1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve,
    sicuramente avrete già trattato l'argomento e vi sarei grato se mi diceste in quale settore del forum, in ogni modo vorrei chiedere un vostro parere sul mio caso: nel 2013 solo state rifatte le facciate del condominio in cui possiedo una unità immobiliare al penultimo piano che ahimè uso ormai pochissimo, prima di allora avevo una vecchia tenda da sole che su richiesta di un condomino che aveva i contatti con la ditta ho volentieri fatto togliere per facilitare la ripulitura e fin qui tutto bene. Qualche tempo dopo torno in quella casa e mi accorgo che dove avevo la tenda sono stati fatti passare i cavi di antenne private che prima passavano altrove, e non senza mio stupore ora non potrei più rimontare una tenda come e nello stesso posto della precedente, spazio che ritengo sicuramente appartenga alla mia unità immobiliare, non solo, alcuni fili poggiano sulla ringhiera del mio balcone. Al vedere ciò mi sono affrettato a comunicare l'accaduto all'amministratore che mi ha assicurato che se ne sarebbe occupato, ma a tutt'oggi i fili (2016!) sono ancora lì nonostante mi sia permesso di lasciare dei messaggi scritti nelle rispettive cassette postali die proprietari dei cavi affinché si affrettassero rimuovessero cosa che non hanno mai fatto. Non volendo ulteriormente mettermi a pregare per una cosa che ritengo ovvia che non possa essere fatta cosa mi consigliereste fare, avviare un'azione legale facendo rimuovere i cavi e verso chi? O cos'altro? Grazie a tutti!
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La "parete/muro esterno" di un condominio non è di tua proprietà ma è un "bene comune".
    Riguardo ai "cavi di antenna" saresti comunque tenuto a sopportare una "servitù" stante l'estistenza di un "diritto all'informazione".

    Male hai fatto a non ripristinare subito la tenda...ora, qualora i tuoi vicini non "sentano agioni" per agire saresti costretto ad intraprendere azione legale (prima passate dal "mediatore")...con esito non scontato...ma spese certe.

    Insisti anche di persona con i proprietari dei cavi in modo che provvedano a spostarli...prevvisando che intendi agire per vie legali in mancanza.
    Il "ricollocamento" costa sicuramente meno che iniziare una causa.

    Qualche "asso" nella manica potesti averlo se:
    1-esistesse già un cavo di discesa intubato (e quelli "volanti fossero solo cavi per paraboliche" personali.
    2-vi fosse qualche normativa "ristrettiva" in ambito comunale.
     
  3. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie dell'utile risposta! Avevo però letto più volte che la giurisprudenza in materia (soprattutto il D.P.R. 29 marzo 1973, n. 156, in part. 397 2° comma) considera di proprietà l'area esterna o meglio la "proiezione esterna" relativa alla propria unità immobiliare nella piena ed esclusiva disponibilità del condomino impedendo l'eventuale indebita immissione da parte di altri, insomma lo spazio esterno relativo alla propria abitazione non può essere limitato da altri senza alcun accordo o votazione condominiale. So benissimo che ci saranno dei costi ma se il giudice mi riconosce la ragione posso far addebitare tutti i costi legali a carico di chi ha compiuto l'abuso, del resto se ho tolto la tenda i bracci per fissarla sono rimasti in sede sulla ringhiera e quindi potrei dimostrare che quello spazio era e rimane nella mia disponibilità. Grazie di nuovo e attendo altre gradite osservazioni.
     
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non confondere area orrizzontale con verticale.
    I muri maestri per come hai descritto l'edificio sono sempre condominiali (comuni).
    Questo non da facoltà assoluta agli altri di disporre a proprio piacimento ma vincola pure te.

    Per quanto riguarda le spese processuali e dei legali ...dal "mediatore" nulla potrai chiedere e i caso di "causa" il Giudice pur riconoscendoti il diritto potrebbe disporre "compensazione" fra le parti.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quel comma stabiliva che:
    Le antenne non devono in alcun modo impedire il libero uso della proprietà, secondo la sua destinazione, né arrecare danno alla proprietà medesima o a terzi.
    Ma quell'articolo, come molti altri di quel D.P.R., fu abrogato con l'entrata in vigore del D. Lgs. n. 259/2003, il cui art. 209 è la norma in vigore.
     
  6. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis, ma il comma 2 dell'articolo che mi hai citato non mi pare sia diverso da quello dell'art.397, anzi mi pare sia stato semplicemente copiato.
     
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ma prima dove passavano le discese delle antenne? Chiedi il ripristino ante lavori della facciata. La nuova situazione potrebbe implicare la violazione del diritto di proprietà: è vero che il muro esterno è condominiale, ma l'interno è di proprietà. Se si piazza qualcosa all'esterno davanti alla proprietà altrui, si crea una servitù e si riduce il fronte di affaccio della proprietà stessa. Questo principio à stato portato avanti in una causa dove per installare due canne fumarie condominiale ci si era appoggiati per il loro fissaggio alle strutture frangi sole di logge murate e finestrate, per ampliare locali cucine.
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Direi che il caso sia un po' diverso...salvo fraintendimenti nella descrizione.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    da: Dlgs 259/03
    Art. 209
    Installazione di antenne riceventi del servizio di radiodiffusione e di antenne per la fruizione di servizi di comunicazione elettronica.

    1. I proprietari di immobili o di porzioni di immobili non possono opporsi alla installazione sulla loro proprietà di antenne appartenenti agli abitanti dell'immobile stesso destinate alla ricezione dei servizi di radiodiffusione e per la fruizione dei servizi radioamatoriali.

    2. Le antenne, i relativi sostegni, cavi ed accessori non devono in alcun modo impedire il libero uso della proprietà, secondo la sua destinazione, ne' arrecare danno alla proprietà medesima od a terzi.

    3. Si applicano all'installazione delle antenne l'articolo 91, nonche' il settimo comma dell'articolo 92.

    4. Gli impianti devono essere realizzati secondo le norme tecniche emanate dal Ministero.

    5. Nel caso di antenne destinate a servizi di comunicazione elettronica ad uso privato e' necessario il consenso del proprietario o del condominio, cui e' dovuta un'equa indennità che, in mancanza di accordo fra le parti, sarà determinata dall'autorità giudiziaria.
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se rileggi quanto postato in precedenza non si discute sull'uso di una proprietà privata ma del muro perimetrale di un edificio (condominio) che la Legge prevede essere "bene comune".

    Quindi certamente il tuo appunto vale per l'area (terrazzo) ma non per il muro (parete esterna).
    Questo non tolgie che esistendo un elemento (struttura/telaio per tenda) già prefissato chi ha provveduto alla posa di cavi doveva evitare di impedirne l'uso.
     
  11. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    @Dimaraz tu abiti nella città del Prato della Valle ti sei fatto qualche giretto in quel di Roma? Hai notato che i tetti sono pieni di antenne individuali quando da almeno quarant'anni ci sono le antenne centralizzate? Io è la prima cosa che ho notato quando sono immigrato nel 1981 nella citta eterna ed il panorama non è cambiato. Hai notato i cavi penzolare dai tetti ed entrare negli appartamenti da buchi praticati negli imbotti delle finestre? Se vuoi vieni a trovarmi la casa dove abito ne è un esempio: pur avendo installato, prima che vi andassi ad abitare, le discese interne dei cavi delle antenne televisive, per colpa di un condomino che si è messo di traverso perché non voleva far entrare nessuno a casa sua, ci sono rimasti sia i cavi interni penzoloni nel posti macchina condominiali e sia i cavi all'esterno che penzolano nel vuoto, compresi i miei due uno satellitareed uno digitale terrestre.
    Nel caso specifico di cui stiamo discutendo i cavi passano vicino al balcone, non credo siano stati fissati al muro, impedendo a @propiroma di rimettere la tenda che aveva prima dei lavori. Secondo me "impediscono il libero uso della sua proprietà". In sostanza non vedo perché@propiroma debba rinunciare a mettere la propria tenda o debba metterla di forma e dimensioni particolari perché, l'istallatore, approfittando della sua assenza, gli ha piazzato i cavi in quel modo.
    Invocare la libertà di informazione mi sembra eccessivo i proprietari dei cavi devono dimostrare che non c'era altra soluzione: a questo punto io mi domando ma dove passavano prima dei lavori di pitturazione della facciata?
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Come detto salvo fraintendimenti...io interpretavo che i cavi corrano a muro (infatti sempre ho riferito a quello).

    Ps.
    Tutto il mondo è paese...di cavi volanti ne vedi anche qui...specie nelle unità occupate da extracomunitari.
    Solo che qui le forze di polizia "forse" sono un po' più leste nell'intervenire.
     
  13. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie al Sig. Criscuolo!
    In effetti i cavi prima del rifacimento delle facciate non scendevano dove scendono ora, alcuni di essi in una parete senza finestre a circa due metri di distanza, e uno dei cavi non solo passa nei pressi del mio balcone ma come dicevo poggia sulla ringhiera dello stesso, di modo che se lo tagliassi scenderebbe dal cornicione praticamente al centro e davanti alla mia porta finestra. Ho già avuto modo di chiedere una consulenza legale che mi ha confermato che la legge starebbe dalla mia parta, la cosa è che non ho molta voglia di avventurarmi in una azione legale anche se non mi pare di avere altre alternative. Grazie a tutti e saluti.
     
  14. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Aggiungo che i bracci a cui veniva fissata la precedente tenda sono rimasti ancora in loco e testimoniano (se bastasse) che la tenda occupava lo spazio da dove ora calano i cavi.
     
  15. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Unica alternativa che gli "usurpatori" capiscano e concordiate una soluzione.

    Prima di una "causa" vera e propia con la riforma dovete passare dal "mediatore".
     
  16. propiroma

    propiroma Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Lo so, del resto affrontare una "causa" sarebbe solo e soprattutto un bagno di sangue che non vorrei proprio affrontare, sto solo pensando a come evitarlo visto che credo sia coinvolto anche l'amministratore a cui chiesi di attivarsi sin dal 2013 e invece si è finora astenuto dall'esercitare quanto gli competerebbe di fare. Staremo a vedere. Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina