1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lucry

    lucry Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,

    sto acquistando un appartamento sito ad Ostia. Ho dato tutta la documentazione al mio notaio di fiducia ed era in attesa di un ok da parte sua per procedere con il compromesso. Il notaio mi ha avvisato che sull'appartamento grava un'istanza di citazione in attesa di cancellazione. Dall'atto di provenienza il vecchio proprietario, che è deceduto, si impegna a cancellare la citazione ma non lo ha mai fatto e l'attuale proprietario non ci aveva avvisati di cio'. Come ci dobbiamo comportare e qual'è la tempistica per effettuare la cancellazione della citazione? E' vero che è ostativo per l'accettazione del mutuo? Sarei veramente grata di qualsiasi aiuto potrete darmi!
    Grazie
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    E' da capire cosa intendi per citazione (il termine è troppo generico) ed i motivi per i quali il vecchio proprietario è stato citato.

    In attesa di approfondimenti, ti posso dire che la cancellazione di un qualsiasi atto di citazione è semplice ma va fatta da chi ha la competenza per farlo.
    Oltre ai notai ci sono agenzie specializzate in tal senso ed anche tecnici. Si presenta una nota di trascrizione o meglio un annotamento con un software ministeriale apposito.
    I costi sono abbastanza contenuti ed anche i tempi.

    Ovvio che per poterla cancellare non devono esistere i motivi ostativi per la quale era stata iscritta la citazione.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. lucry

    lucry Nuovo Iscritto

    Gentile Geometra,
    da quel che abbiamo potuto capire con il notaio il vecchio proprietario deceduto era in conflitto con la famiglia ed è stato citato dalla figlia che voleva la proprietà della caso e e ne ha addirittura richiesto il pignoramento (probabilmente per alimenti non pagati alla ex moglie e alla figlia). Le loro problematiche familiari si sonno poi risolte ed è stato richiesto ed ottenuta nel 2004 la cancellazione del pignoramento e nell'atto di vendita all'attuale proprietario si impegnano a cancellare l'istanza di citazione. Questo però non è avvenuto ed ad oggi il mio notaio mi avvisa che solo un'avvocato, tramite tribunale, può ottenerne la cancellazione e che i tempi burocratici sono lunghi. Sono quindi preoccupata che possa sfumare tutta la compravendita. Cosa ne pensate ? E' come dice il mio notaio?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina