• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Salve!

Vi espongo il mio caso a proposito della ristrutturazione che andremo a fare con mia moglie.

L'immobile e' di proprieta' di mia suocera in pensione.

Noi abitiamo al piano terra e mia suocera al primo piano dello stesso immobile.

Unica unita' abitativa.

Mia moglie e' Libera Professionista in regime forfettario, io dip. a tempo indeterminato.

Dobbiamo fare lavori di ristrutturazione al piano terra per allargarci.

L'idea sarebbe questa:

1) ristrutturazione

- Mia suocera mi fa comodato d'uso gratuito con contratto registrato.
- Mia moglie prende mutuo ristrutturazione
- Io mi faccio intestare fatture dei lavori e le pago ricevendo la detrazione per ristrutturazione
- Dal prox anno, ricevo il rimborso IRPEF

2) prima casa

- Successivamente, acqisterei CON MUTUO A ME INTESTATO ( motivo per cui non mi intesto mutuo ristrutturazione ) una casa da intestare a me come prima casa e quindi dove prenderei residenza per avere privilegi prima casa ( ragione per cui non prendere la residenza nella casa da ristrutturare )

Possiamo procedere con la ristrutturazione come descritto sopra al punto 1?

Grazie!!!
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
1) ristrutturazione
- Mia suocera mi fa comodato d'uso gratuito con contratto registrato.
- Mia moglie prende mutuo ristrutturazione
Anche tua moglie può godere della detrazione IRPEF sulle spese di ristrutturazione, se i lavori saranno a suo carico, se è capiente, senza necessità di un comodato registrato.
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Lei e' Libero Professionista in Regime Forfettario ( ex regime dei minimi per intendersi ): puo' godere della detrazione IRPEF se non ha l'IRPEF? O la tassazione del Foprfettario e' equiparata all'IRPEF?
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Eh infatti, lei non lo ha avendo la tassazione forfettaria, quindi da li nasce la mia domanda inziale ;)
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma puoi godere della detrazione senza un comodato registrato. Sei un affine (di primo grado), e quindi un familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento.
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ok, ma se non ho la residenza perche' la predo nella nuova casa con Mutuo Prima Casa, posso comunque godere delle detrazioni essendo affine di primo grado e avendo preso il mutuo ristrutturazione mia moglie?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
ma se non ho la residenza perche' la predo nella nuova casa con Mutuo Prima Casa, posso comunque godere delle detrazioni
Non è richiesto che l’immobile oggetto dell’intervento sia adibito a tua abitazione principale. È necessario che i lavori siano effettuati su uno degli immobili in cui di fatto si esplica la convivenza.
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
OK, grazie, quindi la residenza non e' essenziale, perfetto!

Per il mutuo, va bene se lo prende mia moglie e poi io mi faccio intestare le fatture e le pago?

Dovro' avere contratto comodato ( + ok a fare i lavori da mia suocera ) se non ho la residenza li?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Non è richiesto che l’immobile oggetto dell’intervento sia adibito a tua abitazione principale. È necessario che i lavori siano effettuati su uno degli immobili in cui di fatto si esplica la convivenza.
Non vorrei essermi perso nella descrizione iniziale...ma come può convivere in un immobile e avere residenza per agevolazioni prima casa in un secondo e diverso immobile?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Per il mutuo, va bene se lo prende mia moglie e poi io mi faccio intestare le fatture e le pago?

Dovro' avere contratto comodato ( + ok a fare i lavori da mia suocera ) se non ho la residenza li?
I rischi di qualche contestazione ci sono sempre.
Meglio produrre il Contratto di Comodato e porre comunque residenza finché non sarai proprietario della nuova casa.
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Il comodato dovrebbe gia' bastare, quindi la residenza non ci vuole, basta uno dei due, credo.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Credi...o chiedi?

Poi non capisco a che titolo tu abiti in una casa senza averci residenza visto che dichiari di essere sposato con la figlia della proprietaria.
Cosa risulta come "residenza" nei tuoi documenti di identità?
Se hai già residenza (come lecito supporre) nello stesso indirizzo di tua moglie allora non ti serve contratto di comodato.
 

AndreaFi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Credo e Chiedo, ma la mia domanda riguarda la ristrutturazione per i motivi elencati, la questione della residenza e' gia' chiarita come detto da Nemesis "La convivenza non dev'essere intesa come "dimora abituale" (e quindi, come "residenza").
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Nemesis (presumo) riferiva ad una abitazione non necessariamente "di residenza" (es. seconda casa)...ma se tu già hai residenza assieme a moglie e suocera non serve alcun contratto di comodato.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
.ma se tu già hai residenza assieme a moglie e suocera
Presumo che effettivamente sia così: ha la residenza, cioè la dimora abituale nell'appartamento della suocera. Ma, come tanti altri, per ragioni di convenienza (vera o presunta), non ha reso la prescritta dichiarazione all'ufficiale di anagrafe per ottenere la corrispondente iscrizione anagrafica.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,non ricevo piu' le vostre mail . Come mai? Non so quale sia il posto adatto per la segnalazione. Saluti
Come faccio a leggere una risposta al quesito sottoposto
Alto