1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Carta bianca

Discussione in 'Pausa Caffè' iniziata da Antonio Azzaretto, 1 Maggio 2010.

  1. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Zinker scrive.........

    Se l' uomo della strada fosse alla ricerca del proprio io, quali pensieri-guida troverebbe per cambiare la propria esistenza?

    Forse scoprirebbe che il suo cervello non è ancora morto, che il suo corpo non è ancora inaridito e che, in qualunque situazione si trovi, è ancora l' artefice del proprio destino.

    Può cambiare questo destino prendendo la decisione di cambiare seriamente se stesso, combattendo le sue meschine resistenze al cambiamento e la paura, imparando a conoscere meglio la propria mente, provando a comportarsi in modo da soddisfare i suoi veri bisogni, compiendo atti concreti anzichè limitarsi a vagheggiarli.....
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Don Juan dice.........

    Ogni strada è soltanto una tra un milione di strade possibili.

    Perciò dovete sempre tenere presente che una via è soltanto una via.
    Se sentite di non doverla seguire, non siete obbligati a farlo in nessun caso.
    Ogni via è soltanto una via.

    Non è un affronto a voi stessi o ad altri abbandonarla, se è questo che vi suggerisce il cuore.
    Ma la decisione di continuare per quella strada, o di lasciarla, non deve essere provocata dalla paura o dall' ambizione.

    Vi avverto:
    Osservate ogni strada attentamente e con calma. Provate a percorrerla tutte le volte che lo ritenete necessario.
    Poi rivolgete una domanda a voi stessi, e soltanto a voi stessi.

    Questa strada ha un cuore?

    Tutte le strade sono uguali. Non conducono in nessun posto.
    Ci sono vie che passano attraverso la boscaglia, o sotto la boscaglia.

    Questa strada ha un cuore?

    E' l' unico interrogativo che conta.
    Se ce l' ha, allora è una buona strada.
    Se non ce l' ha, è da scartare.
     
  3. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Alla mia età il segreto della vita ha due profili:
    A) Mio padre mi ha passato un testimone, come in una corsa di staffetta, e la mia tratta di percorso è per metà fatta. Come ogni concorrente di una staffetta, questo darà il suo contributo se sarà stato utile, se sarà riuscito a correre un po' più dell'avversario o sarà stato meno utile se avrà accumulato ritardo. In quel testimone, comunque, mio padre mi ha passato un esempio di vita, cultura, educazione, un modo di pensare e per sino di essere genitore a mia volta. Scusate ma devo continuare a correre!
    B) La coerenza nella vita è tutto, se girandomi in dietro, trovo che sono stato abbastanza coerente, mi consolo che non ho fatto molti errori.
     
  4. Il Custode Guardiano

    Il Custode Guardiano Custode del Forum Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Parole molto sagge Adriano :applauso:
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  5. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Un guerriero della luce non conta solo sulle proprie forze.
    Usa anche l' energia dell' avversario.
    Quando inizia il combattimento, tutto ciò che possiede è l' entusiasmo, e i colpi che ha appreso durante l' addestramento.
    A mano a mano che procede nella lotta, scopre che l' entusiasmo e l' addestramento non sono sufficienti per vincere: è necessaria l' esperienza.
    Allora egli apre il suo cuore all' Universo, e chiede a Dio di ispirarlo, affinchè ogni colpo del nemico diventi una lezione di difesa per lui.
    I compagni commentano:
    "Com' è supertizioso. Ha interrotto la lotta per pregare, e rispetta i trucchi dell' avversario".
    A queste provocazioni il guerriero non risponde.
    Sa che, senza ispirazione ed esperienza, non c' è addestramento che dia risultato.
     
  6. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    La famiglia si accomodò ad un tavolo del ristorante.
    La cameriera raccolse prima le ordinazioni degli adulti
    e poi si rivolse al piccolo di sette anni:

    "Tu cosa prendi?", gli domandò.

    Il bambino si guardò intorno timidamente
    e disse: "Vorrei un panino con la salsiccia".

    La cameriera non aveva ancora iniziato a scrivere
    quando la madre del piccolo la fermò.

    "Macchè panino", disse "gli porti una bistecca
    con carote e purè di patate".

    La cameriera non le fece caso e chiese al ragazzino:
    "Come lo vuoi il panino, col Ketchup o con la senape?".

    "Ketchup!".

    "Arrivo in un minuto", disse la cameriera
    mentre ritornava in cucina.

    A tavola erano tutti ammutoliti per lo stupore.
    Alla fine il bambino fissò ad uno ad uno tutti i presenti
    ed esclamò:

    "Lei crede che io sia davvero un bambino!".


    "Come stanno i tuoi figli?".
    "Stanno benissimo tutti e due, grazie".
    "Quanti anni hanno?".
    "Il medico tre e l' avvocato cinque".
     
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La vera storia di Adamo e d'Eva (versione maschilista)
    Adamo, solo e triste, si aggirava nell'eden sconsolato. Allora il Signore gli chiese cosa avesse e il perchè di tanto sconforto. Adamo, piagnucolando gli descrisse la solitudine in cui si trovava. Dio, mosso da compassione, gli promise di dargli una compagna e comincio a decantarla ad Adamo: "Ella ti procurerà cibo, cuocerà per te le pietanze più golose, ti raccoglierà le vesti e le rinfrescherà, non discuterà mai le tue decisioni ma anzi sposerà le tue idee ed iniziative, avrà cura e si occuperà della tua prole. Non ti contraddirà mai, ammetterà i suoi torti. Non avrà mai mal di testa e ti donerà amore e passione a volontà." Adamo, esterefatto di tutto questo ben di "Dio" e subdorando la fregatura si premura a chiedere cosa sarebbe costato questa meraviglia. Il Signore, lapidario: "una gamba ed un braccio!" Adamo vacilla, pensa un po' e .... "Umh.. e ...senti, e ... per una costola cosa mi dai?" IL RESTO E' STORIA NOTA!
     
    A Guardiano piace questo elemento.
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La vera storia di Adamo ed Eva (versione femminista)
    Eva, si aggirava triste e sconsolata per l'Eden. Dio le si avvicina e domanda la causa di tanta tristezza. Eva riconosce che li è tutto molto bello, che la temperatura è quasi perfetta, che i colori, i materiali, sono praticamente quelli giusti, ma ...si sente molto sola. Dio, mosso da compassione, promette di creare Adamo e va ad illustrarlo: "Sai, Adamo, è un uomo e come tale è molto vanesio, egocentrico, spesso si auto compiace inutilmente, egoista per natura, e d'altronde non è nemmeno molto intelligente, pensa che ama molto correre dietro ad un pallone tirandogli calci, da un punto all'altro di un campo. Però, Eva, siccome ti ho già spiegato che ad Adamo piace auto compiacersi mi devi giurare che gli farai credere di essere stato creato prima di te, che lui è venuto al mondo per primo, e questo Eva deve rimanere il nostro segreto, un segreto da donna a donna, intesi Eva?"
     
    A Guardiano e Alessia Buschi piace questo messaggio.
  9. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Quando il guru si sedeva per le funzioni religiose, ogni sera arrivava il gatto del santuario e distraeva i fedeli.

    Così egli ordinò che durante le funzioni serali il gatto venisse legato.

    Molto tempo dopo la morte del guru si continuava a legare il gatto durante le funzioni serali.

    E quando alla fine il gatto morì, portarono al santuario un' altro gatto per legarlo debitamente durante le funzioni serali.

    Secoli dopo i discepoli del guru scrissero dotti trattati sul ruolo essenziale di un gatto in ogni funzione correttamente condotta.
     
  10. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Dotti trattati poi messi in discussione dalla lega per la protezione degli animali, con grande scandalo dei discepoli del guru.
     
  11. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    ...dopo il gelato, prima del lavoro,

    Abba Poemen chiese ad Abba Antonio:

    "Cosa dovrei fare?"

    L' anziano disse:

    "Non avere fiducia nella tua rettitudine,
    non preoccuparti di una cosa una volta
    che l' hai fatta, controlla la tua lingua
    e il tuo stomaco".
     
  12. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Era un uomo difficile.

    Pensava ed agiva in modo diverso da tutti noi. Metteva in discussione ogni cosa.

    Era un ribelle, un profeta, uno psicopatico, o un eroe?

    "Chi può dire la differenza?", dicevamo.

    "E che importa ad ogni modo?"

    Così lo socializzammo.

    Gli insegnammo ad essere sensibile all' opinione pubblica e ai sentimenti altrui.
    Facemmo sì che si conformasse.

    Ormai era piacevole vivere con lui.

    Si era inserito.

    Ciò che avevamo realmente fatto era stato insegnargli a vivere secondo le nostre aspettative.

    Lo avevamo reso controllabile e docile.

    Gli dicemmo che aveva appreso il self-control.

    Ci congratulammo con lui per l' acquisita padronanza di sè.

    Anche lui iniziò a congratularsi con se stesso.

    Non si rendeva conto che eravamo stati noi a conquistare lui.


    Un omone entrò nella stanza affollata e gridò.
    "C' è quì un tizio di nome Luigi?"
    Un omino si alzò e disse:
    "Sono io Luigi".

    L' omone quasi lo uccise.
    Gli spezzò cinque costole,
    gli ruppe il naso, gli fece gli occhi neri,
    lo gettò a terra ridotto a uno straccio.
    Poi uscì con passo pesante.

    Dopo che se ne fu andato, vedemmo stupiti
    che l' omino ridacchiava tra sè e sè:
    "Gli ho fatto fare la figura dello stupido",
    si diceva sottovoce.
    "Io non sono Luigi! Ah, ah!".


    Una società che addomestica i suoi ribelli ha trovato la pace.
    Ma ha perso il suo futuro.
     
  13. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Era un uomo difficile.

    Pensava ed agiva in modo diverso da tutti noi. Metteva in discussione ogni cosa.

    Era un ribelle, un profeta, uno psicopatico, o un eroe?

    "Chi può dire la differenza?", dicevamo.

    "E che importa ad ogni modo?"

    Così lo socializzammo.

    Gli insegnammo ad essere sensibile all' opinione pubblica e ai sentimenti altrui.
    Facemmo sì che si conformasse.

    Ormai era piacevole vivere con lui.

    Si era inserito.

    Ciò che avevamo realmente fatto era stato insegnargli a vivere secondo le nostre aspettative.

    Lo avevamo reso controllabile e docile.

    Gli dicemmo che aveva appreso il self-control.

    Ci congratulammo con lui per l' acquisita padronanza di sè.

    Anche lui iniziò a congratularsi con se stesso.

    Non si rendeva conto che eravamo stati noi a conquistare lui.


    Aveva i capelli incatramati?
     
  14. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Raj Patel scrive,

    Non è cercando individualmente la felicità che riusciremo a trovarla; essa potrà scaturire soltanto dalla libertà di vivere insieme e di partecipare a quella politica democratica che ci aiuterà a dare il giusto valore al nostro futuro comune.
     
  15. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Viaggiare:

    - il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina. Sant'Agostino

    - Le persone non fanno viaggi, sono i viaggi che fanno le persone. John Steinbeck

    - Il senso della ricerca sta nel camminare e non nella meta, il fine del viaggiare è il viaggio stesso e non l'arrivare. Tiziano Terenzani
     
  16. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Una ditta di mobili, inviò questo messaggio ad uno dei suoi clienti:

    "Caro Sig. Rossi, che cosa penserebbero i suoi vicini se vi mandassimo un camion a riprendere i mobili che non avete ancora pagato?".

    Questa fu la risposta......

    "Spettabile azienda, ho esaminato la faccenda con i miei vicini per scoprire che cosa pensassero.

    Sono tutti d' accordo nel dichiarare che sarebbe un tiro meschino, degno di una ditta da quattro soldi!".
     
  17. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Disse Abba Antonio:

    "Verrà il tempo in cui la gente diventerà folle,
    e quando vedranno qualcuno che non lo è,
    lo insulteranno dicendo:

    Sei pazzo perchè non sei come noi!".
     
  18. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    La mia capanna è su una vetta solitaria
    il mio corpo galleggia tra le nuvole
    al villaggio del fiume, la sera,
    il vento e la luna
    con calma, con il mio bastone solitario
    io busso alla tua porta
    per gli affari del mondo
    il mio cuore non ha piacere
    vicino al letto il fumo denso del tè
    lasciando scorrere
    la lunga notte d' autunno,
    davanti alla finestra a sud
    noi tagliamo la candela
     
  19. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Ci sono momenti della vita in cui non si può fare a meno di partire.

    Si vorrebbe a tutti i costi restare a vivere le piccole cose di ogni giorno, ma l' amore ti chiama, la vita ti cambia i pensieri, il mondo ti cade addosso, e ci si sveglia.

    Con dolore si raccolgono le poche cose che servono per esistere, e si riparte!

    Soltanto dopo ci si accorge che il cambiamento era l' unica cosa possibile.

    Si è contenti di vivere il cambiamento dopo che siamo migliorati.

    Nuovi equilibri ci sostengono e ci rendono le cose più semplici.

    Ma la vita è fatta di equilibri precari.

    Momenti si affollano e si rincorrono ad altri attimi, e noi siamo sballottati tra emozioni contrastanti, fino a che non impariamo a "navigare" attraverso il continuo cambiamento.

    La musica in questo è grande maestra, perchè ci costringe a seguire il tempo e la melodia.

    Il tempo trascorre inesorabile, mentre la melodia ci fa vivere emozioni sempre diverse.

    Sappiamo che la vita un giorno finirà, ma non ne siamo consapevoli fino a che abbiamo attimi da vivere.

    Siamo naviganti che abbiamo paura di prendere il largo, perchè il mare ci spaventa.

    Tuttavia vivere si deve, anche quando non ne troviamo il significato.

    La vita è un soffio di gioia e di dolore...
    ...è un insieme di attimi,
    ....è il grande cuore del mondo!


     
    A e Guardiano piace questo messaggio.
  20. Il Custode Guardiano

    Il Custode Guardiano Custode del Forum Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Un po' di sano Clapton... Grazie era tempo che non lo ascoltavo :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina