1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pinomaga

    pinomaga Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A dicembre 2011 ho finito di pagare un mutuo di 35 anni e a Gennaio 2012 ho deciso di vendere l'appartamento in questione. Il notaio ha preteso 350 euro per la cancellazione dell'ipoteca.
    Domanda: L'ipoteca so che dopo 20 anni si estingue da sè ma credo, nel mio caso, che essendo un mutuo da 35 anni, la banca abbia reiscritto una nuova ipoteca ventennale che si cancellerebbe automaticamente tra 5 anni; ma se io ho già pagato tutto il mio mutuo perchè devo cancellare e soprattutto pagare l'ipoteca?
    Io credo che i soldi se li stia fregando il notaio. Chiedo aiuto a chi ne sa più di me. Grazie
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro pinomaga,
    da quanto ne so ,come giustamente anche da re detto,la ipoteca rinnovata resta ancora in vita per ulteriori 20 anni.
    Il mutuo,nel frattempo, (35 anni) è estinto e quindi l'ipoteca resta in vita,ma senza provocare nessun effetto in quanto il debito non esiste più,per ulteriori 5 anni (20 + 20 - 35 = 5)
    A questo punto,essendo il mutuo estinto, devi velocemente incaricare la BANCA ( ci sono da svolgere alcune modesti adempimenti interni) affinchè provveda a segnalare l'avvenuta estinzione del mutuo e richiedere la cancellazione della ipoteca alla locale Conservatoria.
    Tutto quanto sopra ORA è GRATIS. La Banca non reclama nessuna spesa. Sarà necessario circa 1 mese.
    Quindi non si capisce il comportamento del notaio. Comunque ne puoi chiedere giustificazione visto che,nel tuo caso, il notaio,contrariamente a prima,ora non serve più: E' stata messa in opera questa procedura proprio perchè le spese erano considerate esose rispetto al lavoro richiesto.
    Ciao
     
    A pinomaga e esimbad piace questo messaggio.
  3. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    il notaio non ti informato che potevi farla gratis attraverso la banca e pretende un pagamento per farla lui. La mia opinione su di lui la tengo per me, a te consiglio di stargli alla larga, uno che chiede 350 euro per qualcosa che posso avere gratis sicuramente mi spenna meglio di un altro se gliene do l'occasione.
     
  4. Giovanni de Matteis

    Giovanni de Matteis Nuovo Iscritto

    Il notaio è un professionista che va pagato ! Se uno si rivolge ad un tecnico qualsiasi -anche per problematiche che potrebbe risolvere personalmente- è giusto che paghi. Vedi ad esmpio il caso di chi per rinnovare la patente si rivolge ad una agenzia mentre potrebbe benissimo far da se.
     
  5. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Giusto!
    Tuttavia un minimo di decoro (se non di correttezza) da parte del professionista richiederebbe una comunicazione del tipo "Cortese cliente, la procedura per la cancellazione dell'ipoteca se la può fare da solo in banca e gratuitamente. Se vuole che glie la segua io, le costerà 350 euro". Non è ci voglia molto...;)
     
    A romrub, gioknuckles, pinomaga e 1 altro utente piace questo messaggio.
  6. Giovanni de Matteis

    Giovanni de Matteis Nuovo Iscritto

    Decoro e correttezza.........Con i tempi che corrono ! "homo Hominis lupo"
     
  7. MICHI

    MICHI Nuovo Iscritto

    La cancellazione dell'ipoteca viene fatta gratuitamente dalla banca che la iscritta in base al Decreto Bersani del 2007. Questa cancellazione richiede tempi leggermente più lunghi perchè la banca non procede contestualemtne all'estinzione del debito, ma accumula le pratiche mensilmente e quindi le registrazioni vengono efettuate solo nel mese successivo. Talvolta, se l'acquirente lo richiede (o la banca dell'acquirente che deve iscrivere nuova ipoteca) in caso di tempi ristretti è il notaio a provvedere, in modo da accelerare tutta la procedura e poter procedere con la compravendita. Per esperienza ritengo che, considerato la spesa viva di circa 200/250 euro, la tariffa di 350 euro richiesta dal notaio non sia poi così esosa (ne ho sentite di peggio) e soprattutto, visto gli onorari medi e la redditività del mestiere, non credo che un notaio si giochi la rispettabilità per 100/150 euro di pratica. Forse le ragioni della richiesta sono da ricercarsi altrove.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina