1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. franco causio

    franco causio Membro Junior

    Buongiorno a tutti,

    nel mese di dicembre ho pagato con bonifico una ristrutturazione della mia casa per la detrazione al 50 %.
    Nella disposizione che ho dato alla mia banca, ho citato esattamente:
    BONIFICO AI SENSI DEL dpr 917/86 art. 16bis - ACQUISTO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE IN POMPA DI CALORE – DETRAZIONE 50% , Saldo Fattura n° 759 DEL 30/11/2012

    La banca ha sbagliato causale ed ha eseguito il bonifico citando la legge per il 55% del risp.energetico (l.296 del 2006).
    Ho fatto notare subito l'errore.
    Mi hanno rimandato la contabile con una correzione manuale della causale + timbro a fianco della banca e sigla illeggibile.
    Tra l'altro, a mano,hanno barrato la causale errata ed hanno scritto solo "RST ART16 T.U.I.R."
    L'impiegato mi ha assicurato, verbalmente, che la rettifica è stata pure fatta presso l'agenzia delle entrate.

    Ora , io non mi sento per niente tranquillo.

    Vi chiedo quindi cosa potrei o dovrei chiedere alla mia banca per documentare l'accaduto ed essere poi in grado di provare all'agenzia delle entrate l'accaduto.
    Tra l'altro, anche la correzione non è esatta, mi pare (art 16bis e non art 16...)

    grazie per l'aiuto
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nella causale dovevano essere indicati anche il codice fiscale del fornitore e quello del "pagatore". Sono stati indicati? Se no, il bonifico è da correggere, pena la decadenza dell'agevolazione....Saluti.
     
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    La detrazione potrebbe perdersi laddove, mancando uno dei requisiti richiesti, la banca del beneficiario non può adempiere all'obbligo di operare la ritenuta del 4%.
    Se proprio non ti senti tranquillo, secondo quanto stabilito dalla Risoluzione 55/E/2012 dell’Agenzia delle Entrate, hai facoltà di rifare il pagamento con un nuovo bonifico in cui ti accerterai dell'esatta indicazione dei dati richiesti nella causale; ovviamente dovrai farti restituire il primo pagamento dal fornitore.
     
  4. franco causio

    franco causio Membro Junior

    Quando ho dato alla banca la disposizione di bonifico, c'erano tutti gli estremi del caso, compresi i CF rispettivi.
    I CF ci sono.
    Quello che è stato corretto a mano dalla banca con loro timbro a fianco, è la legge di riferimento.
    In somma la causale è fatta così:

    NRG L.296 DEL 27/12/06 E SUCC MODIF - questa parte è barrata a mano e a fianco, a mano c'è:
    RST ART 16 BIS TUIR + timbro della banca e sigla

    poi di seguito c'è il numero e data della fattura, il mio CF e quello del beneficiario.

    La domanda è se per voi è sufficiente o devo chiedere, finchè la cosa è fresca, alla mia banca qualche altra documentazione /dichiarazione

    saluti
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    A mio giudizio, è più che sufficiente.

    Saluti
    dolly
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Accertati che la banca abbia operato al beneficiario la ritenuta di acconto del 4%, ex art. 25 del D.L. n. 78/2010.
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è un problema di Franco...
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' ovvio che non lo è, ma la ritenuta correttamente operata sarebbe una conferma che sono stati correttamente forniti i dati richiesti dall'art. 1, comma 3 del Decreto ministeriale n. 41/1998.
     
  9. franco causio

    franco causio Membro Junior

    ci avevo pensato.
    Ma come?
    In quale forma?
    Chiedo alla mia banca una attestazione ?
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Chiedi al beneficiario l'importo che ha ricevuto.
     
  11. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Mi spiace notare che le mie risposte sono state TOTALMENTE IGNORATE....:triste:
     
  12. franco causio

    franco causio Membro Junior

    scusa ma non le ho ignorate.
    Vorrei essere però sicuro.
    Infatti ho telefonato all' agenzia delle entrate esponendo il problema.
    Mi hanno detto di andare di persona all'agenzia delle entrate della mia città e chiedere (art.36ter) portando tutti i documenti.
    Ho appuntamento domani mattina.
    Vi terrò aggiornati

    grazie a tutti ancora;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina