1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Devo fare lavori di manutenzione straodinaria di un immobile non in condominio. Mi sorge un piccolo dubbio e vorrei il vostro parere. Per effettuare i bonifici mi servirò di un c/c online che prevede bonifici con questa causale. Il mio dubbio è questo: il c/c è intestato a me, mia moglie e mio figlio e l'immobile a cui si riferiscono le spese è intestato solo a me. La contabile dei bonifico (come per tutti i bonifici normali in passato fatti) indica il conto di addebito e la relativa intestazione a tre persone. Io penso che questo sia irrilevante ai fini dell'adempimento dell'obbligo di pagare con il bonifico perchè la legge non dice che il bonifico debba provenire da un c/c intestato esclusivamente al futuro beneficiario della detrazione e proprietario dell'immobile.
    Poichè però con il fisco si hanno sempre brutte sorprese vorrei il vostro parere.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti è irrilevante.
     
  3. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    L'importante è che a pagare sia il proprietario dell'immobile oggetto di manutenzione e che la manutenzione sia straordinaria e rientri tra quelle agevolabili.
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'importante è che la fattura sia intestata alla persona che intende usufruire delle agevolazioni fiscali e che nella causale del bonifico sia indicato come pagante il solo codice fiscale di chi appunto sfrutterà le agevolazioni fiscali (oltre alle altre indicazioni di legge obbligatorie - partita IVA della ditta, riferimento della fattura, rif. della legge)....Saluti.
     
  5. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Quindi qual è la sintassi della causale?
     
  6. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho guardato sul sito della banca (fineco) e la causale proposta per questo tipo di agevolazione è: ristrutturazioni edilizie art. 16bis dpr 917-1986. Ho provato a simulare un bonifico e nei dati aggiuntivi facoltativi sepa può essere inserito il nome dell'ordinante che apparirà come esclusivo soggetto che dispone il bonifico. Mi pare perfetto. Voi che ne dite?[DOUBLEPOST=1414053410,1414053338][/DOUBLEPOST]Ho guardato sul sito della banca (fineco) e la causale proposta per questo tipo di agevolazione è: ristrutturazioni edilizie art. 16bis dpr 917-1986. Ho provato a simulare un bonifico e nei dati aggiuntivi facoltativi sepa può essere inserito il nome dell'ordinante che apparirà come esclusivo soggetto che dispone il bonifico. Mi pare perfetto. Voi che ne dite?[DOUBLEPOST=1414053480][/DOUBLEPOST]mi dispiace, per errore ho inserito due volta la risposta.
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questa è solo una parte della causale, il resto l'ho citato nel post precedente......
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che se compili correttamente tutti i campi previsti, compresa la barratura in corrispondenza della riga contenente nome, cognome e codice fiscale del cointestatario del conto ordinante, titolare della detrazione, è perfetto.
     
  9. anma

    anma Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, anch'io ho Fineco e ho fatto più volte bonifici per ristrutturazione online usando la pagina apposita: si può inserire il nome di chi usufruirà dell'agevolazione indipendentemente dall' intestazione del conto. E' importante richiamare nella causale gli estremi della fattura. Buona giornata.
     
  10. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti. Ora sono tranquillo e li farò con Fineco.
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Tuttavia il contribuente, ossia colui che beneficia dell'agevolazione, dev'essere uno degli intestatari del conto.
     
  12. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si, il conto è intestato a me e mia moglie e mio figlio. I lavori sono relativi ad una casa di mia esclusiva proprietà e solo io potrò beneficiare della detrazione. Grazie r ciao
     
  13. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Perché l'hai deciso tu, infatti anche tua moglie poteva beneficiare dell'agevolazione.
     
  14. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non l'ho deciso io. Pensavo che il beneficio spettasse a chi ha la proprietà dell'immobile. Tieni presente che in quella casa non abitiamo e si trova in un'altra regione. Era una casa dei miei genitori. Penso che mia moglie non avendo alcun legame con l'immobile (tipo comproprietà, locazione, o altro) non possa utilizzare la detrazione. In ogni caso il beneficio sarebbe sempre lo stesso ed anche la sua durata nel tempo (dieci rate annuali). Nel quesito non avevo detto queste informazioni.
     
  15. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Dice la guida:
    "
    Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati
    bonifici e fatture.

    "
     
  16. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Hai ragione. Comunque dividere tra me e mia moglie la detrazione non comporterebbe alcun risparmio d'imposta. Grazie per la risposta e per l'attenzione che mi hai dedicato.
     
  17. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Un coniuge potrebbe avere sempre (per 10 anni) o talvolta un'imposta lorda L inferiore alla rata in detrazione RD. In tal caso il coniuge perderebbe la somma RD - L.
     
  18. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si, se uno dei due ha (o potrebbe avere in futuro) un'irperf con imposta inferiore all'entità della detrazione è senz'altro da optare per dividere il beneficio. Nel mio caso io e mia moglie, individualmente, possiamo beneficiare dell'intera detrazione, vista l'entità dell'IRPEF trattenuta alla fonte e quella versata in sede di unico da ciascuno di noi due. Comunque è, in generale, sicuramente una valutazione da fare prima di effettuare la scelta. Per pensarle proprio tutte penso che, in caso di morte in decorrenza dell'utilizzo del beneficio, lo stesso si trasferisce agli eredi per la parte residua. E' corretto?
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all’erede che conserva la detenzione materiale e diretta dell’immobile.
     
  20. estate

    estate Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho guardato il fascicolo predisposto dall'agrenzia delle entrate, avrei potuto farlo prima! Ma è anche simpatico trovare persone attente e disponibili come te.
    Il trasferimento per causa di morte presuppone che l'erede abbia la "detenzione materiale e diretta dell’immobile". Sono parole non molto comprensibili. L'erede ha la proprietà dell'immobile e, di conseguenza, ne ha il possesso e la detenzione materiale e diretta dell'immobile. Le parole del fascicolo sembrano adombrare che se l'erede in quanto proprietario e possessore dell'immobile lo affitta, trasferendo la detenzione all'inquilino, perderebbe la detrazione. Te lo chiedo perchè mi sembra una cosa incongrua introdurre il concetto di "detenzione diretta" e condizionare a questa l'utilizzo del beneficio residuo. O c'è qualcosa che mi sfugge?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina