1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. DEAMARY

    DEAMARY Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    in merito al nuovo decreto leg. 102 sulla contabilizzazione del calore, avrei per favore da fare un paio di domande.
    Premetto che il condominio in cui abito è de 10 appartam. anno 2010, impianto centralizzato nuovo (rifatto qualche mese fa) e già munito di singoli contatori per il calcolo a consumo e termoregolatori in tutti i termosifoni...quindi si direbbe a "regola d'arte", quindi già noi paghiamo "quel che consumiamo".

    L'altra sera alla riunione di condominio un vicino ha citato il fatto che si dovrebbe anche "pagare" ciò che la caldaia o il locale caldaie disperdono e suddividerlo in millesimi. Il fatto è che ha menzionato una percentuale sul totale, ovviamente inventato e diceva che dovremmo stabilirla noi questa percentuale.

    Le mie domande sono:

    1) è obbligatoria questa cosa che oltre a pagare ognuno il proprio consumo si deve stabilire questa percentuale di dispersione e pagarla a millesimi?

    2) se si, chi stabilisce la percentuale della dispersione? è possibile applicare alla caldaia un contatore che calcoli solo la dispersione in modo da non sparare percentuali a caso?

    3) viste le numerose perizie già fatte per il malfunzionamento della caldaia vecchia, ci sarà ancora bisogno di un'altra costosissima perizia per fare ciò?

    Scrivo questo perchè il mio app. è di circa 75 mq3 e ho una stufa che mi riscalda tutta la casa e di conseguenza accendo molto poco i calorifieri e non vorrei che con questo metodo dell'aggiunta spese dispersione mi venga a costare di più il riscaldamento.

    Grazie per la collaborazione, Buona giornata.
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I cosiddetti consumi involontari, consumi di calore che va a finire nelle parti comuni, vengono stabiliti convenzionalmente dall'assemblea dei condomini, a maggioranza. Vanno in linea di massima dal 5% al 15% del consumo totale, per cui a fronte, ad esempio, di un consumo di calore complessivo di 10.000 euro, la parte involontaria va da 500 a 1.500 euro.
     
  3. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    :cauto:75 mq3 sono pochi, saranno mq.2, per quanto riguarda la percentuale da dividere per mm. di pp. va approvata dai condomini in sede assembleare, non esiste una tabella vera e propria delle percentuali da applicare
     
  4. DEAMARY

    DEAMARY Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti! !
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina