due o più persone nate lo stesso giorno dello stesso mese dello stesso anno, con stesso nome e stesso cognome
L'omocodia riguarda due o più persone che avrebbero lo stesso codice fiscale. Quindi devono avere necessariamente lo stesso sesso, la stessa data di nascita e lo stesso comune di nascita. Ma non anche lo stesso nome e stesso cognome.
a queste persone viene forzato il carattere finale del codice fiscale,
No. L'omocodia si risolve sostituendo con delle lettere una cifra o più cifre della sequenza, partendo dalla destra.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Vorrei risposte su usufrutto
Mi sono iscritta per aver aiuti su una situazione di minore disabile e immissioni di fumi
Alto