• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pippodoc

Membro Attivo
Proprietario Casa
Con il precedente amministratore abbiamo concordato verbalmente l'affitto dell'ex locale serbatoio gasolio della caldaia in precedenza già locato, sempre verbalmente, ad uso magazzino
in pratica siamo subentrati al precedente inquilino
a nostre spese abbiamo messo in sicurezza il locale (ormai ridotto a topaia) rifacendo i pavimenti e isolando il tubo di eternit di scarico acque luride
adesso abbiamo cambiato amministratore ,dobbiamo rifare il contratto ?
molti condomini ,visto che la topaia è stata resa agibile, hanno messo gli occhi su questo locale e stanno facendo pressione sull'amministratore per poterne usufruire
sappiamo che è problematico l'acquisto (ci vuole la maggioranza dell'assemblea ,vero?) quindi vorremmo essere certi di non dover sgombrare da un giorno all'altro
grazie
 

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Concordare verbalmente equivale a non concordare.
Il locale oggetto del quesito rientra tra le parti comuni dell'edificio; pertanto, la decisione di locarlo spetta all'assemblea (che deve deliberare su specifico punto all'ordine del giorno).
Se la durata della locazione è superiore ai nove anni è necessaria l'unanimità (art. 1108 Cod. civ.), altrimenti sono sufficienti le maggioranze prescritte dall'art. 1136.
Il contratto dovrà essere sottoscritto dall'amministratore, quale rappresentante legale del condominio, in base alle codizioni stabilite dall'assemblea. Il canone di locazione dovrà essere versato sul conto corrente intestato al condominio e poi ripartito tra i condomini in base ai millesimi. Sempre in base ai millesimi, i condomini dovranno soopportare le spese di registrazione del contratto.
Il corrispettivo della locazione e gli oneri accessori dovranno essere esposti nel rendiconto consuntivo.
 

pippodoc

Membro Attivo
Proprietario Casa
innanzi tutto ringrazio per la risposta
sarà meglio ccercare di capire è stato fatto il contratto con il precedente amministratore
so che in una riunione di condominio è stato chiesto chi voleva il locale e nessuno rispose tranne mio marito, tutti d'accordo, poi non so se l'amministratore abbia registrato il contratto
noi paghiamo regolare canone annuale che ,con il precedente amminsitratore, veniva riportato sul foglio consuntivo
è sufficiente ??
grazie
 

pippodoc

Membro Attivo
Proprietario Casa
TELEFONATO PRECEDENTE AMMINSITRATORE C'è UNA DELIBERA ASSEMBLEARE
quindi devo cercarne la copia negli atti del condominio e capire i termini del contratto
in qs caso con il nuovo amministratore è tutto a posto ? :domanda:
grazie
 

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Prenda visione della precedente delibera e chieda di estrarne copia. Il contratto deve essere stato registrato, quindi lei dovrebbe anche aver pagato per la registrazione ed essere in possesso della copia del contratto stesso.
Mi chiede se con il nuovo amministratore è tutto a posto. Le spiego: il contratto viene sottoscritto tra lei e il condominio, per una determinata durata. Se nell'arco di tempo previsto l'amministratore cambia, il contratto rimane in essere. L'importante è che i documenti che attestano la locazione siano conservati dal condominio (quindi "consegnati" dal vecchio al nuovo amministratore) e da lei.
 

pippodoc

Membro Attivo
Proprietario Casa
chiederò al precedente amministratore quello nuovo, purtroppo, è solo di facciata, per permettere ad alcuni condomini di fare quello che vogliono (è da settembre che non abbiamo notizie dell' ammnistratore nuovo:shock:gni problema è il vostro problema è il suo motto )
se il contratto non è stato registrato posso farlo ora ?
a mie spese,ovvio
grazie
 

Manuela Fragale

Nuovo Iscritto
Amministratore di facciata? Scherziamo?! Guardi che l'amministratore ha delle responsabilità rilevanti!

Come detto in precedenza, il locale oggetto del quesito rientra tra le parti comuni dell'edificio; pertanto, la decisione di locarlo spetta all'assemblea (che deve deliberare su specifico punto all'ordine del giorno). Se la durata della locazione è superiore ai nove anni è necessaria l'unanimità (art. 1108 Cod. civ.), altrimenti sono sufficienti le maggioranze prescritte dall'art. 1136. Il contratto dovrà essere sottoscritto dall'amministratore, quale rappresentante legale del condominio, in base alle codizioni stabilite dall'assemblea. Il canone di locazione dovrà essere versato sul conto corrente intestato al condominio e poi ripartito tra i condomini in base ai millesimi. Sempre in base ai millesimi, i condomini dovranno sopportare le spese di registrazione del contratto.
 

pippodoc

Membro Attivo
Proprietario Casa
continuando ad avere problemi per l'uso di questa cantina ho scoperto che esiste regolare delibera assembleare, che i pagamento affitto sono inseriti nelle entrate condominiali ma manca la registrazione
in compenso l'amministratore (sottolineo di facciata ..u un amministratore che vede infiltrazioni d'acqua e una crepa lunga un metro e non interviene , permettendo ad un condomino di buttarci su un po' di cemento..) ci ha tolto la cantina per darla in uso ad un altro condomino che ha "regalato la sua cantina" per lo scolo delle acque del tubo di fogna che perde (così si è risolto il problema tubo) il tutto con delibera assembleare ma senza che questo fosse all'ordine del giorno ....
noi vorremmo "comprare" la cantina ,fare i lavori di riparazione del tubo e tenerci la cantina ..è possibile ?'
 

brinnemar

Nuovo Iscritto
Certo questo dialogo che procede da due anni circa è veramente singolare........chissà perchè le cause durano decenni!!::::)))))
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto