1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carlo84

    carlo84 Nuovo Iscritto

    Ho ceduto in locazione un appartamento di mia proprietà a tre extracomunitari e nel contratto - regolarmente registrato - ho tra l'altro scritto " sono vietati la sublocazione sia parziale che totale, il comodato, la cessione del contratto, il cambio di destinazione..... l'immobile potrà essere adibito escusivamente ad uso abitativo dei conduttori, con divieto assoluto di ospitalità."" Ora uno dei conduttori, ha segnalato alla polizia di ospitare nell'abitazione un immigrato extracomunitario, comunque munito di permesso di soggiorno. Inoltre ha richiesto per quest'ultimo la residenza. Non essendo però stata concessa dal comune, a suo dire, perchè vietato dal contratto tra noi stipulato (che ha esibito) pretende che io rilasci una autorizzazione in tal senso. Io sono contrario. Sono obbligato o mi è consentito perseverare nel divieto? Non ho l'obbligo esclusivamente per moglie e figli? E quali eventuali problemi anche con la Polizia, a seguito di quella segnalazione? Grazie Carla
     
  2. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    La questione è delicata. Se Lei evidentemente si rifiuta l'extrac. aggiunto non potrà stabilire li' la residenza, ma comunque ritengo che non puo' eccepire che venga ospitato . Una persona è libera di ospitare chi vuole a casa sua, evidentemente non di subaffittare.
    Comunque a mio parere ,valuti e soppesi il soggetto terzo ( lavora? dove? è una brava persona? ) e negozi : acconsenta all'ospitalità purchè anche egli si obblighi a pagare il canone : con i tempi che corrono meglio avere due obbligati che uno . Fra l'altro avere due soggetti che si dividono le spese rende piu' concreta la possibilità di riscuotere regolarmente il canone
     
    A meri56, Adriano Giacomelli, maidealista e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. carlo84

    carlo84 Nuovo Iscritto

    Grazie. Il contratto è già registrato. Come faccio ad estenderlo ad un quarto conduttore ed obbligarlo al pagamento del canone, così come mi suggerisce?
     
  4. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    salve,
    aggiungo quanche mio appunto..... a quanto gia' scritto da Ennio

    Se l'ospite rimane oltre 30 giorni e' dovere del Conduttore fare la denuncia antiterrorismo
    al commissariato di PS di zona, senza la quale e' prevista una sanzione fino a
    3.000,00 euro.

    Se il tuo Conduttore subaffitta e il contratto lo vieta puoi fare una causa
    ma devi provare (cosa assai difficile) che il tuo Conduttore riceve un compenso dall'extracomunitario ospite

    ma ho trovato questi interessanti riferimenti

    Per il locatore, non sempre è agevole nella pratica provare la sussistenza della sublocazione o della cessione del contratto, posto che spesso l'inquilino non stipula con il subconduttore un contratto di sublocazione, ma si limita a percepire i canoni in nero. E, dunque, al locatore non rimane che affidarsi alla prova testimoniale, con i rischi ad essa connessi. Per tutelare il locatore, l'articolo 21 della legge 23 maggio del 1950, n. 253 – la cui efficacia è stata ripristinata dall'articolo 3, comma 1-bis, decreto legge 22 dicembre 2008, numero 200 – dispone che «si presume l'esistenza della sublocazione quando l'immobile risulta occupato da persone che non sono al servizio del conduttore o che non sono a questo legate da vincoli di parentela o di affinità entro il quarto grado, salvo che si tratti di ospiti con carattere transitorio. La presunzione stabilita nel comma precedente non si applica nei confronti delle persone che si sono trasferite nell'immobile assieme al conduttore». Come già precisato dalla giurisprudenza, l'articolo 21 della legge 253/1950 «prevedendo la presunzione di sublocazione nei casi in cui l'immobile sia occupato da persone che non siano al servizio o ospiti del conduttore né a questo legate da vincoli di parentela o affinità entro il quarto grado, determina solo una inversione dell'onere della prova a favore del locatore, giustificata dalla generale difficoltà di prova della sublocazione» (Cassazione 5 maggio 1993, n. 5190).
     
  5. carlo84

    carlo84 Nuovo Iscritto

    Innanzututto grazie per le notizie. Credo, comunque, che l'ospitalità sia un qualcosa di temporaneo nel mentre a me si chiede di autorizzare qualcosa di lunga scadenza. Cerco di essere più chiaro: ho stipulato un contratto di locazione intestandolo a tre extracomunitari, dopo aver acquisito i loro permessi di soggiorno e regolarizzando il tutto con il fisco e la polizia di stato. Io credo che se venisse ospitata una persona per qualche tempo non mi comporterebbe alcun danno anche perchè la responsabilità sarebbe del conduttore. A me invece si chiede di autorizzare per iscritto, in deroga al contratto, una ospitalità di lunga scadenza; mi si chiede di autorizzare, per iscritto, il comune a rilasciare la residenza alla persona che verrebbe ospitata. E quindi credo che una residenza sia diversa dall'ospitalità e la mia autorizzazione implicitamente riconoscerebbe dei diritti - anche per la locazione (eventuali sfratti..occupazioni abusive..) - a questa quarta persona. Io potrei anche autorizzarla, se in regola con il permersso di soggiorno etc. , ma vorrei sapere a cosa vado incontro e quali sono le procedure da adottare verso il fisco, la polizia,il comune... Devo integrare il contratto di locazione estendendolo alla quarta persona (come?), devo redigere una scrittura privata da registrare (cosa dovrei scrivere esattamente? ... ). Tutto ciò anche perchè io non faccio l'affittacamere o affitto posti letti. Grazie Carla
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Cessione di contratto tra inquilini, codice 110T e versamento col mod. F23 di € 67.
    I tre attuali intestatari cedono il loro contratto ai 4 subentranti.
    E' necessario l' assenso e l' accordo del locatore.
    Valuta se è per te conveniente, i solidali, negli obblighi derivanti dal contratto, diverrebbero 4.
    :daccordo:
     
  7. AlexIron

    AlexIron Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti,
    io a suo tempo ho risolto il problema all'origine inserendo, nel contratto di locazione, la clausola:
    "USO : l’immobile deve essere adibito al solo uso di civile abitazione del conduttore e del proprio nucleo familiare con divieto di modifica della destinazione, sia totale che parziale, a pena della risoluzione del contratto per colpa del conduttore."
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  8. carlo84

    carlo84 Nuovo Iscritto

    Io come già detto, nel contratto ho scritto che "..sono vietati la sublocazione sia parziale che totale, il comodato, la cessione del contratto, il cambio di destinazione..... l'immobile potrà essere adibito escusivamente ad uso abitativo dei conduttori, con divieto assoluto di ospitalità." Io vorrei sapere cosa mi comporterebbe autorizzare il conduttore a concedere ospitalità a......munito di permesso di soggiorno n. ..... ril. ...... con divieto di cessione del contratto e della sublocazione totale e/o parziale. Inoltre, cosa mi comporterebbe la residenza ottenuta dall'extracomunitario ospitato dal conduttore e le eventuali ripercussioni sulla locazione, anche in caso di sfratto. Grazie e buon Natale Carla
     
  9. AlexIron

    AlexIron Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao,
    personalmente mi comporterei così: farei una scrittura privata nella quale si aggiunge "l'ospite" quale ulteriore intestatario del contratto di affitto. Un'altra possibilità, ma più dispendiosa a causa della tasse di registro, farei dare la disdetta anticipata del contratto in corso e ne firmerei uno ex novo con i nuovi intestatari della locazione.
     
    A piace questo elemento.
  10. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A prescindere dal fatto se vorrà allargare o meno il contratto al quarto soggetto è bene verificare che siano osservati gli adempimenti di comunicazione alla autorità di Polizia:

    Chi ospita nella propria casa uno straniero è oggetto all'obbligo di comunicazione alla Polizia (-obbligo che si sestende a chiunque ospiti chiunque altro) nelle 48 ore dall'ingresso dello straniero nel domicilio
     
    A piace questo elemento.
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La comunicazione ex art. 7 del D. Lgs. n. 286/1998 (cioè per l'ospitalità di un cittadino di Stato non appartenente all'UE o un apolide) è dovuta per qualsiasi durata, e non solamente quando la stessa supera 30 giorni.
    La sanzione amministrativa è del pagamento di una somma da 160 a 1.100 euro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina