1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. erry121

    erry121 Ospite

    Ciao,
    vorrei sapere a chi ci si rivolge per la cancellazione del vincolo destinazione locale sottotetto, credo debba essere comunicata al comune dove è presente l'immobile, ma ditemi voi.
    Qual è la documentazione da fornire, i costi da sostenere e i tempi per l'effettiva cancellazione da parte degli uffici comunali?

    Grazie della collaborazione
     
    A Marufino piace questo elemento.
  2. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    se il sottotetto esiste per "cancellare la destinazione" va demolito o intendi dire cambiare la sua destinazione?
     
  3. erry121

    erry121 Ospite

    Ciao,
    ti riassumo un pò la vicenda. Sto acquistando un appartamento, che nel 2005 è stato condonato in sanatoria, il tutto era stato comunicato e registrato nel comune dell'immobile. Fin qua tutto corretto.
    Ora il notaio ha scoperto che però, all'epoca, non è stato comunicato questo cambiamento alla conservatoria dei registri immobiliari, in cui è presente ancora il vincolo di destinazione sottotetto. Ora il venditore ha il dovere di bonificare la situazione e cancellare questo vincolo, per mia informazione (in verità sono tutti problemi suoi), vorrei sapere dove dovrebbe inviare la documentazione, tempi e costi dell'operazione. ù
    Il tutto ovviamente deve essere eseguito prima dell'atto.

    Grazie delle informazioni
     
  4. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Se ho capito bene: vuoi comperare un appartamento che originariamente era un sottotetto.Il sottotetto è stato condonato,quindi il Comune ha rilasciato o rilascerà la concessione in sanatoria. Al catasto dovrebbe risultare come appartamento,nel caso non lo sia basta accatastarlo con la nuova destinazione,ma credo che sia stato già fatto perchè il Comune lo pretende. Non capisco il nesso con la conservatoria dei registri immobiliari.
    Se hai la concessione in sanatoria e la scheda catastale aggiornata è tutto a posto per l'atto notarile.
    Se manca la scheda,orientativamente con 600 euro la si aggiorna.
     
  5. erry121

    erry121 Ospite

    Da quello che ho capito dai controlli del notaio, manca proprio quella scheda catastale aggiornata. Ad ogni modo sono fatti del venditore che deve farsi carico di tutti gli oneri.

    Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina