1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. kirk

    kirk Nuovo Iscritto

    Buongiorno, premetto che non conosco bene la dinamica degli eventi ma in sostanza il nonno dona una casa a un nipote e poi muore (in realtà non sò se hanno fatto una vendita fittizia oppure testamento) possono le sorelle del nipote rivendicare qualcosa? La mia ex non sa essere più precisa, cmq cosa potrebbe fare nel caso:
    1) casa donata
    2) casa ereditata tramite testamento
    3) casa comprata

    grazie a tutti
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Nel caso di casa donata (donazione) o ereditata per testamento gli eventuali eredi esclusi possono sollevare eccezioni in quanto risultano lesi nella loro quota parte di legittima.
    Nel caso invece di vendita la questione è diversa perchè esiste un contratto stipulato in base alle nuove regole che prevedono la tracciabilità della somma esborsata : Non vedo pertanto come possa essere stato effettuato un "contratto fittizio"
    Se poi la somma dichiarata nel contratto corrisponde al vero prezzo reale di mercato del bene chi ha acquistato è in perfetta regola.
     
    A kirk piace questo elemento.
  3. kirk

    kirk Nuovo Iscritto

    esiste un limite di 10 anni dalla morte per contestare la donazione o eredità vero?

    Bè fittizia potrebbe essere " qui davanti a me, Notaio Pinco, le parti dichiarano di aver ricevuto tot milaeruro....., oppure altro caso il nonno da i soldi al nipote tot milaeruro il quale fa assegno circolare dal proprio conto."

    anni fa si faceva così.

    Insisto nel scusarmi per non conoscere le date esatte, sono indeciso se allertare la mia ex di un possibile danno nei suoi confronti.
     
  4. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro Kirk,
    nel caso da te prospettato
    si ritorna alla"tracciabilità" della operazione perché basta richiedere alla banca gli estratti conto del nonno del periodo in cui è stata fatta la compravendita e ,se fosse vero quanto tu dici,dovrebbe uscire un prelevamento quanto meno pari alle somme dichiarate nel contratto. Il notaio incaricato del contratto di compravendita deve annotare nel contratto stesso il passaggio delle somme pattuite
    Poi Non ho capito bene il problema della ex, che salta fuori solo ora.
    Ciao
     
  5. kirk

    kirk Nuovo Iscritto

    Prima di tutto grazie delle dritte,
    la mia ex è la sorella minore del nipote in oggetto e dal nonno non ha avuto niente.
    Tra qualche anno si presenterà il momento di fare i conti con il fratello e altra sorella (dunque in tutto tre nipoti) per la casa dove vivono adesso con i genitori e sono sicuro il fratello maggiore la farà da padrone. Siccome le voglio bene sono indeciso se metterla in guardia dicendo che forse ha diritti anche sulla casa del nonno e di aprire gli occhi già adesso prima che sia troppo tardi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina