1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ianez

    ianez Membro Attivo

    Buona sera, avrei bisogno di un chiarimento.
    E' in atto un'accesa discussione con l'amministratore del mio condominio a proposito delle tabelle millesimali che ritengo errate per una serie di motivi. Vi chiedo: le misure radianti servono a stabilire anche i millesimi dell'appartamento? o come penso, influiscono solo sulle spese a tale proposito?
    grazie:???:
     
  2. Informatemi

    Informatemi Nuovo Iscritto

    In Lombardia, al massimo entro il 1° Agosto 2014, tutti gli impianti centralizzati dovranno essere dotati di contabilizzatori per ogni singolo alloggio.
    Mi risulta che anche il Piemonte abbia adottato analoghe disposizioni, forse da realizzarsi con tempi diversi.
    Probabilmente anche in Liguria ci sono o verranno emanate indicazioni in materia.
    Si superano perciò le discussioni del tipo che citi.:applauso:
    Buona giornata.
     
  3. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Riguardo le musure dei radianti, meglio aspettare conferma/parere di uno specialista: io so che concorrono esclusivamente ad una delle numerose (e DIFFERENTI) tabelle millesimali.

    Per il problema che ha causato il tuo intervento ti racconto la mia esperienza (anche da me parecchi hanno sostituito i caloriferi originali, con altri... creando di fatto, un consumo sproporzionato rispetto all'originario.....senza scendere in dettagli, che sono ovvi).

    È vero, me lo potevo permettere: ho doppie finestre, avevo installato pompe di calore (ho aggiynta una dichiarazione medica inoppugnabile... ma forse non ci sarebbe stato bisogno).... quindi HO STACCATO tutti i termosifoni, fatto le foto (tutto questo in agosto)....e mandati il tutto (insieme ad una dichiarazione) all'amministratore (per presa d'atto) chiedendo di discutere la questione di "contributo al consumo" che per ora sarebbe stato solamente del 25%.

    Naturalmente altri condomini hanno cercato di far-ripristinare tutto: impossibile perchè ci sono leggi/sentenze, anche recentissime, che avevo portato in assemblea..... consigliando di approvare con riserva (così avevano tutto il tempo del mondo per parlare con un avvocato) e di procedere solamente alla decisione di "quantificare" il contributo.

    ... sono "ovunque", ma il mio B63M è sempre con me (no telefonate o sms .... costano !!!)
     
  4. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ....continuo qua "perchè era finito il mio tempo per fare le modifiche" ....


    ci hanno provato : 50% ...al che ho risposto loro che avrei verbalizzato la mia opposizione e che, in attesa di giudizio, avrei pagato solamente il 25%

    convinti dall'amministratore (che conosce bene situazione dell'impianto e leggi) hanno acconsentito l'abbassamento al 35% (sempre altissimo, anche rispoetto la legge in Senato che porterà allo 0% questo contributo...ma il mio scopo era un altro) : accetto

    dopo 1 anno, bollette e carte del condominio alla mano, dimostro ai condomii "sensibili al risparmio" che ho risparmiato 500€ in un anno...ma che se avrebbero installato i contabiolizzatori di calore (per gli appartamenti di vecchia costruzione non saranno MAI obbligatori...non si può per legge obbligare a fare qualcosa nel propro appartamento se non per problemi di "sicurezza") avremmo potuto stabilire che :
    > per quei termosifoni installati, ma chiusi tutto l'anno del rubinetto....la quota minima da pagare sarebbe stata tra il 10 ed il 20%
    > per quei termosifoni "inutili" e quindi che si possono staccare, sarebbero stati tolti dalla "mappatura" (quindi costo-contributo pari allo 0%)
    > per quei termosifoni non dotati di contabilizzatore...sarebbe rimaasto il contributo pari al 100% dell'attuale (facilissimo il calcolo)

    naturalmente ho fatto "incetta di deleghe" e quindi un bel 400millesimi su 480 favorevoli...con quota al 20% di minima (senza infierire)

    alla fine, la ditta :
    > modificherà il crcuito vicino alla caldaia (circa 4000€)
    > installa in nuvi apparecchi (io li preferisco WFI per non avere gente in casa per la lettura) circa 95€ ad apparecchio
    > altri 10€ a calorifero/anno per la lettura a distanza...e calcolo
    > ....e se voglio 3 termosifoni comunque non li rimetto perchè INUTILI

    .....prevedo un risparmio minimo quest'altranno (perchè anche se detaibili al 36% le spese ci sono)... un risparmio che potrebbe arrivare a 800€ rispetto a quando avevo i caloriferi...e per quegli (scusate) I.d.i.ot. che non vogliono spendere 4 € (ma hanno messo super radiatori) una spesa del 180% ...perchè non chiudono nemmeno i rubinetti ed aprono le finestre...(quando hanno caldo) ...dopo il 1° anno...cambieranno abitudine anche loro (ma spero che almeno la detrazione del 36%, per questi scopi, venga ANNULLATA !!! )

    se servono magggiori dettagli....sono e siamo qui per questo: per aiutare
     
  5. ianez

    ianez Membro Attivo

    Scusate, faccio tesoro delle vostre delucidazioni ma temo di non essermi espressa al meglio; il mio problema è questo (non era facile spiegare in poche parole). L'accesa discussione condominiale nasce dal fatto che recentemente , ho scoperto esistere (ben nascoste nei fondi del palazzo) insieme alla mia (indicata in atto notarile), cantine non dichiarate in uso a proprietari "furbetti". Se quindi "inesistenti" sul consuntivo delle spese annuali questi millesimi non appaiono?!.
    Ho chiesto all'amministratore di rivedere le tabelle millesimali per estendere le proprietà e mi ha risposto che rivedendo le superfici radianti di tutti gli appartamenti (poichè si sospetta che 3 nuovi arrivati abbiano sostituito i vecchi caloriferi con altri più grandi), automaticamente si sarebbero modificati i millesimi di ogni singola proprietà.
    io non ci credo!!!!!
    :rabbia:
     
  6. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    le cantine di norma non appaiono nella tabelle millesimali del condominio - chi è del mestiere ti spiegherà anche il perchè

    quanto ha detto l'amministratore è vero ! ( ma non riguarda le cantine ) ....ma la rivisitazione di un tecnico che rifà tutta la tabella (che entra in tutte le case.... e servono 1000/1000 per effettuare questa modifica e comunque per la sostituizione della vecchia con la nuova tabella.....e, completo, il tecnico vorrà essere pagato comunque anche se la tabella nuova rimane "un pezzo di carta non approvato all'unanimità dallì'assemplea) costa "3 occhi"

    meglio far applicare la soluzione "contabilizzatori di calore" (ecco il motivo dei "suggerimenti" che non hai capito)
     
  7. Informatemi

    Informatemi Nuovo Iscritto

    effemme8 ha ragione, una revisione della tabella millesimale costerebbe forse più di tre occhi!
    Puoi chiedere all'Ufficio Tecnico del Comune notizie sui tempi decisi per obbligatorietà dell'adozione dei "contabilizzatori" oppure alla Regione.
    Il Decreto del Presidente della Repubblica credo risalga al 2006!
    In Lombardia sono piuttosto solleciti nel fornire informazioni, penso che la Liguria non sia da meno.
     
  8. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Lascerei da parte il discorso..2014 sará d'obbligo!

    Si è sempre derogato/prorogato (vedi "agibilità" obbligatoria...)

    Trova una soluzione "buona" con data termine STABILITA e CONCORDATA

    ... sono "ovunque", ma il mio B63M è sempre con me (no telefonate o sms .... costano !!!)
     
  9. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E io non capisco cosa c'entrano le cantine con la tabella del riscaldamento, o anche cosa c'entra la tabella riscaldamento con la tabella di proprietà generale.
    Nella redazione della tabella di proprietà generale si tiene conto di numerosi fattori: superficie dell'appartamento, esposizione, luminosità, veduta (vedere un muro non è come vedere il mare), ecc. ecc. Può anche accadere che la quota millesimale attribuita a un appartamento comprenda anche la quota millesimale delle pertinenze (cantina, solaio ecc.)
    Nella redazione della tabella del riscaldamento si sceglie un criterio che può fare riferimento alla cubatura o volumetria dell'appartamento oppure alle superfici radianti oppure alla potenza termica dei radiatori (quest'ultimo senz'altro il miglior criterio).
    Anche supponendo che nel tuo caso si sia scelto come criterio la volumetria dal calcolo del volume devono essere escluse le pertinenze ( box, cantine, solai ecc.) non riscaldate.
    Se invece il criterio scelto a suo tempo è stato quello delle superfici radianti, come mi sembra di capire, questo esclude automaticamente le pertinenze, visto che il calcolo riguarda i corpi riscaldanti, ed è quindi possibile ricalcolare la tabella del riscaldamento senza che questo incida sulle altre tabelle.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina