1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Rodolfo

    Rodolfo Nuovo Iscritto

    Chiedo cortesemente un parere ad un'utente a conoscenza dell'argomento :
    Stò valutando l'acquisto di un'appartamento situato all'ultimo piano di un condominio di svariate unità , la suddetta unità è sovrastata da un sottotetto al quale si accede dall'appartamento stesso attraverso una botola. Passo alla domanda :è sufficiente questo accesso esclusivo per darne la piena disponibilità , e ancora , si può ristrutturare e collegarlo all'appartamento stesso sottostante senza pregiudizio di terzi ?
    Ringraziamenti anticipati a chi vorrà rispondermi per fugare i miei dubbi .
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Quello che esponi è un indizio consistente di presunzione di proprietà. Naturalmente, ora che hai una prova schiacciante di presunzione di proprietà, devi solo indagare che non ci siano prove contro. A) verifica che nell'atto di provenienza non si parli di una servitù di passaggio a favore del condominio, per accedere al sottotetto. B) che il sottotetto non abbia un altro accesso da parti comuni. C)Controlla in catasto.
    Se queste prove sono superate, hai due strade davanti: A) se quello sopra di te è solo una intercapedine tra la tua unità e il coperto, diciamo una altezza compresa tra 0 e il metro, metro e mezzo, sicuramente puoi sfondare e dare aria e luce ai tuoi locali.
    B) se si tratta di altezze che permettono di ricavare vani dove in alcuni punti è possibile stare in piedi, si tratta di una vera e propria operazione di aumento di superficie. In tal caso, potresti incorrere nella necessità di ricontabilizzare i millesimi di competenza.
    Se ci chiarisci i termini, vediamo di dare una risposta anche a questo.
     
    A Marco Giovannelli e bolognaprogramme piace questo messaggio.
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Aggiungo a quanto giustamente ha detto Adriano, che il sottotetto, ove non sia citato in nessun documento è di proprietà dell'ultimo piano, a condizione quindi che nei rogiti di provenienza non si dica diversamente.Inoltre occorre che nessuno del condominio lo abbia mai utilizzato perchè questo dimostrerebbe la proprietà condominiale. Aspettiamo altri pareri.:D
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  4. Salvatore Schiavone

    Salvatore Schiavone Membro dello Staff

    Concordo pienamente con Adriano e con Ralf.
    Prima di firmare bisogna leggere il rogito di provenienza del venditore e fare una verifica al catasto. Occorrerebbe fare anche una verifica di persona nel sottotetto per appurare se vi trnsitano fili della luce e/o dell'antenna TV e/o tubi dell'acqua e/o del gas di altri appartamenti o del Condominio.
    Se non ci dovessero essere ostacoli all'acquisto, suggerirei di specificare, sia nel preliminare che nel successivo rogito, che il venditore, oltre a cedere e vendere il sottotetto, ne garantisce anche la proprietà esclusiva.
    Penso inoltre che il sottotetto dovrebbe già risultare al catasto come pertinenza dell'immobile principale, altrimenti occorrerà aggiornare il catasto prima di rogitare.
    Naturalmente, stiamo parlando del sottotetto e non del diritto di sopraelevare che è invece una'latra cosa.
     
  5. Rodolfo

    Rodolfo Nuovo Iscritto

    Un grazie sentito a tutti gli amici che hanno risposto in modo esauriente al mio quesito . Vi informerò sul divenire di questo progetto.
     
  6. Anna boschi

    Anna boschi Nuovo Iscritto

    Salve,
    sottopongo la mia situazione:
    sto acquistando un appartamento sito al 2 e ultimo piano di una bifamiliare.
    L'unico accesso al sottotetto e' una botola da cui si accede solo dall'appartamento al secondo piano ( quello che vorrei acquistare :)).
    Nel precedente rogito non si fa menzione del sottotetto ( mentre sono specificate la condivisione al 50% Del giardino ) .
    Ora vorrei sapere se io posso sfondare il sottotetto ( ed eventualmente fare un soppalco ) .
    Grazie in anticipo ,
    Anna
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Anche il tuo caso non sembrerebbe complicato. Dal II° piano, che intendi acquistare, si apre una botola per accedere alla soffitta.... A) soffitta solo della tua metà di bifamiliare? Se si sei tranquilla, è una tua estensione dell'appartamento, diverso sarebbe se la botola serve l'intera soffitta comune alle due parti di bifamiliare.
    Facci saprere le altezze minime e massime.
     
  8. Anna boschi

    Anna boschi Nuovo Iscritto

    Buon giorno Adriano,
    intanto grazie mille per la pronta risposta .
    L'immobile è costituito da soli due appartamenti : piano terra + primo piano ( quello che sto "forse"per acquistare ) che è esattamente "sopra " al piano terra per tutta l'estensione della pianta dell' immobile.
    Il sottotetto è quindi il soffitto , per intero , del "mio" appartamento .
    I soffitti dell'appartamento sono di 3 m .
    Il sottotetto ha una altezza massima di 1.65 m ( colmo ) arrivando ad un minimo di 0.50 m.
    Se io volessi ( solo nella parte centrale ) sfondare il sottotetto e invece che accedervi tramite botola creare una scala+soppalco , potrei senza chiedere il permesso a quelli dell'appartamento di sotto ?
    Le altezze per il soppalco sono giuste ?
    Grazie mille, anna
     
  9. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dunque, appurato che il sottotetto è di pertinenza solo dell'immobile del II° piano, oggetto dei tuoi desideri, non vedo, salvo essere volutamente gentili e cortesi, che tu debba chiedere autorizzazioni al piano terra. Detto ciò, le opere, hanno un rilievo tale da implicare una autorizzazione edile. Serve un tecnico. Posso solo darti una mia visione, se gradita, di come farei per quel poco che capisco dalla tua descrizione:
    A) Il solaio del II° piano è alto 3 metri, una altezza rilevante. Se la disposizione dei locali lo permette, abbasserei il soffiitto in corrispondenza di corridoi, vani tecnici, bagni, che non richiedono altezze minime, a favore di ricavare un soppalco con una altezza utile per deambulare, 2,2/2,4 m. La scala è un'opera che rientra nei tuoi diritti e cerca di localizzarla dove meno invade le opere sopra descritte. Le altezze, ogni Regione legifera a se, dovrebbero variare da una altezza minima di 1,4/1,5m a crescere, con una media di altezza locale di m. 2,2 sotto o sopra l'estradosso. Differente se il soppalcato resta aperto sui vani sottostanti, in tal caso le altezze contano meno. Il tecnico locale saprà consigliarti, anche per una apertura, eventuale, di "velux" che hai diritto di aprire anche senza il consenso del condomine, anche se è meglio impostare rapporti cordiali e corretti.
     
  10. Anna boschi

    Anna boschi Nuovo Iscritto

    Il geometra che abbiamo contattato , sta appurando se, non essenda fatta menzione nel precedente rogito, sia in effetti richiesta un autorizzazione a quelli del piano sottostante, e se ho capito bene tu mi stai dicendo che non dovrebbe esserlo ( devo verificare se passino o meno tubature etc di quelli del primo piano per esserne assolutamente certa ? )
    Inoltre forse mi sono espressa male, ma il soffitto del "nostro oggetto del desiderio" è di 3 mt,( attualmente chiuso , e con solo una botola che da' l'accesso alla soffitta /solaio ) , poi il solaio nel punto piu' alto è 1.65 a scendere fino a 0.50 ai lati.
    Quindi nel punto "centrale " della casa sfondando un soffitto avrei un altezza massima di 4.65 .
    Il soppalco noi lo vorremmo fare solo sulla parte centrale sfondando il soffitto dei bagni ( lasciandoli poi aperti a vista ) e facendo il soppalco sulla zona soggiorno ( qui aperto con ringhiere ) .
    Spero di essere stata chiara , e grazie ancora per l'aiuto .
     
  11. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Forse mi sono espresso malamente io:
    Se ci fossero tubature, scarichi, canne fumarie, non inficerebbe i termini di proprietà che si desume che la unica che può aver accesso sei tu dall'immobile del II° piano alto 3 m. Naturalmente dovrai rispettare le canne fumarie o le altre cose che riguardano il piano terra. La proposta era di abbassare il soffitto, se possibile, nella tua zona per avere un soppalco con una altezza utile su una superficie calpestabile maggiore. Ovviamente non mi è dato di sapere se sono solai in travature lignee o di calcestruzzo, o altro.
     
  12. Anna boschi

    Anna boschi Nuovo Iscritto

    Quindi ricapitolando, rispettando le eventuali canne fumarie del piano terra che passano per il sottotetto, io posso semplicemente richiedere la DIA per i lavori di ristrutturazione dell'appartamento includendo la realizzazione del soppalco, senza altre autorizzazioni da parte del proprietario dell'immobile sottostante.!!?? giusto !?

    A questo punto avendo un altezza massima di metri 4.65 al centro , posso realizzare il soppalco in quali dimensioni ?( nel senso io ho un area "disponibile " per il soppalco di 16 metri quadrati ( 4x4 ) , la cui altezza massima è 4.65 ( posso fare 2.40 sotto e 2.25 sopra nel punto più alto, fino ad un altezza minima per sopra con i lati del tetto spiovente di soli 1.10 ( fermo restando sotto l' altezza 2.40 ?

    ancora grazie, anna
     
  13. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    I° domanda: la risposta è SI! ma consiglio, sempre, di coinvolgere il condomino, mettendolo al corrente e conquistando il suo appoggio.
    II° domanda: Il soppalco è aperto o chiuso? Se è chiuso, salvo conoscere il quadro legislativo della tua Regione e Comune, direi che sei un po' insufficiente, perchè l'altezza media è scarsa. Quindi prendi in esame difare delle armadiature su misura sul lato con altezza minima, in modo che la superficie di calpestio, vada da una altezza minima richiesta, in genere 1,4/1,5 sino alla parte con massima altezza m.2,25, in genere misurati tra trave e trave, non sotto trave. Ma ogni regione dice la sua.
     
  14. Anna boschi

    Anna boschi Nuovo Iscritto

    non so ancora se sarà aperto o chiuso...ma credo almeno su due lati aperto ...
    Intanto grazie mille, anna
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina