• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gagarin

Membro Assiduo
Professionista
Mi è capitato un caso insolito, ma la vita è bella perchè è varia...
Dunque, il caso riguarda un immobile autonomo su tre piani il cui proprietario (divenuto single), ha locato due piani (terra e primo), tenendo per sè il superiore, con accesso autonomo. Naturalmente gli impianti di luce, acqua e gas sono comuni.
Come da copione ormai consueto in Italia, visto l'aumento esponenziale dei cosiddetti "conduttori professionisti" e l'inerzia giudiziario-governativa, il conduttore è subito diventato moroso, Il proprietario ha già ottenuto la sentenza di sfratto ed il decreto ingiuntivo, ma, sempre come da copione italiano, il conduttore, forte anche del noto blocco degli sfratti dei nostri sinistri al governo, non se ne vuol sapere di lasciare l'immobile, per il quale continua a non pagare nè, ovviamente, il canone, nè, parte dei servizi (luce, gas, acqua, condominio, etc..), pur usufruendone largamente.
I rapporti tra i due, ovviamente, come è facilmente intuibile, sono alquanto degenerati e il conduttore, nella cui porzione sono istallati anche gli interruttori elettrici generali, ha "tagliato" la luce elettrica al piano secondo, quello dove abita il locatore, che, per ora, dopo aver fatto inutilmente scrivere all'avvocato del conduttore (avvocato che, essendo, naturalmente, del SUNIA, lui non paga; mentre il locatore ha già pagato profumatamente il suo), si "alimenta" con un filo volante allacciato all'immobile vicino, in cui abita suo figlio.
Ora è notorio che il locatore non può per legge "tagliare" i servizi al conduttore moroso, salvo conseguenze civili e penali e, allora, mi chiedo: il conduttore, invece, lo può impunemente fare?
L'avvocato ha detto al locatore che può denunciare il conduttore, ma che sarà difficile dimostrare il distacco, perchè, in caso di verifiche, il conduttore può prontamente ridare corrente, salvo, poi ritoglierla successivamente.
Questa è solo una delle tante situazioni locatorie italiane e, per questo, su altri post, consiglio vivamente, quando sia possibile, di evitare le locazioni dei propri immobili.
Santo Mario Giordano, l'unico che tiene almeno viva la faccenda!
Cosa pensate di questa strana situazione, rara, se non unica?
 

meri56

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Penso che avendo intenzione di affittare avrebbe dovuto, per quanto possibile, investire il necessario per separare gli impianti, in modo da intestare le utenze al conduttore. A volte per "risparmiare" si rischia di rimetterci di più.
 

Gagarin

Membro Assiduo
Professionista
si doveva tenere la possibilità di accedere ai contatori
La possibilità penso ce l'abbia ( in ogni contratto è scritto che il locatore può accedere ai locali locati), ma non credo che il parassita lo faccia accedere e, comunque, se lo facesse, potrebbe sempre fare il giochetto di riattaccare eppoi ristaccare.
 

Elisabetta2

Membro Attivo
Professionista
La possibilità penso ce l'abbia ( in ogni contratto è scritto che il locatore può accedere ai locali locati), ma non credo che il parassita lo faccia accedere e, comunque, se lo facesse, potrebbe sempre fare il giochetto di riattaccare eppoi ristaccare.
certo, infatto avrebbe dovuto fare una locazione parziale e tenersi l'accesso senza richieste o preavvisi
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma quello che mi arrovella è il fatto che il conduttore possa fare impunemente quello che al locatore è vietato.
Per come l'hai spiegato ...anche a parti invertite il locatore potrebbe farlo "impunemente"....attacca/stacca diventa la parola di uno contro l'altro.
"Tagliare i fili " s'intende cosa diversa.

La soluzione "rapida" era prendere spunto dai pakistani...far sparire il moroso e amen.
Ora dovrà attendere l'assurdo iter.

Ps.
Se i tempi sono lunghi io al suo posto tronco il pagamento della bolletta.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Riceverebbe immediatamente una denuncia penale: perchè il conduttore potrebbe farla ed il locatore no?
Che faccia tutte le denunce "penali" che vuole...vediamo se trova un Magistrato/Giudice che gli dia ragione.

Il locatore non può staccare i servizi essenziali ma non ha alcun obbligo di pagare le bollette...e chi "modulerà" la fornitura sarà l'azienda di erogazione.
 

Gagarin

Membro Assiduo
Professionista
Il locatore non può staccare i servizi essenziali ma non ha alcun obbligo di pagare le bollette...e chi "modulerà" la fornitura sarà l'azienda di erogazione.
Tempo fa l'avvocato (per un'altra questione di locazione) mi disse che, qualora il locatore volesse disdire l'utenza della casa locata rimasta a lui intestata, avrebbe dovuto preavvisare l'inquilino ed ottenere il suo "permesso" (sic!), altrimenti avrebbe potuto ricevere una denuncia penale, oltre a dover pagare una multa di circa 500,00 euro. Ma, nel caso specifico, il problema, per il proprietario, sta nel fatto che, in caso di denuncia, sarebbe molto difficile, per lui, provare il distacco volontario da parte dell'inquilino, che, in ogni momento, potrebbe facilmente ridare corrente, per poi ritoglierla; mentre nel caso il distacco lo faccia in qualche modo (interruzione dal contatore, disdetta utenza, etc..) il locatore, per l'inquilino è molto facile provare il distacco e rendere valida la denuncia.
vediamo se trova un Magistrato/Giudice che gli dia ragione.
Lo trova, lo trova: anzi, a mio parere, è più facile che lo trovi, che non lo trovi
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
All’inizio hai scritto che gli impianti sono in comune: cosa intendi? Contatore elettrico unico o tre contatori?
 

gattaccia

Membro Assiduo
Proprietario Casa
dov'è il salvavita del locatore?

comunque forse si potrebbe chiedere al gestore una verifica del contatore per malfunzionamento
in tal caso il conduttore dovrebbe aprire, e se capisce che tutte le volte che la luce non va il locatore chiede la verifica, la smette di toglierla
 

Gagarin

Membro Assiduo
Professionista
si potrebbe chiedere al gestore una verifica del contatore
Non capisco a cosa possa servire: il contatore dell'immobile ritengo funzioni perfettamente e la verifica (peraltro a pagamento da parte dell'intestatario dell'utenza, cioè il proprietario) suppongo non infastidirebbe minimamente l'inquilino parassita.
 

Pinopino

Membro Junior
Proprietario Casa
Avendo capito che quasi tutte le strade sono chiuse...tentare,intanto fare denunzia dai carabinieri,,magari fare qualche video dove si fà capire che non arriva luce,,con tutte le difficoltà del caso...spiegare la vicenda al comando dei carabinieri,,e sperare nella loro sensibilità ...può darsi che se si presenta più di una volta un carabiniere...il conduttore demorde
 

Elisabetta2

Membro Attivo
Professionista
Non capisco a cosa possa servire: il contatore dell'immobile ritengo funzioni perfettamente e la verifica (peraltro a pagamento da parte dell'intestatario dell'utenza, cioè il proprietario) suppongo non infastidirebbe minimamente l'inquilino parassita.
provare a chiedere un'urgenza al giuduce ?
 

Franci63

Membro Storico
Proprietario Casa
Provare a chiudere l'acqua generale (quando il locatore esce di casa e quindi non reca disturbo a se stesso), rendendo pan per focaccia ?
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
l'intestatario dell'utenza, cioè il proprietario
Quindi il proprietario intestatario delle bollette continua a pagare l'energia elettrica consumata dall'inquilino moroso?

Un locatore che:
1) affitta parte dell'immobile senza separare gli impianti come ha scritto @meri56,
2) tiene intestate a sé le utenze utilizzate dagli inquilini,
3) forse non li seleziona accuratamente prima di stipulare i contratti, visto che
il conduttore è subito diventato moroso,
mi pare molto distratto per non dire sprovveduto.
 

gattaccia

Membro Assiduo
Proprietario Casa
io smetterei di pagare la bolletta, come consiglia @Dimaraz

dalla mia esperienza: anni fa sono stata denunciata da uno sfrattato per violenza privata (?), in pratica insinuava che io avevo le chiavi e gli ho rubato dei gioielli (!)
aveva anche due testimoni che in sostanza dicevano che quando lo sfrattato era via, avevano loro le chiavi (?)
il giudice ha chiesto archiviazione, lo sfattato si è opposto, allora il mio avvocato ha chiesto che venissi interrogata
sono stata interrogata da un maresciallo della finanza, che ci ha anche letto i verbali delle testimonianze, poi ha preso da parte il mio avvocato dicendogli che avrebbe chiesto nuovamente l'archiviazione e siamo andati tutti quanti a bere un caffè, fine
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Non capisco perchè le risposte non mi arrivano x email quando sul mi account tutte le notifiche risultano attive..forse sbaglio qualcosa...ma allora ci vorrebbe un esperto che mi spieghi cosa controllare!
Buongiornop a tutti in merito al plafon cada legge 104 oggi mi è successo che la Banca intesa san paolo ha detto che non sa nulla in merito e altre due banche stessa cosa come si fa? ho provato amandare una mail alla cassa depositi e prestiti per segnalare il problema . grazie a tutti
Alto