1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Mi viene proposta come clausola a garanzia dei canoni di locazione un :CONFIDO

    Chi mi sa dire se è una garanzia valida?
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Stai affittando ad un'impresa.
    Confidi (sia singolare che plurale) vuol dire consorzio di garanzia fidi. Sono istituti costituiti da imprese consorziate in un determinato territorio (in genere sono costituiti su base regionale) che versano delle quote affinché i consorziati, attraverso la garanzia del confidi, possano ottenere garanzie che normalmente non otterrebbero dal sistema bancario o otterrebbero a condizioni meno favorevoli.
    nel 2010 (D. Lgs. n. 141) c'è stato un intervento legislativo successivamente al quale i confidi devono essere iscritti al registro previsto dall'art. 107 del Testo Unico Bancario (TUB) e sono diventati oggetto di vigilanza bancaria.
    In precedenza i confidi erano caratterizzati da limiti dimensionali e da una governance poco adeguata a valutare i rischi di impresa.
    In genere, nonostante questo maggiore rigore disciplinare che ha portato ad una crescita dimensionale tramite la fusione di alcuni confidi e ad un loro rafforzamento patrimoniale, la garanzia di un confidi resta, a mio avviso, una garanzia debole, in quanto la loro possibilità di fungere da garanti è limitato dal fondo di garanzia, ovvero dall'ammontare delle quote versate dai consorziati. Questo vuol dire che in caso di escussione di una eventuale garanzia, qualora il fondo di garanzia risultasse interamente utilizzato, il confidi non pagherebbe.
    Perché? Perché il confidi fornisce garanzie con un moltiplicatore rispetto al fondo disponibile. Se il fondo di garanzia è pari a 100 ed il moltiplicatore è pari a 6, il confidi può fungere da garante fino all'importo di 600. Ma una volta che abbia pagato i 100, i restanti 500 non troverebbero copertura alcuna ed ecco che la garanzia del confidi non vale una emerita cicca. E questo è scritto anche nel contratto di garanzia.

    Non so se in queste poche righe sono riuscito a farti capire qualcosa. Lo spero.
    Personalmente, non accetterei una garanzia di un Confidi, perché le ritengo troppo rischiose. Poi, però, ognuno fa le proprie valutazioni.
     
  3. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Ma mille grazie
    Risposta esaurientissima!!!!!!!!!!!!
    Meglio starne mooolto alla larga.........
     
  4. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Riflessioni sui Confidi che condivido anche se va detto che senza generalizzare come leggo occorre valutare le singole posizioni del Confidi da cui si vorrebbe essere garantiti e che le banche, erogano somme con maggiore facilità quando vi è questo tipo di garante.:ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina