1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Franz

    Franz Membro Attivo

    Impresa
    ciao a tutti

    a settembre 2010 l'attività di centro massaggi svolta nel mio negozio che avevo dato in affitto viene chiusa per prostituzione

    da allora ho percepito solo 3 affitti, che mi sono preso da un libretto al portatore datomi dal conduttore a garanzia proprio degli affitti: settembre, ottobre, e novembre 2010(la cauzione di 3 mesi che avevo ricevuto era invece di tipo assicurativo)

    nel 2011 non ho percepito nessun canone di affitto, e da due settimane, dopo procedura di sfratto, ho riavuto indietro le chiavi del negozio, che ora stò affittando

    la mia commercialista dice che siccome il contratto è stato in essere, almeno fino alla data di sentenza di sfratto(maggio 2011) ci devo pagare le tasse

    possibile che io devo pagare tasse su qualcosa che non ho percepito?

    esiste una procedura per non pagare tasse su ciò che non si è percepito(nel mio caso i canoni del mio negozio nel 2011)?
     
  2. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    Ho vissuto un caso analogo e affittando ad una società inclusa i.v.a..... HO PAGATO!!!!!!

    all'epoca mi era stato detto questo:

    allo stato NON interessa che tu non percepisca l'affitto o debba anticipare i.v.a. su quello che NON hai inassato... perchè, nell'eventualità in cui tu facessi causa e dopo 5-10 anni di causa ritornassi in possesso delle somme non percepite lo stato non sarebbe in grado di riscuotere (o di controllare) dandoti di fatto la possibilità di omettere la riscossione in dichiarazione...
    risultato? OLTRE IL DANNO LA BEFFA!

    P.S. nel mio caso non sono riuscito nemmeno a rivalermi sulla polizza..... (2° beffa)
     
  3. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    aimè ,per esperienza diretta, ti dico che finchè non c'è la convalida dello sfratto si intende che il proprietario abbia percepito redditi...quindi paga e mettiti l'animo in pace, che se hai riavuto il locale senza danni e l'hai già riaffittato sei fortunato
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    temo sia una soluzione senza soluzione. almeno in tuo favore. il risultato di tanta evasione variamente avallata a tutti i levelli è che quando lo stato riesce a provare un'entrata da lavoro dipendente o da affitto non molla l'osso neanche se ti lascia in mutande!
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    spero almeno che ai fatto la risoluzione del contratto andando all'agenzia delle entrate con lo sfratto esecutivo in mano consegnando copia, altrimenti devi pagare anche la tassa di registro
     
  6. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    mah, rileggendo cosa ha scritto però mi viene un dubbio: se centra l'autorità giudiziaria e quindi ci sono atti convalidati da pubblico ufficiale questo dovrebbe valere sia ai fini delle imposte che della fine del contratto (per cui dovresti segnalare la risoluzione ma non dovresti pagare l'imposta di 67 euro).
    quando ho avuto problemi in tal senso ho fatto l'unica cosa possibile per essere certo, cioè sono andato all'agenzia delle entrate in cui avevo registrato il contratto a parlare con un dirigente: e se nel primo quarto d'ora questa non aveva capito nulla, con un po' di pazienza sono riuscito a farmi ridare i soldi che mi spettavano.
    Io ti direi di fare così, alla peggio non ci cavi nulla: ma mi raccomando mantieni la calma!
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    io ho chiesto il rimborso delle 67€. versate presentandomi con lo sfratto esecutivo in mano hanno voluto una copia mi hanno fatto fare la domanda di rimborso, dopo 7 gg. risposta negativa, cioè nessun rimborso:shock:
     
  8. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    un credito di imposta è emessa quando la sentenza di sfratto diventa esecutiva (si deve inviare una copia al fisco insieme alla dichiarazione del reddito)
     
  9. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    a me nello stesso caso non hanno fatto pagare, dicendo che era valevole lo sfratto e che quindi serviva solo la comunicazione della risoluzione. Misteri...
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    e siamo in una italia unita, ma fda che cosa se ogni ade la gira come vuole. sembrano dei dittatori, e non vogliono essere ripresi se commettono errori non lo ammettono MAI.
     
  11. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    I 67 euro per fine anticipata del contratto locativo sono dovute da colui che mette fine al contratto ed, in ogni modo, sia il proprietario che il conduttore essendo entrambi responsabili del versamento, se colui a cui incombe il pagamento non ha pagato è naturalmente l altro che deve farsene carico. E lo sfratto esecutivo può anche prevedere -se espressamente richiesto- il rmborso di tali spese aggiuntive
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina