1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pinco45

    pinco45 Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,
    mi accingo a vendere privatamente un appartamento in Roma e vorrei passare subito a fissare il compromesso una volta ricevuta dal probabile acquirente la sua manifestazione d'interesse .

    Chiedo un assegno a titolo di caparra ...ma che tipo di ricevuta lasciare ? Esiste per caso un modulo ?
    L'assegno deve essere intestato al proprietario (che e' mia moglie e con la quale sono in regime di comunione di beni) anche se saro' io a fare tutta la vendita e a ritirare l'assegno ?

    Grazie per il vostro aiuto....
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    In caso di imminente accordo di vendita con il potenziale acquirente dovrai trovare l'accordo, di andare a rogitare subito, con l'acquirente, non essendo facile imporre una tua volontà, unilaterale. Detto ciò stenderai un testo di preliminare, più o meno semplificato, (vedi internet per fac simile) e la caparra che ti rilasceranno dovrebbe essere rilasciata a nome di tua moglie (coerenza tra proprietaria e corrispettivo di caparra/acconto) poi se trovi un potenziale acquirente "sprovveduto" che intesta a te...... (come dire che in fiducia si fa tutto) Il preliminare, duplice copia, con riportato l'importo della caparra, sottoscritto da entrambe le parti, diverrà anche ricevuta a favore dell'acquirente. La tua presenza "operativa" nulla può fare senza le firme di tua moglie, salvo che tu non abbia una procura di Lei, notarile, o generale o mirata alla vendita dell'immobile.
     
  3. pinco45

    pinco45 Nuovo Iscritto

    Mille grazie per la risposta. Io ho Gia ' preparato il compromesso...volevo sapere come dare una ricevuta ad un assegno (intestato al propietaro) che mi faro' consegnare a titolo di caparra giorni prima del compromesso....grazie per la risposta...:)
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Il compromesso citerà l'acconto, gli estremi dell'assegno e sarà scritto circa così "si fissa in € ... la caparra .... che tizio versa in data odierna e che Caio con la sottoscrizione della presente rilascia quietanza"
     
  5. pinco45

    pinco45 Nuovo Iscritto

    Grazie GURU , infatti il compromesso e' gia' pronto con queste diciture.
    Volevo sapere se c'e' qualche forma per far versare l'assegno a me in giorni antecedenti il compromesso.
    Le A.I. in genere usano la P.d.A. in cui loro tengono a deposito l'assegno che poi,a proposta accettata, versano al proprietario per diventare caparra confirmatoria.
    Vorrei utlizzare questa forma (senza p.d.a.) dando una ricevuta nella quale si dice che ricevo una caparra confirmatoria in nome e per conto del proprietario in quanto coniuge in comunione dei beni a valere sull'acquisto dell'appartamento tal dei tali il cui prezzo e' tal dei tali.....Ma non so' se questa forma e' corretta o se ne esiste una migliore . Il problema nasce dalla malattia di mia moglie che non puo' muoversi con facilita' e vorrei quindi eliminare il piu' possibile i suoi interventi (che saranno obbligatoriamente compromesso e rogito).
    Grazie
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dunque, gli A.I. trattengono l'assegno in attesa di accettazione, ma nel tuo caso, alla firma contestuale, rilasci la ricevuta. Nel caso della consorte malata, o fai venire in casa a firmare in sua presenza e apporrà la firma, poi l'assegno te lo gira e lo verserai. Diversamente se non vuoi che tua moglie presenzi per problemi di salute, la cosa si complica. O spieghi la situazione e quindi scriverai che intervieni per nome e per conto di tua moglie, facendole poi apporre anche la sua firma e garantendo che all'atto definitivo interverrà anche Lei, o diversamente devi farti fare una procura.
     
  7. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    La dazione di somme dal futuro acquirente alla venditrice va indicata nel compromesso in un apposito e decisivo articolo relativo al prezzo concordato e ciò è sufficiente per l'avvenuto pagamento, potrà poi rilasciare a costui una fotocopia dell'assegno sottoscritta per ricevuta del medesimo.
    Avv. Luigi De Valeri :daccordo:
     
    A pinco45 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina