1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. saretta1977

    saretta1977 Nuovo Iscritto

    buongiorno, vi sottopongo il mio caso sperando di trovare qc risposta.
    Mio marito e sua sorella hanno ereditato dai loro genitori una villa, un terreno e un discreto conto corrente bancario. il totale dell'eredità è di circa 1.500.000 euro. a tutt'oggi sono cointestati in tutto e per tutto.
    quando io e mio marito ci siamo sposati abbiamo lasciato che sua sorella abitasse nella villa di famiglia senza percepire alcun tipo di affitto e noi siamo andati in un appartamento messo a disposizione in usufrutto gratuito dalla mia famiglia d'origine. abbiamo vissuto lì 4 anni fino a gennaio 2010 allorquando ci siamo trasferiti nella villa (rimasta vuota, in quanto mia cognata di sua spontanea volontà si è trasferita in altra zona). io ho lasciato l'appartamento dei miei a mio fratello che nel frattempo si era sposato.
    a un anno di distanza mia cognata pretende come risarcimento danni :domanda: che mio fratello metta a disposizione gratuita un appartamento che nel corso di questi anni si è comprato perchè si sente defraudata in quanto lei è l'unica a data di oggi paga un affitto. sottolineo il fatto che mio marito e sua sorella si erano già conconcordati di spartirsi l'eredità: terreno a lei, villa a noi e liquidità in modo proporzione al valore dei beni immobili.

    a parte l'ingenuità di mio marito, a parte la volontà di risolvere il tutto con il buon senso, a livello legale le richieste di mia cognata hanno un fondamento? oppure la cara cognatina deve prendersi la sua parte di cospicua eredità e pagarsi affitto e spese con la vendita del terreno e i soldi che giustamente le spettano?

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    ah dimenticavo lei pretende o che mio fratello le conceda l'usufrutto gratuito del suo appartamento o che noi le paghiamo di tasca nostra il suo affitto!!!
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ma l'eredita' e' ancora indivisa????? questo e' un punto, scusa che non si capisce bene..............quando dici sono ancora cointestati in tutto e per tutto significa che e' tutto rimasto come ai tempi della successione???
    ciao
     
    A saretta1977 piace questo elemento.
  3. oliveri tomaso

    oliveri tomaso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se si sono gia accordati per la spartisione dell'eredita non vedo il problema , almeno che la sorella non vuole più tenere fede ai patti e se non c'è niente di scritto allora si che è un problema , se lei è ancora d'accordo procedete subito alla spartisione dei beni altrimenti lei puo pretendere un affitto per la sua parte di proprieta della villa , cercaste un accordo amichevola perche se andate a litigare una buona parete se la pappano gli avvocati.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Su tuo fratello e sui suoi appartamenti tua cognata non può accampare alcun diritto. resta poi da chiarire per quanto vi riguarda se tutto è ancora indiviso, e allora dovrete procedere alla divisione, o se le divisioni sono state fatte.
     
  5. saretta1977

    saretta1977 Nuovo Iscritto

    effettivamente la stupidità di mio marito è stata questa: di non mettere nulla per iscritto. lei e lui sono ancora copropietari della villa, del terreno e del conto corrente. noi volendo siamo propensi pur di non arrivare ad avvocati e a litigare di darle la metà dell'affitto che le spetta della villa per tutto il periodo in cui abbiamo abitato nella villa e fino al momento in cui andremo dal notaio a fare la suddivisione. il fatto che lei abbia usufruito per 4 anni gratuitamente della villa ha un qualche valore oppure non conta più nulla?
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Su tuo fratello e sui suoi appartamenti tua cognata non può accampare alcun diritto. resta poi da chiarire per quanto vi riguarda se tutto è ancora indiviso, e allora dovrete procedere alla divisione, o se le divisioni sono state fatte.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    be dovrebbe proprio avere un valore! del resto è lei stessa che glielo riconosce chiedendovi l'affitto!
     
  7. fausto manca

    fausto manca Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo che il problema possa essere facilmente risolto arrivando velocemente alla divisione dell'eredità sulla base dell'accordo preso tra fratello e sorella. Si tratterebbe, in buona sostanza, di formalizzare il tutto davanti a un notaio. In caso di rifiuto, da parte della sorella, potrebbe essere richiesta la divisione giudiziaria ma io penso sempre che due persone intelligenti non avranno difficoltà a trovare un accordo soddisfacente per entrambe. Contesterei, infine, la richiesta di pagamento di un affitto o qualunque forma di remunerazione per l'uso della villa considerato che anche la sorella ne ha goduto gratuitamente per alcuni anni.
     
    A saretta1977 piace questo elemento.
  8. saretta1977

    saretta1977 Nuovo Iscritto


    ne ha usufruito da dicembre 2005 alla primavera 2009 circa in quanto stava finendo l'università e ha iniziato la specializzazione.percepiva un reddito minimo. avrebbe cmq valore alla luce di questi fatti il fatto che le abbiamo lasciato la possibilità di goderne?

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    il reddito minimo era insufficiente anche per sostenersi.... infatti le abbiamo anche dato dei soldi.
     
  9. saretta1977

    saretta1977 Nuovo Iscritto

    domanda due: la sorella ne ha usufruito in modo gratuito senza nessun tipo di accordo scritto. quindi si parla di usocapione, usufrutto, comodato o nessuna delle tre?

    grazie
     
  10. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    no, un attimo l'usocapione e' un'altra cosa.................difficillissima da dimostrare e poi devono passare almeno 20 anni.
    il comodato e' gratuito ma deve essere reso appena il comodante ne ha bisogno ed il comodatario deve restituirlo anche se non c'e' scadenza e nulla di scritto.
    usufrutto e' ancora un'altra cosa e per quel che riguarda l’usufrutto – serve sempre il notaio, perchè il diritto di usufrutto, in quanto diritto “reale”, deve essere annotato nei registri immobiliari esattamente come il possesso della sola nuda proprietà .
    non si parla di nessuno delle tre.
    essendo coeredi avete diritto ad usare quello che avete ereditato tutti e due.
    dovete andare da un notaio e dividere l'eredita' perche' altrimenti i problemi aumenteranno.
    sara' il notaio a fare l'inventario di tutto e a procedere legalmente come deve essere fatto.
    naturalmente diverso e' il caso in cui il c/c ereditato fosse intestato anche ai figli eredi. se cosi' non fosse anche quello va a finire nell'inventario /eredita'.
    ciao
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina