1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. anairda

    anairda Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Vorrei sapere, se qualcuno e' informato sulla cosa, quali sono le conseguenze del cambio di destinazione da uso abitativo a uso artigianale di un immobile. Intendo dire dal punto di vista fiscale.
     
  2. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Dipende cosa intendi per abitativo. Se per abitativo intendi la prima casa la più importante conseguenza deriva che non paghi l'IMU mentre per una destinazione d'uso artigianale dell'immobile paghi comunque l'IMU.

    Però per arrivare al cambio di destinazione d'uso devi presentare un PdC (permesso di costruire) in Comune ed ovviamente la nuova destinazione d'uso dovrà essere compatibile con quelle previste per quella zona specifica del PRG (Piano Regolatore Generale) dello stesso.

    Ottenuti i pareri favorevoli dovrai presentare un nuovo Docfa all'Agenzia delle Entrate dove riporterai le nuove destinazioni d'uso. Ovviamente fatto questa operazione le rendite del fabbricato cambieranno perchè cambierà proprio la classificazione dello stesso.
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    la vedo dura nel cambio da residenziale a artigianale (PERO')
     
  4. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Dalla mia esperienza il cambio di destinazione d'uso da residenziale ad artigianale viene permesso (anche nei NAF) a potto che non sia "molesto o nocivo" (in poche parole crei disturbo alla quiete pubblica).

    Es un attività artigianale come una segheria sarebbe molesta, un'attività come giardiniere invece permessa o tutte quelle attività che non arrecano disturbo alla quiete pubblica con immissioni oltre il tollerabile di rumori, odori.

    Nel PRG (almeno da noi ho visto così) oltre alla destinazione d'uso principale ci sono destinazioni d'uso compatibili con quella determinata zona. Per saperlo occorre verificarlo in Comune.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina