1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Arcobarocco

    Arcobarocco Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, vorrei cambiare destinazione d'uso allo spazio sottoterraneo circa 600 mq in C6, cioè nella autorimessa con più di 9 macchine.

    Questo spazio è stato usato sempre come negozio e deposito C1,C2.

    Per le normative di sicurezza per le autorimesse, se qualcuno sappia,
    basta unico ingresso ed a utilizzo anche come uscita
    o necessario avere minimo due?
    o un ingresso alla doppia larghezza entrata uscita?
    E necessario installare un impianto di antincendio, porte tagliafuoco o possono bastare dei institori ?

    Quanto può costare la variazione in catasto e come sono i tempi?
    Grazie e buona serata a tutti.
     
  2. Stefano Mariano

    Stefano Mariano Membro dello Staff

    La normativa riguardante le autorimesse è piuttosto complessa poiché distingue e richiede differenti requisiti a seconda del numero di autovetture che possono essere parcheggiate, (fino a nove, superiore sino a un certo numero, ecc.), se è previsto un impianto di chiusura automatizzato, in presenza di personale aul posto o in remoto, se è previsto un impianto di aspirazione forzata dell'aria oppure un ricambio naturale, ecc.. Comunque, per un parcamento superiore a nove auto è necessario un impianto antincendio a pioggia (tipo sprinkler) e almeno una uscita di emergenza: è consentita una sola rampa per accesso e uscita purché le dimensioni della stessa consentano il passaggio di due autovetture simultaneamente.
    Tutto ciò si riferisce alla normativa nazionale, è anche possibile che la Regione Lombardia preveda inoltre norme più restrittive.
     
    A trionfale piace questo elemento.
  3. leontino

    leontino Nuovo Iscritto

    Professionista
    per autorimesse superiore a nove bisogna richiedere nulla osta preventivo ai Vigili del fuoco. Ritengo che un impianto antincendio a pioggia sia eccessivo. Penso che una volta assicurato delle uscite di sicurezza, aver installato degli estintori, realizzato un impianto con pozzetti per la separazione degli olii e compartimentato l'intera autorimessa con anche delle porte antincendio, sia sufficiente
     
  4. Arcobarocco

    Arcobarocco Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta. Le macchine che devono stare più di 9 meno di 40 .
    allora come ho capito devo installare impianto per forza e fare lavori per cambiare ingresso.

    Aggiunto dopo 1 :


    Grazie per la risposta. Le macchine che devono stare più di 9 meno di 40 .
    allora come ho capito devo installare impianto per forza e fare lavori per cambiare ingresso.
     
  5. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    in pratica devi richiedere il certificato di prevenzione incendi, previa presentazione di progetto al comune per la prelminare approvazione. i vigili del fuoco potranno prescrivere le cose che servono, che in linea di massima sono quelle già descritte dagli altri utenti
     
  6. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    aggiungo, in risposta alla tua ultima domanda, che, a fine lavori, il costo della variazione catastale (a patto che l'immobile sia correttamente inserito in mappa e si debba solo fare la variazione), "varia" (consentitemi il gioco di parole) in base al risultato che vuoi ottenerne. Per esempio se questa autorimessa viene realizzata per trarne un vantaggio economico e quindi vanno accatastati i singoli posti auto, con rendita e planimetria propria, ed attribuzione di un bene comune non censibile per area di manovra comune, in modo da poterli vendere autonomamente ha un costo decisamente amplificato rispetto all'attribuzione del C/6 a tutta la superficie in un unico blocco. Sicuramente posso dirti che attualmente, salvo ravvedimenti operosi, il costo del solo diritto catastale è di 50 euro per ogni subalterno con rendita derivato.
    Come tempistiche dipende dal ritmo del catasto della tua provincia, con il telematico ad Asti talvolta basta un giorno, a Cuneo e Torino 2-3...salvo respingimenti.
     
    A Arcobarocco piace questo elemento.
  7. Arcobarocco

    Arcobarocco Nuovo Iscritto

    Grazie. Mi sembra 50 sono un può pochi per cambio destinazioni, dovrei cambiare ad un blocco intero, non dividendo in sezioni.
     
  8. gcava

    gcava Membro Attivo

    Professionista
    Attenzione...i 50 euro sono solo i diritti catastali fissi per ogni unità generata...quindi 10 box fanno 500...oltre all'importo da pagare al professionista per la pratica. E questo solo per la parte catastale successiva alla pratica per cambio di destinazione da presentare in comune...che ha altri costi, variabili da comune a comune e da professionista a professionista. Per avere un'idea più chiara suggerisco di sentire il tuo comune e il tuo professionista. saluti
     
  9. Arcobarocco

    Arcobarocco Nuovo Iscritto

    mi è sembrato strano 50, perché al inizio mi hanno detto circa 2000.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina