1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Leggo sul Sole 24ore una precisazione su quanto in oggetto. Si riferisce agli alloggi locati a non residenti.

    Chiedo se un comodatario non residente nell'alloggio che conduce gratuitamente, avendo intestata la fornitura luce e gas debba comunque pagare il canone se possiede l'apparecchio. Oppure comunicare
    l'assenza dello stesso all'ADE.
    Io credo di sì. Il grande giornale economico sosterrebbe il contrario ove la residenza effettiva fosse ancora con i genitori che naturalmente pagano il canone. Cosa ne pensate??? Grazie. quiproquo.
     
  2. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Penso che il canone si paga sulla fattura riferita ad un contratto di fornitura luce per un immobile ove il titolare del contratto stesso risiede.
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La I° utenza intestata ad una persona è già di per se un motivo di addebito del canone.
    Da chiarimenti, scade il 16 maggio la possibilità di fare le raccomandate all'agenzia delle Entrate o per via telematica, dove scaricarsi i vari obblighi. Dicevo, un soggetto che ha una utenza elettrica diventa, in teoria, utilizzatore di canone RAI. Sempre in teoria lo stesso soggetto che ha una II° casa di vacanza, il suo codice fiscale viene riconosciuto e non gli si addebita il canone sulla II° utenza. Questa la teoria, poi staremo a vedere cosa succederà.
     
  4. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie Adriano. Quindi il comodatario a Milano, risultante ancora residente a Roma con i genitori, avendo attivato a suo nome la fornitura del Gas e della Luce, magari con lo stesso fornitore, in mancanza della comunicazione all'ADE entro il 16 maggio, dovrà pagare il canone che abbia o non abbia il televisore.
    Quindi: correre, correre, correre...i tempi per i cittadini sono sempre stretti
    a fronte dei tempi larghi, larghissimi dell'apparato pubblico...poco pubblico...
    Sic! qpq.
     
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Risiede...senza residenza "anagrafacata..." Grazie anche a te. qpq.
     
  6. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un nucleo familiare composto da A e B possiede due immobili, X e Y, dei quali A e B sono i cointestati. Sia A che B risiedono nell'immobile X. L'utenza elettrica dell'immobile X è intestata ad A, quella dell'immobile Y a B. In passato è stato sempre pagato il canone RAI, attualmente intestato ad A.
    Mi confermate che per evitare una duplicazione del canone non bisogna presentare alcuna dichiarazione (visto che il contratto dell'utenza elettrica dell'immobile Y non è di tipo "residente")?
     
    Ultima modifica: 16 Maggio 2016
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    In teoria si! ma chi ti garantisce sulla efficienza della burocrazia, oltretutto in fase di avviamento e con la voracità degli Enti coinvolti?
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho inviato il quesito ad un ente xyx...in questo modo:
    In mancanza della residenza anagrafica nello stabile per il quale è stata attivata
    la fornitura luce per uso non residenziale dovrebbe essere automatico il non
    inserimento del canone nella bolletta di tale fornitore???
    Risposta: inviaci prima 10 euro...Contro risposta solo virtuale di Quiproquo:
    andatevi a farvi Fot....re...Non mi avrebbero ccappitto...salutissimi. qpq
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  9. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dunque secondo te è conveniente che, nel caso che ho esposto, sia comunque inviata la dichiarazione (compilando il campo C)?
     
  10. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    NO ma se ci fosse un arbitrario addebito di ricadrà l'onere di farti valere.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
    E la dichiarazione sostitutiva che il canone non deve essere addebitato nell'utenza elettrica intestata al dichiarante, in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica, avviene compilando il quadro B. Non esiste un "campo C".
     
  12. wmar

    wmar Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sì, certo, hai ragione. Grazie per la precisazione.
     
  13. Dario®

    Dario® Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non riesco a capire come affrontare questa casistica:

    Sono già residente in un immobile di proprietà, per il quale ho chiesto ed ottenuto l'esenzione perchè non utilizzo e non posseggo l'apparecchio tv.

    Ora andrò ad attivare a mio nome un'altra utenza elettrica in immobile dove non risiedo, per il quale esiste un contratto di comodato d'uso gratuito già registrato all'AdE. (Anche qui non esiste apparecchio tv).

    E' possibile inviare richiesta di esenzione anche se non è l'abitazione di residenza?
     
  14. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Che cosa ti preoccupa tanto?
     
  15. Dario®

    Dario® Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    non mi è chiaro se sono ammesso all'esonero del canone tv per l'immobile in comodato d'uso, nel quale non ho la residenza
     
  16. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Paghi il canone là dove - da proprietario o da inquilino - hai la residenza
     
  17. Dario®

    Dario® Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    in un altro immobile dove ha attivato un affitto residenziale, un mio amico si è trovato il canone in bolletta, ma non ha la residenza (vive con i suoi, dove il proprietario / intestatario non è lui)

    è quindi forse successo che in questo immobile in affitto, essendo la prima volta che il suo codice fiscale figura in un'utenza, hanno supposto che ci fosse la residenza?
     
  18. Hug

    Hug Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Se in una fattura elettrica c'è la qualità "uso domestico NON residente" in quella fattura non ci può essere l'addebito del canone!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina