1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. elisir1978

    elisir1978 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,
    sono in procinto di effettuare ristrutturazione totale ad un immobile che non è dotato di impianto di riscaldamento, in sintesi:
    alcune demolizioni muri, chiusura finestra e porta ecc
    cappotto
    serramenti e infissi, portoni ingresso, grate alle finestre
    installazione riscaldamento pavimento con caldaia a condensazione
    impianto elettrico
    pavimenti nuovi.
    La mia domanda: è possibile installare l'impianto di riscaldamento e poi chiedere il bonus energetico per i serramenti, il cappotto?
    Se non è possibile potrei farli risultare nel bonus ristrutturazione?
    Tutto il resto che ho elencato rientra nell'agevolazione al 50%.
    Grazie in anticipo.
    Saluti.
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Vista la poca differenza di agevolazione tra il risparmio energetico (55%) e le agevolazioni per le ristrutturazioni (attualmente 50% fino a fine giugno 3013), ti conviene far rientrare tutto in queste ultime.
    Hai meno pratiche da fare e non hai bisogno di invii telematici all'Enea con la necessità di far compilare schede ad appositi tecnici.
    Sempre fino al 30/06/2013 il limite di spesa per l'agevolazione 50% è 96000 euro e quindi riesci a far rientrare parecchi interventi. Saluti.
     
  3. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla risposta di essezeta aggiungerei che per godere della agevolazione sulle ristrutturazioni bisogna far rientrare i lavori come manutenzione straordinaria, che comporta sia presentata normalmente una dia.

    Il DL n. 40 25/03/2010 ha esteso alcuni interventi (tipo quelli da te descritti) di manutenzione straordinaria tra quelli definiti attività edilizia libera, purchè venga fatta una comunicazione di inizio lavori asseverata da un tecnico. E' cosa semplice ma necessaria per poter applicare le detrazioni e ottenere la fatturazione al 10%.
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quando elisir ha parlato di ristrutturazione ho dato per scontato che avesse in mano una Dia o Scia che abilitasse in tal senso.
    Ovvio che se non si ha in mano una abilitazione comunale predisposta per una manutenzione straordinaria o ristrutturazione, il discorso cambia.
    Probabilmente i lavori elencati rientreranno in un manutenzione straordinaria in quanto per ristrutturazione si intende un intervento (molto più impegnativo di una manutenzione straordinaria) rivolto a trasformare un fabbricato mediante un insieme di opere che possono portare ad un fabbricato del tutto o in parte diverso dal precedente.
    Purtroppo il termine "ristrutturazione" è spesso abusato ed utilizzato anche per lavori di manutenzione ordinaria. Saluti.
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo con essezeta, ed apprezzo il suo stile, che chiarisce i limiti delle sue risposte.

    Solitamente faccio anch'io altrettanto. Nel caso particolare, pur con le possibili incertezze dovute alla nostra cavillosità ed alle casistiche che può presentare una norma tanto incerta, nella fattispecie sono sicuro di quanto ho ricordato, perchè sto effettuando interventi simili.

    A dire il vero se si legge il DPR 380/2001 art. 3 con le successive modifiche ed integrazioni, ed i seguenti, si capisce abbastanza bene, pur non essendo addetti ai lavori, fino a quando si parla di edilizia libera e quando invece occorre un titolo urbanistico.

    Per la detraibilità occorre come minimo una Comunicazione Inizio Lavori asseverata (trattasi d intervento di manutenzione straordinaria concesso liberamente): poichè parla di chiusura finestra e porta, con installazione di inferriata, l'intervento riguarda la facciata: potrebbe non bastare la CIL e vogliano una DIA o equivalente.
     
  6. elisir1978

    elisir1978 Nuovo Iscritto

    Ringrazio Essezeta e Basty per le risposte.
    Si ho aperto una Dia, quindi tutti i lavori che effettuo li faccio rientrare nell'agevolazione ristrutturazione al 50%?
    Operativamente effettuo il pagamento con bonifico bancario e trattengo tutte le fatture. Poi il prossimo anno con la dichiarazione dei redditi fanno i calcoli e mi restituiscono il 50% in 10 anni. Funziona cosi?
    Inoltre mi potete spiegare il discorso dell'IVA al 10%. Chi mi farà i lavori mi assoggetterà l'IVA in automatico a questa aliquota?
    Inoltre, approfitto del forum, sapete se ci sono delle agevolazioni per l'acciamento del gas metano?
    Grazie.
    Cordialmente.
     
  7. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si: con la DIA certamente puoi detrarre tutti i lavori indicati, compreso il costo dei tecnici. Ma fino al raggiungimento del massimale: oggi è di 96.000€ fino a giugno 2013 circa, la data precisa non la ricordo, guarda la guida sul sito AdE. Poi tornerà ad essere di 48.000 €.

    Anche la detrazione, oggi del 50%, ritornerà al 36%: per i calcoli, vale la data dei pagamenti, che devono essere effettuati non con bonifico ordinario, ma con quelli specificanti la causale ristrutturazione ed i beneficiari delle detrazioni.

    Per la dichiarazione dei redditi, sei tu che farai i calcoli, (o il tuo caf) a fronte delle fatture, dei bonifici, e dell'indicazione dei dati catastali dell'immobile interessato: cioè inserirai un decimo della spesa ogni anno, fino al decimo, in un campo detrazioni, ecc.

    Per l'IVA al 10% dovrai fare una autocertificazione , ed allegare copia della DIA.

    Ti ricordo che se hai una regolare DIA, puoi acquistare direttamente i beni finiti (caldaia, serramenti infissi e portoncini,) presso un rivenditore, al 10%: senza titolo urbanistico, solo l'impresa potrà fatturare complessivamente il lavoro al 10%. E' un pò complicato, ma abbastanza chiaro a pag. 16 e 17 della guida
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...&CACHEID=b817df80426dc23e98b59bc065cef0e8
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina