1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. genni

    genni Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, vorrei porre questo quesito che riguarda mio suocero. Nel 2005 ha lasciato un appartamento in fitto facendo disdetta di tutti i contratti delle utenze. L'utenza del gas in particolare aveva preavvisato una visita per mettere i sigilli al contatore.La visita non e' mai arrivata. Dopo un anno quella casa e' stata affittata. Nel 2010 arriva a mio suocero nel suo nuovo domicilio una grossa bolletta del gas con gli arretrati di 5 anni di quell' appartamento.Fatte le dovute rimostranze al proprietario dell'immobile ci accorgiamo che il nuovo inquilino non aveva fatto la voltura e continuava ad usufruire del gas(no comment su questo signore).Finalmente il tizio fa la voltura ed in piu' diffidiamo la compagnia del gas a mandarci bollette di quel periodo inviando una scrittura firmata dal nuovo inquilino che era lui ad usufruire dell' abitazione dal 2006. Sembrava tutto risolto ora fine 2012 arriva quella vecchia bolletta del periodo 2005 2010 maggiorata.Inutile dire che l'inquilino di quell'appartamento e' stato piu' volte invitato a pagare la bolletta senza risposta.Oltre alle diffide dell' avvocato e il continuo invio di fax alla compagnia cosa si puo' fare? Scusatemi per la lunghezza del testo .
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    pagare e poi promuovere un'azione di risarcimento nei confronti dell'inquilino. D'altronde la società del gas fattura a chi è titolare dell'utenza e non ad altri.
     
  3. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,

    So per esperienza che inviare fax alle varie compagnie erogatrici di servizi, non serve a niente in quanto le prendono poco in considerazione.

    Il mio consiglio, se già non lo avete fatto è quello di andare di persona alla società del gas con tutti i documenti in mano e farvi ricalcolare la bolletta.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Condivido quanto sopra.
    Le società erogatrici del gas (non tutte, ma la maggior parte) fanno orecchi da mercante alle richieste dei clienti e anche rivolgendosi all'autorità garante aspettano sempre fino all'ultimo termine per porre rimedio ai loro errori, nonostante minacce, diffide ecc.
    Nel fatto in questione la disdetta era stata data, pertanto anche ammettendo che il sigillo non sia stato mai apposto (per colpa della società, non del cliente) l'erogatore non può pretendere di fatturare al cliente che ha receduto dal contratto i consumi avvenuti mesi dopo il recesso, al limite quelli di qualche giorno.
    Meglio andare di persona, con la prova del recesso dal contratto, e farsi stornare i consumi indebitamente fatturati parlando con un addetto e non scrivendo fax.
    Al limite, se non si ottiene quanto dovuto entro i termini previsti dal regolamento, scrivere al garante anche via mail.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina