1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Buongiorno, ho una casa cointestata con mia sorella al 50% lei ha debiti e la casa potrebbe andare all asta, andrà solo la sua metà o anche la mia metà e poi io sarei liquidata?c è chi mi dice solo la sua e chi mi dice anche la mia!!! Aiutatemi a capire... Grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La tua quota di proprietà non può essere venduta...decidi solo tu.

    Ovviamente devi valutare la convenienza di essere comproprietario con uno sconosciuto.
     
  3. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Ma infatti anche io sapevo così ma ieri un avvocato mi ha detto che adesso potrebbe essere messa tutta all asta e a me verrebbero dati i soldi della vendita!!!!mhaaa... Speriamo bene...grazie
     
  4. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    La casa non è divisibile... Aspetterei l asta per ricomprarla io... Chi comprerebbe una casa cointestata?????
     
  5. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Buongiorno,ho un appartamento non divisibile cointestato con mia sorella al 50%La casa andrà all asta perché mia sorella ha dei debiti , mi chiedevo andrà all asta solo la sua parte o anche la mia è poi verrei liquidata dal ricavato della vendita???
     
  6. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, va all'asta la parte relativa la quota di tua sorella, sino al raggiungimenta del quota debitoria; in ogni caso se giri per il forum, troverai altri quesiti in merito con tanti post che danno delucidazioni interessanti...:)
     
    A Vivic3 piace questo elemento.
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gli avvocati dicono tante cose...ma fanno una professione nella quale almeno la metà alla fine del giudizio ha sempre torto.
    Piuttosto che aspettare l'asta compra direttamente...se disponi delle sostanze.
     
  8. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Ma posso comprare anche se si sta avviando una causa per questa metà di mia sorella?
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Una "causa avviata" non è una sentenza...ma vanno verificati alcuni particolari.
    Più che in un forum devi cercare l' assitenza in loco di Avvocato o Notaio.
     
  10. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Grazie mille dei consigli
     
  11. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    la situazione non è così semplice: il tribunale cerca di evitare di mettere all'asta la quota di comproprietà per evidenti problemi a trovare un acquirente liberamente interessato, cercherà quindi di verificare e la proprietà è indivisibile, come accade per la maggior parte degli appartamenti e a quanto scrivi, così sarà.
    In questo caso il tribunale manderà all'asta l'appartamento per intero, a te spetterà la metà di quanto realizzato. La cosa va valutata con molta attenzione
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se poni 2 volte lo stesso quesito, è difficile seguirlo
     
  13. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non credo (attendo conferma da Nemesys) che il tribunale possa vendere quote di incolpevoli terzi. Caso mai, se sei in grado potresti liquidare a tua sorella i suoi debiti riscattanole la sua parte .
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    All'asta va la sola quota di tua sorella: tu resterai proprietaria della tua parte e credo che avrai il diritto di prelazione a pari prezzo. Comunque probabilmente interverrà Nemesis che è più ferrato e documentato.
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ci ritroviamo! Io ti consiglierei di metterti d'accordo con tua sorella ed andare assieme a lei dal creditore per chiudere direttamente la vicenda senza arrivare all'asta. Non credo sia possibile imporre anche a te la vendita se non hai alcuna colpa nella vicenda. Altrimenti come ti ho già detto potrai accampare il diritto di prelazione.
     
    A Vivic3 piace questo elemento.
  16. Vivic3

    Vivic3 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Scusa griz come può il tribunale mandare all asta la mia metà se io non centro niente con i debiti di mia sorella!!!! Questa cosa non è valida solo per coniugi con comunione dei beni???
     
  17. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    mi riferisco ad un caso di mia conoscenza: proprietà di marito e moglie, in regime di separazione dei beni, dopo richiesta al CTU di definire se la proprietà fosse divisibile, accertato che non lo era, richiesta alla parte libera se volesse intervenire pagando il debito acquisendo la quota dell'esecutato, risposta negativa, il tribunale ha messo in vendita la proprietà per intero, è una procedura ormai praticata per poter collocare al meglio i beni pignorati. Il diritto del soggetto coinvolto viene "tutelato" concedendo la quota parte del valore derivante dalla vendita. E' evidente il perchè delle virgolette e della ragione per la quale scrivo che è una cosa da valutare bene
     
    A Vivic3 piace questo elemento.
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il Tribunale può mettere in asta il 50% della della casa di quota di proprietà di tua sorella, certamente svalutata, sarà difficile abitarla in seguito, e sarà necessario metterla in vendita dividendovi con il nuovo acquirente (assegnatario) il ricavato (se è indivisa però)
     
  19. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Verifica quanti siano i creditori. Con l'accordo di tutti e del debitore si può procedere con un acquisto a stralcio della quota tua sorella (ovvero, ci si mette d'accordo sull'acquisto dell'immobile con il ricavato che va a soddisfare, in via definitiva, i creditori). Qui, però, è bene farsi assistere da un avvocato con competenza sull'argomento.
     
  20. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Un contatto con il creditore senza firmare niente, non ha alcun costo. Differentemente, l'intervento di un legale comporterà l'esborso dei suoi onorari.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina