1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cris64

    cris64 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    per la cauzione del contratto di affitto come devo fare. io avrei in mente un libretto di risparmio postale,ma a chi lo devo intestare, chi lo conserva per tutta la durata del contratto?grazie fin d'ora dei consigli
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Lascia perdere il libretto postale. Meglio ricevere l'importo del deposito cauzionale nelle proprie mani (assegno) o direttamente nel proprio c/c (bonifico). Se l'importo è inferiore a 1.000 euro, anche in contanti.
     
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il deposito cauzionale è fruttifero, è vero, ma gli interessi che il locatore deve versare ogni anno al conduttore sono bassi (il saggio di interesse è attualmente l'1%).
     
  4. angeloameglio

    angeloameglio Membro Attivo

    In alternativa, per evitare l'esborso dell cash, puoi rilasciare fideiussione emessa da un Consorzio di garanzia
     
  5. cris64

    cris64 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    che sarebbe che cosa questa fideiussione? non voglio complicarmi la vita. se mi faccio fare un bonifico, alla fine del contratto devo calcolarmi gli interessi , ho capito bene? per questo avevo pensato al libretto, nemesis.
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Libretto Postale...C'era una volta il Libretto di risparmio al "portatore"...Era un utilissimo strumento usato numeroso per
    mettere al sicuro il "deposito cauzionale" dei contratti locativi.
    Ma siccome faceva comodo anche per far transitare denaro
    contante non adamantino ( o sporco...) sua santità il Legislatore
    lo proibì...buttando via anche il bambino...Vi chiedo dopo x anni di tale assenza vi risulta che l'evasione e la corruzione siano diminuite??? Per me no!!! In compenso ci teniamo il disagio
    relativo a questa voce. Bastava prevedere un'eccezione di facilissima concezione ( l'avevo postata in passato su un tema specifico...) per lasciare una piccola comodità al poveraccio sempre maltrattato che si chiama Locatore. Mentre resta il fastidio
    di dover conteggiare e riconoscere l'interesse anno dopo anno...
    Col libretto al portatore tale incombenza spariva.
    Con la mia fantasia musicale ho inserito nei due contratti registrati che la somma versata sarà depositata in un libretto postale intestato al Locatore che impegnandosi a non movimentarlo, salvo gli aggiornamenti annuali, restituirà a fine contratto il saldo che risulterà alla chiusura dello stesso con assegno circolare. Per ora ha funzionato già con due conduttori.
    Vedremo in seguito con i due attuali. Al momento della registrazione feci leggere al funzionario la clausola che rispose:
    "non ci riguarda" in fin dei conti resta nella libera sfera privata.
    Alla prossima. Quiproquo. P.S. per OP: il libretto chiaramente lo conserva il locatore.
     
  7. cris64

    cris64 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie quiproquo, avevo appunto pensato anche io una cosa così, volevo solo andare sul sicuro e accertarmi che fosse possibile, purtroppo ho imparato a conoscere la legge italiana solo negli ultimi anni, quindi ora per qualsiasi bazzeccola vado coi piedi di piombo!
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E allora? L'1% di 1.000 è 10.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Devi aggiornarti...attualmente il tasso è fissato allo 0,5%...che comunque è prestazione netta difficile da ottenere
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Meglio ancora.
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    sarebbe meglio non pretendere il deposito cauzionale se l'inquilino è valido, gli interessi da riconoecere sono sempre superiori a quelli che potresti ricevere da un deposito bancario
     
  13. cris64

    cris64 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    purtroppo sono convinta che di inquilini validi non ce ne siano, fino ad ora non abbiamo mai preteso una cauzione e ci abbiamo sempre rimesso. allora se ho capito bene, per i depositi cauzionali c'è un tasso a sè, quindi col libretto postale non sarei in regola
     
  14. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certo, e per non corrispondere lo 0,5% di interessi (5 Euro ogni mille all'anno), non ti tuteli da eventuali danni all'appartamento. Molto saggio...
     
    A Elisabetta48 e Dimaraz piace questo messaggio.
  15. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sei in regola nella misura in cui riconosci il tasso di interesse legale al termine della locazione o al termine di ciascuna annualità.
    Se poi il libretto postale rende più o meno dello 0,5% poco conta. Magari contano più le spese di tenuta del libretto... Meglio i contanti o un bonifico. Assegni no, perché potrebbero non essere coperti.
     
    A uva piace questo elemento.
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    forse è meglio scendere dalla pianta, quanti inquilini morosi ti consegnano l'immobile senza aver ricuperato rimanendo nell'immobile, la cauzione depositata
     
  17. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    In passato, soprattutto per evitare le complicazioni, ho scelto la strada di specificare nel contratto che la cauzione e' infruttifera.
    Non credo che si possa essere sicuri che sia totalmente regolare, ma allego qualcosa che rassicura.
    Finora non ho avuto problemi reali, e con gli attuali tassi di interesse non credo ce ne possano essere
    Saluti




    Nei contratti di locazione è obbligatorio il deposito cauzionale, se è produttivo di interessi? E quando va restituito?
    L’art. 11 della legge n. 392/1978 stabilisce che nei contratti di locazione ad uso abitativo degli immobili urbani “il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone. Esso è produttivo di interessi legali che devono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno”.
    La norma non prevede l’obbligo di corrispondere una cauzione, ma questa viene quasi sempre richiesta dal proprietario - locatore a garanzia dei futuri canoni da riscuotere e della conservazione dell’immobile locato in buono stato.
    Secondo una pronuncia della Cassazione, sentenza n. 8330/2004 che conferma il precedente orientamento “l’obbligo del locatore di un immobile urbano di corrispondere al conduttore gli interessi legali sul deposito cauzionale versato da quest’ultimo ha natura imperativa, in quanto persegue finalità di ordine generale, tutelando il contraente più debole e impedendo che la cauzione, mediante i frutti percepiti dal locatore, possa tradursi in un incremento del corrispettivo della locazione, con la conseguenza che tali interessi devono essere corrisposti al conduttore anche in difetto di una sua espressa richiesta”.
    Quanto alla maturazione di tali interessi, secondo la stessa sentenza essi devono essere corrisposti “non fino alla data di cessazione della locazione, bensì fino al momento in cui la corrispondente somma rimane in possesso del locatore stesso, consentendogli di percepirne i frutti. Cosicché gli interessi sono dovuti fino al giorno in cui la somma è restituita al locatore, restando del tutto irrilevante al riguardo il tempo in cui la locazione è cessata”.
    A seguito dell’entrata in vigore della legge n. 431/98, il Tribunale di Modena ha ritenuto che la norma dell’art. 11 legge 392/78, pur non abrogata sia, però, derogabile dalle parti relativamente ai contratti stipulati dopo il 1998, data di entrata in vigore della nuova legge: “il principio di inderogabilità della disciplina normativa dettata in materia di deposito cauzionale art. 11 legge 392/78 non opera con riferimento ai contratti di locazione stipulati nella vigenza della novella normativa di cui alla legge 431/98 poiché deve ritenersi che, secondo la nuova disciplina locatizia, le parti possano legittimamente prevedere che il deposito cauzionale non sia produttivo di interessi”.
    Tale pronuncia è, per il momento minoritaria e, non sottoposta al vaglio della Corte di Cassazione. Pertanto, secondo tale interpretazione le parti possono concordare che la cauzione produca o meno interessi ed in che misura, ed anche che le spese di gestione ed estinzione di un eventuale libretto di risparmio o conto vincolato siano a carico del conduttore.
    Invece, ove il proprietario intenda concedere in locazione la sua proprietà con contratto concordato - a norma dell’articolo 2, comma 3, legge 431/98 (contratto con durata di tre anni più due) o a norma dell’articolo 5, legge 431/98 (contratto transitorio o per studenti universitari) - è tenuto a uniformarsi ai contratti - tipo, allegati al Dm, ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, 30 dicembre 2002, che non stabiliscono limiti all’entità del deposito cauzionale, ma dispongono che il deposito deve essere produttivo di interessi legali, riconosciuti al conduttore al termine di ogni anno di locazione, “salvo che la durata contrattuale minima non sia superiore ad
    anni quattro(ferma la proroga del contratto per due anni)”.
    Avv. Paolo Foschini
    Patrocinante alla Corte di Cassazione e alle Giurisdizioni Superiori
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  18. cris64

    cris64 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    ok, grazie a tutti per i preziosi consigli
     
  19. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Inquilino valido? Ma in che mondo vivi!
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    vivo in un mondo dove gestisco circa 235 immobili sia personali che in gestione e parlo con cognizione di causa e non solo per sentito dire, come qualcuno sul forum
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina