• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno, durante una permuta fra membri della mia famiglia riguardo due appartamenti nello stesso condominio (Appartamento 1 e appartamento 5), venendo noi in possesso dell'appartamento 1(abitato da molti anni addirittura dai miei bisnonni) il notaio ci ha fatto notare che oltre alla cantina di cui eravamo a conoscenza, l'interno 1 ne avrebbe un'altra, segnalata in una seconda pagina della visura dell'appartamento 1.Oggi abbiamo scoperto che tale cantina è occupata da terzi, e in quanto molto peculiare (4 finestre e luce diretta), non può che essere quella descritta sulla nostra visura. Vi chiedo se è possibile che la stessa cantina possa trovarsi su due visure catastali differenti facenti capo a due subalterni diversi. Grazie in anticipo
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
No, ma se è occupata da terzida oltre 20 anni non credo possiate più rientarrne in possesso.... però potreste costringere chi la occupa a intestarsela dopo una causa di usucapione e quindi iniziare a evitare di pagarci sopra le tasse.
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Però perdonami, se loro non avessero la cantina nella loro visura(come infatti credo sia molto probabile) scatta l'usucapione per forza anche se loro non lo hanno richiesto? E se lo avessero fatto ipoteticamente anni fa, perché risulta ancora catastalmente nella nostra visura?
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Semplicemente perché non sapevamo di averla! La permuta che ci ha fatto conoscere la faccenda è di pochi mesi fa.
Se questi terzi hanno usucapito, non diventa di loro proprietà? E quindi perché il notaio ancora sei mesi fa ci ha allegato la visura della Cantina?
Giusto da capire, se questi terzi non avessero mai fatto richiesta di usucapione sarebbe comunque loro? Grazie
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Inoltre mi hanno appena detto che essendo le tasse su tutto l'appartamento(e quindi comprendenti anche le cantine) non si sa se era inclusa o meno, quindi potrebbe anche darsi. Più che altro ribadisco :se gli occupanti non hanno mai fatto richiesta di usucapione come sarebbe la situazione?
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Però perdonami, se loro non avessero la cantina nella loro visura(come infatti credo sia molto probabile) scatta l'usucapione per forza anche se loro non lo hanno richiesto? E se lo avessero fatto ipoteticamente anni fa, perché risulta ancora catastalmente nella nostra visura?
ma le visure catastali attribuiscono la proprietà di un bene ?
Da quando la visura conferisce titolo di proprietà ?

La cantina in questione di chi è ? ossia quella cantina voi la tenete indicata in un titolo di proprietà come: rogito o affine ?
Fatto salvo l'usucapione ventennale .......
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Il notaio durante la permuta dei nostri due appartamenti ci ha mostrato la piantina catastale : all'appartamento 1 corrispondono 2 cantine. La permuta è stata effettuata pochi mesi fa. Quello che non capisco è : si deve compiere azione formale di usucapione per usucapire legalmente e per sempre ? E se sì, può essere possibile che il notaio solo qualche mese ci abbia mostrato la piantina annessa all'immobile, se questo bene è stato legalmente usucapito ?(sempre in riferimento alla domanda precedente)
Concludo dicendo che mi hanno riferito or ora, che la parte terza occupante, a differenza nostra, non abita lì, per cui il possesso continuativo non c'è stato (in quanto non la hanno mai usata, addirittura provando ad affittarla, credo che per consuetudine la si ritenesse loro, ma non vi hanno mai riposto alcunché dentro)... ciò cambia eventualmente qualcosa? (tralasciando le mie precedenti domande)
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Chi è il proprietario materiale di quella cantina ?
Tale proprietari in che modo DIMOSTRA di esserne il reale possessore / proprietario ?

questo prescinde dal contesto di usucapione.
hai solo parlato di presenza in visura.......NON hai detto di esserne il proprietario !!!
 
Ultima modifica:

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Però questo occupante dice che è suo in base a cosa? Cioè se catastalmente è attribuito al mio subalterno, lui non dovrebbe avere una cosa analoga?
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Mi sono reso conto di un errore madornale del titolo : la cantina non è su due visure, è solo sulla nostra. Chiedo ancora : per essermi tolta la proprietà definitivamente, questo tale deve aver formalizzato l'usucapione da qualche parte?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Mi sono reso conto di un errore madornale del titolo : la cantina non è su due visure, è solo sulla nostra. Chiedo ancora : per essermi tolta la proprietà definitivamente, questo tale deve aver formalizzato l'usucapione da qualche parte?
Mi sa che ci sia molta confusione sia in quello che sai dei fatti concreti che della teoria.

Partiamo da quest'ultima.
L'usucapione si concretizza non appena sono decorsi 20 anni di "possesso" continuo ed incontestato di un bene immobile di proprietà altrui.
Nulla potrà "alterare" tale fatto salvo l'improbabile caso che l'occupante restituisca o abbandoni il possesso.

L'eventuale procedimento giudiziario serve solo a "formalizzare" l'avvenuto Acquisto a Titolo Originario agevolando la gestione della proprietà.

La "confusione" catastale andrebbe chiarita perché i casi potrebbero essere diversi.
Magari l'attuale "possessore" ha un atto (rogito) nel quale risulta che tale "cantina/ripostiglio" sia di pertinenza alla sua abitazione.
L'errore sarebbe cioè al contrario di quanto presumi: al catasto hanno iscritto a voi quanto gli apparteneva (può capitare quando si acquista tutti dal produttore).

Oppure, se vi sono stati parecchi "passaggi di proprietà", gli attuali possessori (o chi li abbia preceduti) hanno acquistato da un precedente proprietario con errata/mancata trascrizione catastale.

Prima di lanciare accuse basandoti sulla tua o loro "visura" vanno verificati tutti i rogiti.
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Ok, ma se io dessi il diniego? Ora che ne sono a conoscenza intendo.
L'usucapione, detto in parole semplici, è un modo di acquisto della proprietà fondato sul perdurare per un determinato periodo di tempo del possesso su di un bene.
Se è già passato il tempo necessario ( venti anni), l'usucapione si è verificata, e la cantina non è più vostra (a meno che chi l'ha posseduta non avesse animo di diventarne proprietario, e la usasse senza voler vantare diritti). Ma non pare il vostro caso.
Una eventuale sentenza sarebbe solo dichiarativa dell'avvenuto acquisto.
Il tuo diniego non avrebbe nessun valore, a cose fatte.
Concludo dicendo che mi hanno riferito or ora, che la parte terza occupante, a differenza nostra, non abita lì, per cui il possesso continuativo non c'è stato (in quanto non la hanno mai usata, addirittura provando ad affittarla, credo che per consuetudine la si ritenesse loro, ma non vi hanno mai riposto alcunché dentro)... ciò cambia eventualmente qualcosa? (tralasciando le mie precedenti domande)
Per concretizzarsi il possesso continuativo, è sufficiente che l'abbiano tenuta chiusa a chiave, senza che nessun altro potesse usarla.
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Il palazzo è di fine ottocento per cui non credo che sia il discorso di acquisto dal produttore. Inoltre questo tale non ha un appartamento nel palazzo, ma solo un negozio. Nel caso lui non avesse visura di questa cantina, come dovremmo comportarci? Preciso che a quanto mi hanno detto l'occupante la affittasse sporadicamente a sua volta : non la usava lui, e anzi a lungo non è stata utilizzata da nessuno. Il problema che noi con una permuta abbiamo scoperto dal rogito dal notaio che il nostro appartamento consta di due cantine, con relative piantine connesse con il nostro appartamento,e solo ora.
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
L'usucapione, detto in parole semplici, è un modo di acquisto della proprietà fondato sul perdurare per un determinato periodo di tempo del possesso su di un bene.
Se è già passato il tempo necessario ( venti anni), l'usucapione si è verificata, e la cantina non è più vostra (a meno che chi l'ha posseduta non avesse animo di diventarne proprietario, e la usasse senza voler vantare diritti). Ma non pare il vostro caso.
Una eventuale sentenza sarebbe solo dichiarativa dell'avvenuto acquisto.
Il tuo diniego non avrebbe nessun valore, a cose fatte.

Per concretizzarsi il possesso continuativo, è sufficiente che l'abbiano tenuta chiusa a chiave, senza che nessun altro potesse usarla.
Capisco, ma vedi al 2019 il notaio al rogito ci ha allegato la piantina di due cantine. Se lui avesse formalizzato l'usucapione, la cantina potrebbe risultare ancora nostra? Cioè allora l'occupante non vi ha mai pagato le tasse presumo, se risulta al rogito essere mia, e a lui non risulta nel suo rogito.
 

Clao

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Tanto per capire, se lui non ha formalizzato la cosa, e l'ha occupata abusivamente, e non ha al rogito nulla, io posso rientrarne in possesso?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fiorenza ha scritto sul profilo di Sonia Roma.
L'Avv. Vincenzo Morganti con studio legale a Roma afferma che la spesa è a carico del nudo proprietario trattandosi di spesa straordinaria.
Laura56 ha scritto sul profilo di Pizzi.
Ciao Pizzi, ho trovato una tua vecchia discussione, dato che mi trovo nella tua situazione, ti posso chiedere info? Grazie
Alto