1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. deto85

    deto85 Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti, la Nonna di mia moglie, deceduta ha lasciato in eredità dei Buoni Postali Frutt. PFR (non inseriti nella successione) intestati a Lei deceduta alla figlia e alla nipote. Qualcuno mi sà dire come si calcola la QUOTA DI POSSESSO. Grazie
     
  2. istrice

    istrice Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Immaginando un ottimo rapporto madre figlia credo sia corretto un 85%pro figlia e restante alla nipote . Ma tutto va valutato secondo i rapporti in vita .
     
    A deto85 piace questo elemento.
  3. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un terzo é già della figlia e un terzo della nipote (visto che sono cointestati), il terzo della defunta, che cade in successione, in assenza di altri eredi e in presenza di successione legittima, spetta alla figlia; quindi un terzo alla nipote e due terzi alla figlia.
     
    A deto85 e istrice piace questo messaggio.
  4. deto85

    deto85 Nuovo Iscritto

  5. gianpa43

    gianpa43 Nuovo Iscritto

    Ciao se posso aiutarti ci sono passato anch'io i suddetti buoni vanno divisi per 1/3 di ogni coointestato essendo la madre morta và alla figlia 2/3.Se vuoi sapere il valore dei buoni in € vai alle poste che te lo diranno.Spero di esserti stato d'aiuto saluti
     
  6. avvocatesse

    avvocatesse Nuovo Iscritto

    Per esperienza personale sono un avvocato che sta seguendo da qualche tempo la problematica dei buoni postali cointestati, dotati della clausola di pari facoltà di rimborso (p.f.r.), nel caso di decesso di uno degli intestatari, ti posso garantire che tua moglie (se cointestataria) ha diritto di riscuotere l'intera somma portata dal buono. Questo principio, sebbene nopn accettato da poste italiane, è cristallizzato in alcune sentenze. Se vuoi saperne di più, cerca su youtube i miei due video dal titolo "rimborso dei buoni fruttiferi postali" o vai sul sito di emma iocca e raffaella chiappetta. Credimi ne sto leggendo di tutti i colori e non so come sensibilizzare l'opinione pubblica e l'attenzione dei massmedia!
     
  7. gianpa43

    gianpa43 Nuovo Iscritto

    Scusa avvocatesse nel mio caso i buoni che aveva fatto mia madre sono intestati a Lei (deceduta)Io unico figlio mio figlio e mia figlia.Ora Io non posso risquotere questi buoni perchè i figli non sono d'accordo(anche se devono prendere dei soldi da questi buoni),como faccio Io a risquoterli??? mi potete far sapere il mio email è gianpa43@hotmail.it
     
    A avvocatesse piace questo elemento.
  8. avvocatesse

    avvocatesse Nuovo Iscritto

    A giampa43: fammi capire due cose.
    1) i buoni di cui parli sono dotati della clausola di pari facoltà di rimborso? Se c'è si trova sul davanti dei buoni, sotto il nome e la data di nascita dgli inetstatari ed è indicata con la scritta PFR o CPFR;
    2) i tuoi figli hanno fanno un'esplicita opposizione o ti hannod etto solo a voce di non essere d'accordo ad incassare i buoni?
     
  9. gianpa43

    gianpa43 Nuovo Iscritto

    Buon giorno La ringrazio di avermi risposto e si sia interessata al mio caso ,Le faccio sapere che i buoni sono tutti PFR e i miei figli non hanno fatto opposizione ad incassare i buoni (solo a voce),ma per delle vicessitudini i buoni cartacei sono in mano della mia ex moglie e lei pur di non farmeli risquotere ha la supremazia dei figli il maschio ha 42 anni e la femmina 40(pensa in che situazione sono )e io devo chiedere aiuto alla gente mia amica per andare avanti.Ora io chiedo possibile che non risquotere questi buoni anche se ho depositato alle poste l'atto notorio di unico figlio erede per successione e ho firmato pure la liberazione per l'incasso aspettava solo la firma dei miei figli.Vedi com'è ingarbugliata la mia storia solo perchè mia madre quando ha fatto questi buoni ha messo anche il nomi dei nipoti.Mi faccia sapere come si può fare confido in Lei .Grazie
     
  10. avvocatesse

    avvocatesse Nuovo Iscritto

    gianpa43 posso chiederle dove risiede?
    In ogni caso il primo passo da fare (lo faccia subito) è quello di scrivere una raccomandata a/r (mi raccomando alla ricevuta di ritorno!) da recapitare sia all'ufficio postale di emissione dei buoni che alla sede legale di poste italiane che si trova a roma, nella quale chiede la duplicazione dei buoni che non sono in suo possesso (dica magari che li ha smarriti). E poi mi faccia sapere.
     
  11. gianpa43

    gianpa43 Nuovo Iscritto

    Grazie provvederò al più presto di fare le raccomandate,Io risiedo a Buja (UD),ma i buoni sono depositati alle poste di Ancona (città della mia provenienza)Grazie
     
    A avvocatesse piace questo elemento.
  12. Fragolina88

    Fragolina88 Nuovo Iscritto

    Avvocato, mi scusi, potrei sapere gentilmente quali solo le sentenze o comunque qualche riferimento normativo? Grazie mille
     
  13. giogiolu

    giogiolu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
     
  14. giogiolu

    giogiolu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi sono trovato ad interessarmi per terza persona alla riscossione di BFP. Premetto che "Ufficio Postale che vai, usanza che trovi". Il caso:
    -BFP intestati a singola persona, poi defunta,senza la clausola PFR
    -alla morte l' intestario dei buoni lascia come eredi la moglie e due
    figli.
    -i buoni non furono a suo tempo dichiarati in successione, essendo equiparati a titoli di stato.
    -tutto questo in assenza di testamento
    Vista la premessa vi espongo quanto diversi Direttori di Poste Italiane, chiedono, come documentazione di rito(documenti di identità e cod. fisc. degli eredi-richiesta di incasso-certificato di morte con data NON ANTERIORE A SEI MESI DALLA RICHIESTA- richiesta di incasso-
    copia della dichiarazione di successione.Giusto. Ma il bello viene adesso: nel visionare i buoni di cui si parla, uno dei direttori ha chiesto chi fosse il nominativo la cui firma figurava nei buoni stessi all' atto dell' emissione. Cioè del RAPPRESENTANTE DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI !!!. Come per dire che anche quella persona doveva partecipare alla riscossione dei buoni. E ne era talmente convinto che ha convinto uno degli eredi a rivolgersi ad altro direttore.
    Altro vedendo la copia di successione. ha contestato il fatto che gli stessi buoni non vi erano stati citati. Ignorando il fatto che potevano non essere indicati essendo equiparati a titoli di stato. Da questo gli sorgeva il dubbio che i buoni citati potessere essere riscossi dagli eredi. E chi poteva incassarli ?Poi nel girovagare, finalmente è stata trovata la persona giusta e soprattutto ben informata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina