• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
Chiedo un consiglio per il tetto di una casa di montagna (alta Valsesia) in pietra. La casa è antica e si trova vicino alla Chiesa del paese. Stabilito che è da rifare, quasi sicuramente il Comune porrà il vincolo per un rifacimento sempre in pietra il che vuol dire spendere almeno il doppio che per un tetto normale.
Ora mi chiedo: sono circondata da case rifatte negli anni passati, con qualunque tipo di copertura dalle canadesi passando per le marsigliesi per arrivare alle tegole di cemento, ma è possibile che questo vincolo gravi ora solo sulla mia casa?
Esiste qualche legge o fondo europeo che aiuti i proprietari di queste case "preziose"?
Esistono alternative che esteticamente simulino la pietra da proporre alla commissione edilizia?
Grazie per l'attenzione, Chiara
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Tutto dipende dal vincolo urbanistico. Devi verificare in quale zona ricade l'immobile e quali sono le prescrizioni che devi rispettare. Ritengo che, vista la posizione esista un vincolo imposto dalla tutela del paesaggio. Solo l'ufficio tecnico comunale può chiarirti i dubbi. Probabilmente la cartografia ufficiale è consultabile anche per via telematica.
 

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
Grazie. Ormai sono rassegnata al fatto che sia vincolato, la cosa è quasi certa.
L'onere è tutto a carico mio non ho vie d'uscita o alternative? Accendere un mutuo per una seconda casa solo perché mi raddoppiano i costi per un tetto che si vede solo sorvolando in elicottero?
Non dico un contributo a fondo perduto ma almeno un mutuo a tasso zero non chiedo di più.
Senza considerare che riproporre un tetto con un peso a metro quadro esagerato mi sembra anacronistico per una mera questione estetica.
Sono un po' sconsolata.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
In un centro storico non puoi costruire un palazzo in cemento armato! Questo può capitare solo a Cagliari dove nella via Roma, strada più importante della città prospiciente la passeggiata antistante il porto, è stato costruito un mega fabbricato tutto in cemento armato, stile moderno e sapete chi era il committente ed ha sede istituzionale? La Regione Autonoma della Sardegna!
 

Allegati

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
Quel tipo di tetto, senza i ferma neve, è soggetto a slittamento per azione della neve e si sposta tutto di pochissimo da tutto insieme. Il tetto è da rifare anche nelle travature. Le pietre ormai sono troppo vecchie, fragili e col tempo le dimensioni si riducono per sbriciolamento (minimo hanno 200 anni) forse se ne potrebbe recuperare una parte ma stiamo comunque parlando del 25/30 %. Purtroppo non è solo un problema di guaina, magari ...
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
allora rifai tutto il tetto, struttura e copertura, lo fai di tipo coibentato così puoi usufruire delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico, le tegole metti quelle che ti ho consigliato. Porta il progetto in comune per l'approvazione e buona fortuna.
 

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
Il sottotetto non è abitabile le detrazioni per il risparmio energetico non me le passano. Chiedevo se qualcuno era a conoscenza di qualche tipo di fondo o agevolazione, magari specifici anche regionali, per chi è obbligato da vincoli così stretti.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Questo può capitare solo a Cagliari dove nella via Roma, strada più importante della città prospiciente la passeggiata antistante il porto,
Hai dimenticato lo "scempio" commesso dall'ex presidente (volutamente minuscolo) della regione che ha fatto costruire la sua abitazione in prossimità della scalinata della Basilica di Bonaria. Per non parlare della sede della "sua" (???) Azienda, costruita dentro all'acqua (Stagno di Santa Gilla), dopo aver introdotto una norma, regionale, che vietava ai "comuni mortali" di costruire a meno di 2 km dal mare.
 

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
… ok. Non sto proponendo un eco mostro nel mio piccolo cerco di conciliare le mie risorse con le esigenze del territorio, però se mi guardo intorno sembra che solo io debba rispettare ...
 

Allegati

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Devi consultare la regione Piemonte. So ad es. che in val d'Aosta fino a qualche anno fa c'era un contributo sostanzioso. Qualcuno ne ha approfittato: altri hanno rimandato e l'anno successivo con i lavori improrogabili... non hanno più trovato il contributo.
Non so se accetteranno la finta ardesia. Ma rifacendo il tutto primo ti consiglierei di realizzare un tetto ventilato. Secondo non scarterei la soluzione di Luigi: una guaina ardesiata, posa fermaneve, riutilizzo vecchie lose solo per estetica
 

clery

Membro Junior
Proprietario Casa
Devi consultare la regione Piemonte. So ad es. che in val d'Aosta fino a qualche anno fa c'era un contributo sostanzioso. Qualcuno ne ha approfittato: altri hanno rimandato e l'anno successivo con i lavori improrogabili... non hanno più trovato il contributo.
Non so se accetteranno la finta ardesia. Ma rifacendo il tutto primo ti consiglierei di realizzare un tetto ventilato. Secondo non scarterei la soluzione di Luigi: una guaina ardesiata, posa fermaneve, riutilizzo vecchie lose solo per estetica
Grazie.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Più che la muffa, che è sempre dovuta al cambio d'aria, è utile per evitare la fusione della neve e formazione di ghiaccio con laghetti d'acqua.
Soprattutto in quote montane
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Hai dimenticato lo "scempio" commesso dall'ex presidente (volutamente minuscolo) della regione che ha fatto costruire la sua abitazione in prossimità della scalinata della Basilica di Bonaria. Per non parlare della sede della "sua" (???) Azienda, costruita dentro all'acqua (Stagno di Santa Gilla), dopo aver introdotto una norma, regionale, che vietava ai "comuni mortali" di costruire a meno di 2 km dal mare.
La sua villa al mare fra Campus e Villasimius ha il recinto a meno di 10 m dal bagnasciuga. E' una vergogna! Ha acquistato una grossa proprietà nel mare a occidente della Sardegna con una vecchia colonia, inedificabile ed avrebbe tentato di renderla edificabile. Comunque fa parte di quel partito che predica bene e razzola male, destinato a scomparire anche in campo nazionale.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Più che la muffa, che è sempre dovuta al cambio d'aria
mi permetto di dire che non è vero. La presenza di muffa su muri e soffitti è dovuto alle caratteristiche di igroscopicità delle varie mani di intonaco e/o dallo spessore dell'intonaco. In questo forum si continua a suggerire di tenere aperte le finestre: ma è un palliativo.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Hai ragione. Sono stato troppo drastico: è che sta storia della muffa è diventato il pretesto classico di chi non sta pagando il canone.
Certamente eliminare i ponti termici riduce la possibilità di formazione muffe: e non mi pare che il tetto ventilato provveda a questo; anzi. Il soffitto diventa anche più freddo, se non adeguatamente coibentato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho un problema molto grave; ho affittato ad una persona la mia abitazione come ospite dato che c’erano da fare del lavori avrei scalato sul mensile tutto i lavori effettuati in più ha lasciato 1000€ di cauzione ma dato che è entrato da soli 15 giorni ed ancora non ha pagato nessun affitto non ha residenza ed ha spaccato dei mobili buttandoli fuori casa ora come posso fare per mandarlo via???
Buongiorno, chiedo aiuto per il 730 precompilato riguardo la cedolare secca. Il locatore ha lasciato l'appartamento a fine maggio. Ho variato il periodo di pagamento adeguandolo ai 5 mesi di possesso. Tutto ok per i 5 mesi di cedolare 2019 ma nell'esito dei calcoli è sparito il saldo della cedolare 2018.Qualcuno può aiutarmi.
Alto