1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a Tutti e Ringrazio in Anticipo Chi Vorra' Rispondere

    Ho un appartamento , sito in un Condominio,che avevo intenzione di Vendere, purtroppo fino ad oggi Le parti Comuni Condominiali, NON SONO State "Sanate", poiche' NON Si e Mai trovato un accordo ne' La maggioranza per decidere in tal senso.
    Finalmente avrei trovato un acquirente, che e' stato messo a Conoscenza del fatto ed ha gia' parlato con L'amm.re. CHIEDO.. puo' questo Signore acquistare cosi' com'e' oggi La casa, e decidere di sua sponte di accollarsi le spese future relative a questa regolarizzazione..? Io per essere in regola per il futuro e non avere beghe, cosa devo scrivere nel contratto di Vendita.? E Poi e' vero che si prevede un Condono..in tal senso.? Nel decreto Mille proroghe si parla di questo.argomento.? Oppure No.? Grazie 1000 a Tutti
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Se le difformità riguardano solo le parti condominiali ritengo che tu possa percorrere la strada da te citata, (anche se per dir la verità ci sarà da verificare con il notaio ed il tecnico se dette difformità possono rendere annulabile o addirittura nullo l'atto).

    Pattuire già esplicitamente per scritto anche nella proposta e/o preliminare, nonchè nell'atto di vendita, che la parte acquirente è stata edotta della situazione (specificandola), che l'accetta così com'è e che nulla avrà a pretendere in futuro per le conseguenze di detta situazione.

    Per adesso direi di no.

    Ad ogni modo, sarebbe meglio regolarizzare prima il tutto e se i condomini non sono daccordo fare un denuncia al Comune.
     
    A Stefano Mariano piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    tu vendi la tua proprietà che è a posto catastalmente x quanto riguarda le parti comuni non è un tuo problema ma condominiale, e sara l'amministratore a prooccuparsene, nell'atto il notaio cita la tua proprietà, con in aggiunta parti delle parti comuni, e non le evidenzia pertanto lo puoi fare la vendita con tranquillità ciao adimecasa:daccordo:
     
  4. Betty Boop

    Betty Boop Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    PER ADIMENCASA
    NON Sono d'accordo in quanto Io Vendo si La Mia proprieta' MA Anche un pochino dell Parti Comuni Ch Mi appartengono come Le mura esterne , La Parte esterna Totale dell'edificio L'androne L'ascensore..etc etc.. quindi che dici..?
     
  5. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao adimecasa, non sono d'accordo quando affermi che le parti condominiali non sono un problema del venditore.
    L'immobile deve essere conforme urbanisticamente e catastalmente sia nelle parti private che nelle parti condominiali.
    Adesso, mentre a mio parere essendo regolare la parte privata, a mio avviso l'atto si può stipulare, ma NON omettendo la difformità delle parti condominiali, che acquirente e venditore, possono concordare come regolarle.
     
  6. castro

    castro Nuovo Iscritto

    secondo me la prima cosa da capire è perchè le parti comuni sono difformi, aumento di volumetria delle parti comuni?, locali pattumiera non a norma? mancano i passamano sulle scale?.....(ecc.ecc.), perchè ci sono difformità sanabili e altre no ; anche se mi risulta difficilmente comprensibile un abuso nella parti comuni (a favore di chi? e soprattutto chi l'ha fatto?) quindi una volta individuato il problema si può quantificare un costo in base ai millesimi e detrarli dalla cifra di compravendita.
    Per quanto riguarda la conformità della specifica proprietà sono d'accordo con jrogin, l'acquisto viene fatto per la parte che riguarda la scheda catastale della proprietà che è regolare (quindi non atto nullo) e quota a secondo della disposizioni del regolamento del condominio , art.1117 cc, delle parti comuni.
    comunque specificare bene in proposta e preliminare quando detto .
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    è quello che ho detto io sin dall'inizio il notaio cita l'art. 1117 e trasferisce la proprietà interessata del venditore all'acquirente e nient'altro, :daccordo:
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    D'accordo, ma se non si specifica bene nell'atto che l'acquirente è stato reso edotto delle difformità condominiali e che l'acquirente le accetta così come sono sollevando il venditore da qualsivoglia rivendicazione, il venditore rimane responsabile, quindi il punto sul quale non sono daccordo è questo:
    Il bello di questo forum è proprio il confronto e l'analisi di visioni differenti. :daccordo:
     
    A maidealista piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina