1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. TEMPUS

    TEMPUS Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, vorrei avere consigli su come dirimere una controversia tra me e il mio comune:
    piccola cronistoria:
    - chiedo finanziamento GAL per trasformare un mio appartamento in B&B a gestione imprenditoriale, regolarmente approvato e concesso
    - produco tutto (elaborati grafici, impresa esecutrice ecc.), deposito tutto al comune che mi rilascia regolare scia e, all'ufficio commercio, mi richiedono e deposito anche la convenzione per la colazione sottoscritta con bar sotto casa mia (metodo consueto adottato da molti B&B)
    - inizio i lavori chiedendo contestualmente all'ufficio commercio l'inizio attività da presentare alla camera di commercio, indispensabile per ottenere il certificato attivo della CCIAA
    - mi scrivono pochi giorni fa comunicando che l'inizio attività è sospesa perchè 1)i lavori non sono terminati (ma come, non è implicito che potrò essere operativo solo a fine lavori?) e 2) dagli elaborato non si evince la cucina per la somministrazione della colazione e che, quindi, devo ripresentare entro 20 gg nuovi elaborati che indichino la cucina, insieme al parere sanitario preventivo ASL, norme HCCP, permesso per la somministrazione di alimenti e bevande ecc.ecc.

    Ma come, mi dite tutto questo adesso? No prima? Mi chiedi anche la convenzione con il bar?
    Vabbè, controllo la legge regionale Puglia e tutto corrisponde.
    La mia domanda è questa: 1)ci sono escamotage per evitare la somministrazione obbligatoria della colazione nei locali oggetto del B&B? (non ho intenzione di impelagarmi con i coinvolgimenti sanitari, li temo, nè era questo il mio progetto iniziale di gestione, nè voglio comprare la cucina e perdere anche posti letto) -2) è possibile passare alla tipologia affittacamere o room&breakfast senza interferire sulla tipologia di attività finanziata, in corso, liberandomi dal vincolo della somministrazione?

    grazie e tutti per le risposte. Franco
     
    A Solaria piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina