1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. alexseas

    alexseas Nuovo Iscritto

    Salve,

    ho preso in affitto un negozio, dove precedentemente era aperta un'altra attività, e al momento della richiesta dei dati catastali ho scoperto che in realtà il suddetto locale è diviso in 2 parti: 14mq in C1 e il restante, (circa 130mq) in C2.

    Non commentando il fatto che sto pagando l'affitto di un negozio che in realtà è al 70% un magazzino, come posso far effettuare il passaggio da C2 a C1 al proprietario? Proprietario che peraltro sta facendo di tutto per convincermi che quei 14Mq bastano (sulla carta) per aprire.

    Il tutto è complicato dal fatto che sto per aprire un Internet Point che richiede, per avere la licenza, "relazione tecnica, datata, del locale nello stato in cui si trova, redatta da un tecnico iscritto all'albo in cui deve essere indicata la destinazione d'uso catastale e che il locale è in regola con le leggi urbanistiche e sanitarie" (testo preso direttamente dalla domanda presa in questura)

    Il proprietario mi sta facendo molte difficiltà, ma questo benedetto passaggio in cosa consiste monetariamente e burocraticamente? Quanto tempo ci vuole, senza dover fare alcun lavoro fisico al negozio?

    Grazie per l'attenzione

    Alessio
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Ti consiglio di recarti personalmente all'Ufficio Tecnico Comunale e verificare quanta superficie di vendita hai bisogno per poter aprire.
    Normalmente la superficie di vendita è dove possono stanziare i clienti.
    Il tuo caso è un pò anomalo perche "vendi" virtualmente l'accesso a internet, per cui è meglio capire prima come muoverti.

    Di solito, per un cambio di destinazione e d'uso senza opere vanno applicate delle tabelle comunali per il calcolo degli oneri da corrispondere.
    Anche in tal caso il tecnico del comune ti saprà dare una risposta dettagliata.
     
    A Stefano Mariano piace questo elemento.
  3. siasricc

    siasricc Nuovo Iscritto

    Per il cambio di destinazione d'uso da magazzino ad attività commerciale, senza esecuzione di opere, il proprietario, che conosce e sa come è stato costruito il locale, con quale destinazione d'uso ed estremi autorizzativi, deve solo predisporre un S.C.I.A. da presentare allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune. Una volta ottenuto il cambio di destinazione d'uso, deve essere presentata la variazione catastale e la richiesta di agibilità.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina