• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Rosario17

Nuovo Iscritto
Conduttore
Buon giorno volevo chiedere sono un invalido al cento per cento vivo di pensione minima sono 20anni che non pago l’affitto di casa per motivi di salute che mi anno corretto a fare lunghe giacenze ospedale fuori residenza vorrei mettermi in regola dovrei pagare tutti i 20 anni grazie
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
I canoni di locazione si prescrivono in cinque anni, ex art. 2948, n. 3) c.c.
Ma la prescrizione può essere interrotta, con un atto che valga a costituire in mora il debitore, oppure quando il debitore abbia riconosciuto il diritto del creditore.
Per effetto dell'interruzione, si inizia un nuovo periodo di prescrizione. Se, effettivamente, per un periodo di più di cinque anni non sia stata fatta una richiesta degli arretrati dovuti per canoni, oppure non vi sia stato un riconoscimento del conduttore di essere debitore dei canoni stessi nei confronti del locatore, il credito (relativo ai canoni di quel periodo) di quest'ultimo si è prescritto.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto