1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se si investivano € 100.000,00, 15 anni or sono si avrebbe avuto il seguente risultato:

    CASA A MILANO € 183.630,00
    CASA A ROMA € 228.313,00
    MEDIA GRANDI CITTA' ITALIANE € 179.110,00
    TITOLI DI STATO € 153.964
    BORSA 163.234,00
     
    A fiorello64 piace questo elemento.
  2. sellero

    sellero Nuovo Iscritto

  3. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Bene. E se si investissero 100 mila euro oggi? Fermo restando che nessuno ha la sfera di cristallo, secondo voi, le proporzioni resterebbero le stesse? Andrebbe meglio il mattone o la borsa (considerando che gli analisti dicono che siamo tornati ai minimi storici)? Trattasi di un gioco, ma poi non più di tanto, visto che chi ha qualche soldino, oggi, deve fare proprio questa valutazione.

    In pratica, e concludo, i dati storici sono attendibili per investire nello stesso modo degli ultimi 10-20-30 anni?
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La tua domanda è perfetta: Sono curioso di sapere come il forum risponda.
    Però ti faccio una domanda, tu te la sentiresti di investire centomila euro in borsa oggi?
    Se l'€ fallisce, se i bancari crolleranno sotto il fallimento dei bilanci bancari, se tutto quello che ci trasmettono per spaventarci, di certo non andrà bene per nessun settore, ma il mattone lo tocco e lo controllo personalmente.
     
    A mino1949 e piace questo messaggio.
  5. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    EhEh, mi rigiri la domanda? :)

    Sulla borsa, in particolare quella italiana, certamente non investo. E' tutto taroccato. Non lo dico io, ma i fatti: le vicende giudiziarie a partire da Fiorani a finire al recente caso Penati dovrebbero essere sufficienti. Senza contare le IPO che il giorno dopo valgano la metà. Quindi qui sfondi una porta aperta.

    Ma il mattone? Sei certo che i tuoi 100 mila euro renderanno? Anzi, sei certo che non perderanno?
     
  6. Franchino

    Franchino Membro Junior

    E' verissimo che il mattone lo tocchi e lo controlli. Le cose da tener presente sono altre. Infatti, chi garantisce che la rendita catastale rimane invariata? Chi ti dice che l'aliquota ICI non salirà? Che il mattone non subirà altre tasse e balzelli vari, ache perchè è la cosa più facile da tassare. Che ci sarà richiesta per l'affitto, considerato che non si parla per la casa di abitazione propria? Se si tratta di questa non credo valga la pena di valutare la convenienza del mattone, perchè ti serve e la sfrutti. Alla luce di tanto, anche in considerazione di altri tipi d'investimento, di gran lunga superiori (oro più di tutto), ci vorrebbe una sfera non di cristallo, ma di diamante per indovinare dove collocare i propri risparmi guadagnando di più (a volte, ahimè, si riesce anche a perdere!). Per concludere: ci vuole un fondoschiena d'attrice!
     
  7. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Gli affitti? Sarà, ma io sento in giro di una marea di gente che non sta pagando l'affitto. Mala tempora currunt. Ma in questo campo gli esperti siete voi, quindi mi fido...
     
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sono 50 anni che sento parlare di aumento di tasse, di rendite catastali, di patrimoniali! Effettivamente ci sono state le patrimoniali, l'ICI non esisteva, le rendite sono state rivalutate, ma il mattone è andato avanti. Nulla di fantasmagorico, ma anche se investivi 100 € nell'oro 10 anni fa ora avevi 180 €. Poi oro o franchi svizzeri, ora è tardi per investire.
    Certo, se viene la miseria generalizzata, le case non le affitteremo, e i negozi chiuderanno.
    Io sono 5 giorni che viaggio da una città all'altra d'Italia, c'è un traffico pazzesco, camion che trasportano merci di continuo, negozi in apertura, solo a Forte dei Marmi ha aperto Prada, un palazzo intero, Cuccinelli, ecc.ecc. Forse la ricchezza c'è ancora, spaventata, stremita, ma se avessimo una capacità di sollecitare l'orgoglio nazionale, forse faremmo anche ripresa economica e .....pagheremmo i debiti nazionali!

    N.B. Mi sta bene che la classe politica abbia molta paura di sti tempi, vanno fatte ancora leggi di abattimento spese, di lotta all'evasione, e di incentivi alla ripresa, poi potrà scoppiare la vera ripresa.
     
    A mino1949 piace questo elemento.
  9. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Credo che l' obiettivo sia principalmente di difendere....
    La memoria famigliare mi ha insegnato poi che purtroppo a volte ci sono state le guerre, con risarcimento dei danni di guerra limitatissimi, che nelle guerre non si possono mangiare i mattoni, che poi ci sono stati gli affitti "bloccati" seguiti dall' equo canone...ecc.
    Una vecchia regola prevedeva un 30% in immobili, un 30% in azioni, un 30% in obbligazioni ed un 10% in oro o miniere aurifere.
    Con gli Etf oggi è relativamente semplice il diversificare, in valute, settori merceologici e aree geografiche.
    :daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli e pio47777 piace questo messaggio.
  10. lordh

    lordh Nuovo Iscritto

    La discussione è interessante, io sinceramente ho sempre diffidato della borsa e di quello che ai miei livelli intendo un mero "giocare in borsa". Credo che il mattone sia ancora un buon investimento almeno perché in linea di massima dovremmo essere sempre di più (crescita della popolazione mondiale) e lo spazio sempre di meno (almeno nelle zone urbanizzate). D'altro canto come dicevano alcuni la "casa" è il bene più facile da tassare e (dei tre) il meno tutelato (se affitto e l'inquilino non paga posso anche perdere le speranze). Alla fine però ritengo che se si ha un capitale ridotto investire nel mattone sarebbe la scelta migliore, in alternativa con un capitale "considerevole" forse una affacciata in borsa la farei.
    Sul versante immobiliare oggi come oggi io fuggirei (se potessi) dall'Italia, un paese dove sei tartassato, considerato come un privilegiato da abbattere a suon di balzelli (non che chi abbia un patrimonio immobiliare considerevole sia un poverello ma i ricchi sono altri) quasi demonizzando la ricchezza (almeno quella ben visibile come le case). Ancora credo che l'importante sia scegliere l'immobile da acquistare, ne troppo importante (concentro troppe risorse e troppi rischi) ne in zone troppo povere (ne prendo di più ma poi ho a che fare con inquilini che non hanno nulla da perdere).
    Alla fine resto un mattonaro!!
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  11. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    I ricchi sono sempre altri, ci mancherebbe :D
     
    A mitti piace questo elemento.
  12. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Lo sapete qual'è la più grossa lacuna delle imprese italiane? essere sotto patrimonializzate.
    Chi ha casa ha patrimonio, condizione che non dovrebbe essere vista come negativa, avere immobili vuol dire aver guadagnato soldi, aver pagato le tasse e con la parte restante aver investito in patrimonio che ha peraltro pagato le tasse sia quando ci è stato intestato e sia quando annualmente rientra nelle varie forme di tassazione.
    A) Aver immobili, vuol dire avere spese correnti, quindi dar da lavorare e contribuire al decoro delle nostre città
    B) Aver immobili, vuol dire offrire una abitazione a chi non la possiede e di sicuro lo Stato non gliela fornisce
    C) Aver immobili vuol dire permettere ad una attività commerciale, produttiva, professionale, di poter iniziare la sua vita senza investire, inizialmente, anche in acquisto di un immobile
    D) Avere immobili contribuisce alla patrimonializzazione del Paese Italia
    In tutto ciò non vedo nulla di sgradevole e se uno è considerato ricco solo perchè possiede immobili, lo trovo riduttivo, ricco sarà chi ottiene redditi ricchi da immobili, ma quel bravo proprietario di immobili, pagherà tasse proporzionate ai redditi da locazione che ricaverà!
    Ho ragione o no?
     
    A SteCa piace questo elemento.
  13. Franchino

    Franchino Membro Junior

    se percepisce un reddito alto, pagherà un'aliquota alta. Non va dimenticato che per percepire affitti importanti, bisogna aver investito cifre importanti! Vuol dire che quel bavo propriaetari era ricco prima dell'acquisto. E lo sarà sempre di più!
     
  14. lordh

    lordh Nuovo Iscritto

    Il mio intervento vorrebbe evidenziare come sia anacronistico, in un mondo pieno di ricchezze in paradisi fiscali e di finti poveri che vanno in Ferrari e hanno barche, affermare che un normale cittadino che ha lavorato sodo nella sua vita (pagando tasse) e che ha investito quel che gli è rimasto in una casa (altro bene stratassato) sia il ricco da spolpare con patrimoniali e balzelli. Non siamo più nell'epoca dei latifondi, le ricchezze vere sono altre.
     
  15. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista


    Sfondiamo porte aperte, ma solo per noi che stiamo al di qua della barricata...
    Ai politici che gliene frega se noi moriamo di fame ?
    Quindi, dài alla casa, che tanto quella c'è ed è tangibile...

    Detto questo, se io avessi soldi, investirei sicuramente in immobili, anche fuori Italia, dove magari gli inquilini pagano ancora l'affitto...

    Silvana
     
    A Adriano Giacomelli e salvo cervino piace questo messaggio.
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Certamente, la ricchezza c'è ancora, ma in mano al 10% che ha in mano il 48% di quella nazionale e loro non sono affatto spaventati, stremati dalla crisi in corso; anzi più si và avanti e più diventeranno ricchi e non hanno problemi ad entrare nei negozi che hai citato.
    Rimane il il 62% della ricchezza in mano al ceto medio, stipendiati alti, autonomi, liberi professionisti e infine i nullatenenti, ovverossia i poveri, con uno stipendio fisso, pensionati che non arrivano al...15° giorno del mese. Come si fà in questa situazione a sollecitare l'orgoglio nazionale? Mi sa che è un pò difficile.
    sono d'accordissimo sulle leggi di abbattimento spese, sulla lotta agli evasori: una bella patrimoniale su sti belli evasori che possiedono beni di lusso già previsti dal redditometro!. E una bella "Buffet Rule". E così soppia la vera ripresa.

    Se avessi 100.000 euro da investire subito, li terrei sotto... il materasso.
    BtP, mmm... con questo maledetto Spread.
    Mattoni, mmm... con questa maledetta altalena.
    Borsa, mmm...con tanti portaborse che ci sono in giro.
    Sì premo il bottone per...il materasso:^^:
    Ti saluto Adriano sto rendendomi conto, anche se mi sono iscritto a questo forum da poco, che sei Grande!!!
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  17. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Caro amico Lordh, io ho commentato quanto tu hai scritto, evidenziandolo anche in neretto, ossia "patrimonio immobiliare considerevole". Figuriamoci se sono a favore di massacrare chi possiede una o due case.
    Io non ho nulla contro la ricchezza, purché sia stata costruita onestamente. Ma se uno ha, come tu hai scritto, un "patrimonio immobiliare considerevole" non si può che definire ricco, oggettivamente.

    Poi c'è un altro aspetto. Tra i vari commenti sta passando il fatto che la patrimoniale, oggi voluta addirittura dai Della Valle, i Montezemolo, i Profumo, ecc. (gente che non "puzza di fame"), sia una doppia tassazione che andrebbe a colpire per la seconda volta chi le tasse le ha già pagate.
    Bene, in molti casi questo è vero, ma in molti altri assolutamente no. Basta leggere il seguente articolo:

    La Finanza chiede le tasse pure alle escort

    per capire che in questo paese c'è gente che addirittura non dichiara nulla ed ha alle spalle un patrimonio considerevole. Sia chiaro che non sono solo le escort a fare tutto ciò. A fronte di meno di 800 (leggasi ottocento) persone che in Italia dichiarano redditi superiori al milione di euro, ogni anno si vendono beni di lusso (macchine, barche, preziosi, ecc.) per svariati miliardi di euro ad una popolazione ben superiore al numero indicato. Del resto non sono mie elucubrazioni: la Banca d'Italia stima un'evasione fiscale intorno ai 120 miliardi di euro. Molti istituti dicono che siano dati sottostimati, per cui l'evasione potrebbe essere anche più del doppio; sinceramente non si fa fatica a pensare che sia assolutamente vero, basta essere un po' in giro per capirlo, soprattutto in certi settori, che il nero la fa da padrone.

    Sottolineo ancora una volta che la mia non è un'equazione patrimonio immobiliare = evasore. Assolutamente no. Dico solo, a difesa degli onesti, e qui sul forum mi aspetto la solidarietà di tutti, che non è più possibile tassare solo i redditi. E' necessario introdurre, come in altri paesi occidentali, USA e Francia in testa, una tassa che possa mettere allo scoperto soprattutto quelli che risultano a reddito zero e con Ferrari e case a go-go. Tutti ereditieri? Che lo dimostrino.

    Se qualcuno pensa che questi siano discorsi da "comunista" perde il suo tempo. Non so nemmeno cosa voglia dire "comunismo". Se vogliamo discuterne nel merito benissimo, altrimenti la discussione è solo sterile.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  18. orlandoagatino

    orlandoagatino Nuovo Iscritto

    Si, io condivido in pieno il tuo pensiero. Ma tuttavia ritengo che i titoli di stato, a breve scadenza (dai 3 ai 5 anni), nonostante tutto, diano sufficienti garanzie. Mi piacerebbe conoscere il tuo punto di vista, che sin da adesso sono sicuro di apprezzare. Grazie. Un saluto.
     
  19. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Codice:
    È evidente che l'operazione condotta nel Vicentino ha interessato immediatamente il ministero dell'Economia, perchè consentirebbe - se portata a conclusione - di garantire lauti incassi. Senza contare le cifre che potrebbero essere recuperate con le sanzioni per le violazioni della normativa antiriciclaggio, che sistematicamente non viene rispettata. Toccherà alle escort ora spiegare dove e come hanno incassato quei quattrini.




    Certo che ci voleva l'inchiesta di Vicenza perchè il Ministero scoprisse una lauta fascia in cui andare a pescare soldi.... !!!!:shock::shock::shock:

    Un colpo di genio, praticamente !

    Se il Ministero chiedesse a me, gli darei io quattro o cinque dritte...
     
  20. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Ci vorrebbe una sfera di cristallo, come detto anche da altri. Io, comunque, non sono così fiducioso...
    Io preferisco puntare sul desueto e classico "lavoro", per quanto mi riguarda, da (piccolo) imprenditore. Investo nelle mie attività. Di me posso fidarmi, posso sbagliare, ma in buona fede (almeno verso me stesso :D) della finanza classica o "creativa", non so.

    Aggiunto dopo 1 ....

    PS: conosco molto bene diversi prodotti finanziari, tipo i derivati (stock option), ed in passato li ho anche usati. Ma ora... non mi fido più tanto... meglio la concretezza. Ovviamente è solo la mia umile opinione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina