1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    nel mio condominio ( 100 condomini in 10 palazzine si è deliberata la sostituzione della caldaia.Io ho votato a favore ( la decisione è stata presa all unanimità dei presenti all assemblea.I lavori stanno per essere appaltati ma nel frattempo io ho installato condizionatori DAIKIN ultimo modello con iquali posso si rinfrescare che riscaldare.
    FACCIO ANCORA IN TEMPO A RECEDERE ?
    In caso afermativo cosa sono obbligato a pagare?
    L' aministratore afferma che io non dovrò pagare le bollette ordinarie ma si le spese di conservazione fra le quali le spese per sostituire la caldaia vecchia con quella nuova
    La sostituzione avverà entro giugno prossimo per avvalersi dei vantaggi fiscali del 55%.
     
  2. pimol

    pimol Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Esatto. Non paghi i consumi ma devi contribuire al mantenimento dell'impianto centralizzato.

    P.
     
  3. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    mantenimento significa anche pagare per una caldaia nuova?
    I misuratori dicalore li devo anch essi pagare? spero di no
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    essendo stata approvata all'unanimità, i lavori li fanno lo stesso, della sostituzione della caldaia e dovrai partecipare per i tuoi mm. di riscaldamento, in seguito pagherai solo la manutenzione e la conservazione dell'impianto che di norma si aggira sul 30% salvo decisioni contrarie in assemblea, vedi si ti conviene o meno, ciao
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  5. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Dovrai comunque contribuire sia alla sostituzione che alla normale manutenzione della caldaia anche se ti distacchi dall'impianto di riscaldamento, tra l'altro dovrai dimostrare con perizia che con il distacco non ci saranno notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini, questo il nuovo testo dell'art 1118 cc che andrà in vigore tra 3 mesi;

    cc 1118. Diritti dei partecipanti sulle parti comuni
    ...
    Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma.

    Tra l'altro tale principio esisteva ed esiste tuttora, perchè ci sono diverse Sentenze e Giurisprudenza che l'afferma, per esempio;

    Il condomino può legittimamente rinunziare all'uso del riscaldamento centralizzato e distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall'impianto comune, senza necessità di autorizzazione o approvazione da parte degli altri condomini, se prova che dalla sua rinunzia e dal distacco non derivano né un aggravio di spese per coloro che continuano a fruire del riscaldamento centralizzato, né una squilibrio termico dell’intero edificio, pregiudizievole per la regolare erogazione del servizio.
    Soddisfatta tale condizione, egli è obbligato a pagare soltanto le spese di conservazione dell'impianto di riscaldamento centrale.
    Pertanto, la delibera assembleare che, pur in presenza di tali condizioni, respinga la richiesta di autorizzazione al distacco è nulla per violazione del diritto individuale del condomino sulla cosa comune. --- Corte di Cass., Sez. II, ordinanza del 22 marzo 2011, n. 6481

    E' legittima la rinuncia unilaterale al riscaldamento condominiale ed il distacco dall'impianto centralizzato, senza necessità di autorizzazione o di accettazione da parte degli altri partecipanti, ove l'interessato dimostri che dalla rinunzia e dal susseguente distacco non derivi un aggravio di spese per i condomini che continuano ad usufruire, né uno squilibrio termico pregiudizievole per la regolare erogazione del servizio. Con il conseguente esonero dal pagamento delle spese per l'uso, ma non certo di quelle per la conservazione. --- Cass. civ., sez. II, 25 marzo 2004, n. 5974
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    ADESSO è tutto ok. speriamo che duri ciao
     
  7. Camillo49

    Camillo49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Per Sergio Gattinara.
    Scusa, solo per capire, ma tu hai installato i condizionatori dappertutto (anche in corridoio, bagni, ripostiglio)? Ed accendendoli per riscaldare tutta la casa pensi di risparmiare rispetto al riscaldamento centralizzato?
    Considera che per poter usufruire della riduzione sulla spesa ti dovrai effettivamente distaccare dall'impianto centralizzato, (con tanto di verifica e certificazione da parte di tecnico abilitato) ed in caso di tuo ripensamento, non credo sia facile riallacciarti.
    Saluti
     
  8. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Faccio una premessa.. Non sono un tipo freddoloso, nella fattispecie io, in camera da letto dormo con i termosifoni chiusi 24 ore su 24 le persiane abbassate e la finestra socchiusa. E' un'abitudine fattami prendere da mio padre sotto lo slogan "stanza fredda letto caldo" aggiungi che siamo piemontesi/abruzzesi e che a Roma raramente va sottozero, Avendo notato che mio fratello a Milano (io sono aRoma) spende di riscaldamento quasi la metà di quello che spendo io ho pensato bene al dafarsi. Io i condizionatori li metto in salotto/sala da pranzo camera ospiti bagni
    C'è molto spazio aperto e il costo che mi hanno comunicato per la caldaia è, per la mia quota circa 2500 euro compresi i contatori di calore
     
  9. Camillo49

    Camillo49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Tutto ok. A mio modesto parere, però, la quota per l'adeguamento della caldaia la dovrai pagare lo stesso.
    Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina