• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Elisabetta48

Membro Senior
Chiedo un consiglio a chi ne sa: abbiamo dovuto cambiare la caldaia vecchissima. Messa una nuova a condensazione. A parte il vapore che viene buttato all'esterno (ci potremmo fare i segnali di fumo coi Sioux, tanto vapore fa) la caldaia è collegata a una pompa che scarica l'ulteriore acqua di condensa. Caldaia e pompa sono in cucina e la pompa (una Sanicondens Plus della SFA) è veramente molto rumorosa, un rumore tipo ronzio, che dura pure a lungo, anche quando la caldaia non sta più andando, come se buttasse fuori l'acqua molto lentamente. Domanda a chi conosce questo tipo di pompa: sono tutte così rumorose o è difettosa la mia? Qualche suggerimento? Dà parecchio fastidio di giorno, alla notte, poi, la si sente per tutta la casa.
 

Elisabetta48

Membro Senior
E' come se chiedessi un diagnosi medica per sospetto tumore
Si, mi rendo conto. Infatti non chiedo una diagnosi. Chiedevo solo se qualcuno per caso ha a che fare con quel modello di pompa e mi sa dire se la sua è molto rumorosa o no. Comunque credo che risolveremo il problema a modo nostro: invece di far risalire l'acqua di condensa verso lo scarico del lavello sfrutteremo il vecchio principio, che "l'acqua va sempre alla bassa": un piccolo foro nel muro dal quale far passare il tubicino di scarico e l'acqua va dritta in giardino. Non sarà molta la pendenza ma l'acqua se ne andrà senza bisogno della pompa che ormai ha scocciato tutti.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
invece di far risalire l'acqua di condensa verso lo scarico del lavello sfrutteremo il vecchio principio, che "l'acqua va sempre alla bassa": un piccolo foro nel muro dal quale far passare il tubicino di scarico e l'acqua va dritta in giardino.
Infatti solitamente non si mettono pompe...ma occhio al fai da te....quella che chiami "condensa" non è solo normale acqua ...bensi ha un valore di acidità che ne impone lo scarico nelle linee della cucina/bagno per le caldaie con potenzialità da singolo...e di appositi "depuratori" per quelle di medie/grandi potenze.

Altra avvertenza è che lo scarico sia tale da non consentire che il liquido "ghiacci" con ovvia occlusione allo scarico.
Lo scarico deve rimanere sempre libero ed efficente...altrimenti vi capita come ad un paio di conoscenti.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Per carità... Nessun "diluvio...ma comunque indesiderabili "graffiti" su intonaci e murature.

Anche gli "edili" hanno il loro costo.
 

Nautilus

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho una caldaia a condensazione Immergas da oltre 15 anni. Fa pochissimo rumore, percettibile solo nelle immediate vicinanze ed emette pochissimo vapore, quasi invisibile di giorno. Del resto la caldaia, se funziona bene, deve condensare il vapore attraverso lo scambiatore di calore, trasformandolo in acqua. Lo scarico avviene comunque per caduta. Probabilmente nel tuo caso non era possibile, per cui c'è stato bisogno della pompa. Comunque sicuramente c'è qualcosa che non va nello scambiatore di calore.
 

Elisabetta48

Membro Senior
Fa pochissimo rumore, percettibile solo nelle immediate vicinanze ed emette pochissimo vapore, quasi invisibile di giorno
Grazie per la risposta. Anche questa caldaia è Immergas e lei è molto silenziosa. Quanto al vapore all'esterno, temo ci sia una correlazione col clima e con l'umidità dell'aria. Infatti in certe giornate ne fa meno. Quando, dopo l'installazione, è venuto il collaudatore della Immergas, mi ha detto che purtroppo qui da noi il vapore è tanto ed è anche causa di liti condominiali preannunciandomi che più c'è freddo fuori peggio è, e questo lo sto già verificando.
Quanto allo scambiatore di calore, vedremo. Ora faccio la lista dei sintomi e cronometro la pompa per riferire esattamente a quelli della assistenza. Intanto studiamo la possibilità di far uscire lo scarico per caduta tenendo conto delle osservazioni di @Dimaraz. Eliminare la pompa sarebbe ottimale. Ancora grazie
 

Hug

Membro Attivo
Proprietario Casa
A parte il vapore che viene buttato all'esterno (ci potremmo fare i segnali di fumo coi Sioux, tanto vapore fa) la caldaia è collegata a una pompa che scarica l'ulteriore acqua di condensa
A che temperatura si trova il vapore all'uscita dal sistema? In altri termini il vapore cede calore all'acqua che entra prima di uscire? Grazie.
 

Elisabetta48

Membro Senior
Problema risolto. Dopo alcune prove con la pompa isolata dall'impianto, abbiamo smontato tutto e ci siamo accorti che il tubo pompa- scarico (non in vista perché corre dietro a elettrodomestici) faceva una piega che in effetti faceva passare pochissima acqua alla volta. Per questo la pompa ronzava disperata così a lungo. L'impiantista non se ne era accorto, evidentemente.
Grazie per i vostri interventi che ci hanno aiutato orientando i ragionamenti nella giusta direzione.
Buon anno a tutti
 

Simpi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Quindi la pompa-scarico non fa rumore?
Ti chiedo perché devo anch'io cambiare la caldaia e mi preme saperlo visto che devo installarla in una cucina che non ha porte e dà direttamente nel salotto-studio.
 

Simpi

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Grazie per la risposta. Ero in dubbio sul da farsi perché l'impiantista mi diceva che un leggero rumore lo fa (45 decibel), dura qualche secondo e si sente ogni due ore.
D'altra parte se scegliessi di far scorrere l'acqua di condensa a caduta, dovrei forare il muro del condominio, far passare il tubo all'esterno, e far scorrere la canalina verso il basso, dove avrei problemi a mettere un canale di raccolta in quanto la parete insiste a filo col giardino dell'abitazione vicina, senza contare le possibili gelate invernali.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto