• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

masagu

Membro Attivo
Buongiorno c'è modo di sapere come calcolare l'anticipo del tfr per colf e badanti? So che devono essere trascorsi almeno 7 anni e che si può liquidare il 70% ma per il calcolo? Non sono riuscito a trovare nulla sul sito dell'inps a tal proposito....bisogna per forza andare al caf?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
CCNL di Colf e Badanti:

Art. 40 Trattamento di fine rapporto (T.F.R.)
  1. In ogni caso di cessazione del rapporto di lavoro, il lavoratore ha diritto a un trattamento di fine rapporto (T.F.R.) determinato, a norma della legge 29 maggio 1982, n. 297, sull’ammontare delle retribuzioni percepite nell’anno, comprensive del valore convenzionale di vitto e alloggio: il totale è diviso per 13,5. Le quote annue accantonate sono incrementate a norma dell’art. 1, comma 4, della citata legge, dell’1,5% annuo, mensilmente riproporzionato, e del 75% dell’aumento del costo della vita, accertato dall’ISTAT, con esclusione della quota maturata nell’anno in corso.
  2. I datori di lavoro anticiperanno, a richiesta del lavoratore e per non più di una volta all’anno, il T.F.R. nella misura massima del 70% di quanto maturato
  3. L’ammontare del T.F.R. maturato annualmente dal 29 maggio 1982 al 31 dicembre 1989 va riproporzionato in ragione di 20/26 per i lavoratori allora inquadrati nella seconda e terza categoria.
  4. Per i periodi di servizio antecedenti il 29 maggio 1982 l’indennità di anzianità è determinata nelle seguenti misure: A) Per il rapporto di lavoro in regime di convivenza, o di non convivenza con orario settimanale superiore alle 24 ore:
    • 1) per l’anzianità maturata anteriormente all’1 maggio 1958:
      • a) al personale già considerato impiegato: 15 giorni per ogni anno d’anzianità;
      • b) al personale già considerato operaio: 8 giorni per ogni anno d’anzianità;
    • 2) per l’anzianità maturata dopo il 1 maggio 1958 e fino al 21 maggio 1974:
      • a) al personale già considerato impiegato: 1 mese per ogni anno d’anzianità;
      • b) al personale già considerato operaio: 15 giorni per ogni anno d’anzianità;
    • 3) per l’anzianità maturata dal 22 maggio 1974 al 28 maggio 1982:
      • a) al personale già considerato impiegato: 1 mese per ogni anno d’anzianità
      • b) al personale già considerato operaio: 20 giorni per ogni anno d’anzianità.
  5. B) Per il rapporto di lavoro di meno di 24 ore settimanali:
    • 1) per l’anzianità maturata anteriormente al 22 maggio 1974: 8 giorni per ogni anno d’anzianità;
    • 2) per l’anzianità maturata dal 22 maggio 1974 al 31 dicembre 1978: 10 giorni per ogni anno d’anzianità;
    • 3) per l’anzianità maturata dal 1 gennaio 1979 al 31 dicembre 1979: 15 giorni per ogni anno d’anzianità;
    • 4) per l’anzianità maturata dal 1 gennaio 1980 al 29 maggio 1982: 20 giorni per ogni anno d’anzianità.
  6. Le indennità, determinate come sopra, sono calcolate sulla base dell’ultima retribuzione e accantonate nel T.F.R.
  7. Ai fini del computo di cui al comma 4, il valore della giornata lavorativa si ottiene dividendo per 6 l’importo della retribuzione media settimanale o per 26 l’importo della retribuzione media mensile in atto alla data del 29 maggio 1982. Tali importi devono essere maggiorati del rateo di gratifica natalizia o tredicesima mensilità.
Comunque il "fai da te" in questi casi non è facile.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Devi ricostruire anno per anno il TFR maturato fino all'anno in cui intendi dare un anticipo.
Il metodo di calcolo è variato con la legge citata da @Luigi Criscuolo,
Con il vecchio metodo il calcolo era semplicissimo in quanto si basava sull'ultima retribuzione moltiplicata per gli anni e mesi di anzianità
PERO':
Se hai sempre fatto le cose per bene, applicato la normativa in merito, dovresti basarti sull'ultima Certificazione Unica dove viene riportato l'ammontare del TFR maturato fino al 31/12/2018. C'è anche chi riesce a calcolarlo mese per mese.
Perché non ti fai dare l'importo direttamente da chi prepara i cedolini paga ?.
 

masagu

Membro Attivo
Devi ricostruire anno per anno il TFR maturato fino all'anno in cui intendi dare un anticipo.
Il metodo di calcolo è variato con la legge citata da @Luigi Criscuolo,
Con il vecchio metodo il calcolo era semplicissimo in quanto si basava sull'ultima retribuzione moltiplicata per gli anni e mesi di anzianità
PERO':
Se hai sempre fatto le cose per bene, applicato la normativa in merito, dovresti basarti sull'ultima Certificazione Unica dove viene riportato l'ammontare del TFR maturato fino al 31/12/2018. C'è anche chi riesce a calcolarlo mese per mese.
Perché non ti fai dare l'importo direttamente da chi prepara i cedolini paga ?.
Ok...grazie mille!
 

Nazzarena

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Come sempre, un ginepraio le nostre leggi..!!
magari è ovvio ma non capisco bene cosa si intende:
al punto 5B,punto 4, per una colf che effettua meno di 24 ore settimanali (la mia per esempio ne fa solo 4 la settimana) 20 giorni per ogni anno di anzianità??
in un anno ci sono 52 settimane per cui lavora 52 giorni.. ne matura 20 di TFR ??
non penso .. a cosa si rapportano i giorni con le ore che sono meno di 24 la settimana ??
grazie
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
possessore ha scritto sul profilo di Luigi Criscuolo.
Auguri di buon compleanno anche da parte mia!
Alto