1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Ho chiesto una consulenza ad un sindacato per stabilire il tetto massimo e minimo per affittare la casa e mi atterrò a questi limiti, quindi è canone concordato. L'aliquota corrispondente al mio reddito è il 27%. Detto questo, è più conveniente usare il sistema della cedolare secca? Esattamente cosa devo fare? Il contratto è già pronto, il primo dicembre le persone prenderanno possesso dell'immobile ed io dovrei fare la cessione di fabbricato presso gli uffici di Pubblica Sicurezza. Poi dovrei riempire il mod. 69, pagare la registrazione ecc.. Se invece decido per la cedolare secca, cosa devo fare? Grazie.
     
  2. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    JO MARK sei andato dal sindacato per una consulenza dovevi chiedere anche :daccordo:il resto
     
  3. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    Fai il mod 69 e nella terza pagina segni si a "opzione ced.", tutto qui, e non paghi registrazione bolli e diritti.Ma col tuo reddito non credo ti convenga; calcoli fatti da economisti parlano di una perdita nel tuo caso di circa 2,5 punti percentuali rispetto al canone concordato senza cedolare. Il calcolo poi va fatto di caso in caso, perchè dipende da quante deduzioni/detrazioni hai, ma il dato che ti riporto è un fatto (perchè tu paghi il 19% di aliquota, ma sul 100 % del reddito da locazione e non sul 59,5% come prima, e l'ICI la paghi per intero e non scontata!)

    beh così ci teniamo allenati ;)
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    vabbè ma quando vengono in ufficio per una consulenza (gratuita) e poi ti dicono vado dal mio commercialista per vedere se è giusta :rabbia:mi si strizzano i capelli, o se giela fai per iscirtto perchè non possono dimenticarsi gliela fanno vedere al commircialista, per essere sicuri:disappunto:
     
    A teofilatto piace questo elemento.
  5. JO MARCH

    JO MARCH Membro Attivo

    Non sono andata adesso al sindacato. Ci sono andata due anni fa giusto per farmi fare un prospetto indicativo della cifra per affittare la casa o a studenti o per uso transitorio ed ho pagato questo servizio.
    Non ci vorrei tornare per farmi fare anche il contratto perchè di solito riesco a cavarmela da sola. Avendo i dati a cui mi devo attenere non è molto difficile. Il problema si pone ora per la cedolare che è una novità per me.
    Comunque poichè devo affittare per uso transitorio e non per studenti, non posso avvalermi dello sconto previsto per gli studenti, almeno così so. Quindi devo poi calcolare le tasse sull'85% e non sul 59,5. Quindi forse potrebbe convenirmi la cedolare secca. O no? Grazie per ogni ulteriore input.
     
  6. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    ahaha, devi fare come me, sposa la tua commercialista! ;)

    Aggiunto dopo 5 minuti ....

    allora:
    -con regime normale il reddito è tassato all'85% di quanto percepisci (prendi 10.000, paghi le tassa con la tua aliquota su 8.500)
    -con la cedolare paghi sul 100% di quanto percepito (prendi 10.000, paghi l'imposta al 21% su 10.000)
    -cedolare + canone concoradto, paghi sempre il 100% con aliquota al 19%.

    Quindi: nei contratti libero la cedolare conviene sempre, e con convenienza crescente al crescere del reddito; nei contratti concordati conviene dal terzo scaglione di reddito in su, perchè paghi un 'aliquota bassa ma su TUTTO il reddito, e non hai diminuzione sull'ICI ( a Torino passi dal 7 all'1 per mille).

    Ho parlato. :risata:
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se fai un contratto transitorio, non rientra nei contratti a cedolare secca, pertanto devi usare il vecchio sistema, contratto transitorio ciao durata massimo 18 mesi
     
  8. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    oibò a me risulta che puoi usare la cedolare perfino coi contratti senza obbligo di registrazione (meno di 30 giorni), quindi anche in questo caso
     
  9. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Facciamo ordine. Il canone concordato si applica ai seguenti contratti, con i relativi modi di applicazione dell'imposta:
    - contratti 3+2 (o 4+2 o 5+2, ecc...). L'imposta si calcola sul 59,5% del reddito da locazione;
    - contratti per studenti (6-36 mesi). L'imposta si calcola sul 59,5% del reddito da locazione;
    - contratti transitori (1-18 mesi). L'imposta si calcola sull 85% del reddito da locazione (non sono previste agevolazioni).

    Inoltre, i valori (min e max) che ti hanno dato due anni fa, devi aggiornarli applicando il 75% della variazione Istat dei due anni trascorsi. Potrai quindi chiedere qualcosa in più rispetto ad allora.

    Con la cedolare secca è stato abolito l'obbligo di dichiarare la cessione di fabbricato .

    Per fare il confronto tra il sistema tradizionale e quello con cedolare, devi tenere conto che il reddito da locazione va a sommarsi agli altri redditi per determinare l'effettiva aliquota di imposta (potresti, ad esempio, ritrovarti ad avere una parte del reddito da locazione tassato al 27% ed una parte al 38%. La soglia tra i due scaglioni è attualmente a 28.000 Euro).
    Inoltre la cedolare secca assorbe anche il pagamento delle addizionali IRPEF regionale e comunale.

    Apetti negativi della cedolare secca:
    - al reddito sottoposto a tassazione con cedolare secca non si applicano le detrazioni IRPEF (es: ristrutturazioni, risparmio energetico);
    - il reddito da locazione si aggiunge per l'intero in caso di determinazione dell'indicatore ISEE, mentre con il regime tradizionale si aggiunge l'85% od il 59,5% a seconda del tipo di contratto.

    Ti consiglio vivamente di farti una tabellina con tutte queste voci per valutarne quale regime è a te più conveniente.
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sei sempre aggiornatissimo ma penso che questa volta ti sia sfuggito un aspetto: la detrazione per ristrutturazione.

    A pag. 25 della circolare n.26 dell'ADE si chiarisce tale aspetto.
    Chiaramente la detrazione non potrai compensarla con l'Imposta sostitutiva ma potrai detrarla a parte, con tassazione ordinaria, con il 730 o Mod. Unico che sia.
    Ti allego stralcio.
    L’applicazione della cedolare secca non influenza, invece, l’applicazione
    di altre deduzioni e detrazioni d’imposta, quali, ad esempio, quelle del 36 per
    cento o del 55 per cento, previste, rispettivamente, per i lavori di ristrutturazione
    edilizia su immobili abitativi (art. 1 della legge n. 449 del 1997 e successive
    modificazioni) e per gli interventi di risparmio energetico (art. 1, commi 344 e
    seguenti, della legge n. 296 del 2006 e successive modificazioni), le quali restano
    applicabili, secondo la specifica disciplina, a prescindere dalle modalità di
    tassazione del reddito fondiario, mediante IRPEF e relative addizionali o
    mediante cedolare secca. Resta fermo, naturalmente, che le suddette detrazioni
    d’imposta potranno essere fatte valere esclusivamente sull’IRPEF e non anche
    sulla cedolare secca.
    http://www.caf.cna.it/circ26_010611.pdf
     
  11. Giovanni Spinella

    Giovanni Spinella Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Scusate, ma siamo sicuri che in caso di cedolare secca applicata ad un contratto a canone concordato, l'ICI agevolata prevista dal Comune (MIlano nel mio caso) non possa essere applicata?
     
  12. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    È esattamente quello che ho detto io. Dall'imposta cedolare non si detrae nulla.
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non era poi così chiaro a prima lettura. Mettiti nei panni di chi ha posto il quesito.
    Comunque tra di noi :daccordo:
     
  14. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    eh, è proprio qui la fregatura: sopratutto quando si parla di immobili a rendita elevata, lo sgravio sull'ICI del canone concordato (che perdi con cedolare) può valere anche sui 1000 euro all'anno, e al diavolo il beneficio fiscale della cedolare (che comunque DEVE essere calcolata su quanto realmente uno paga, tenuto conto di detrazioni e deduzioni)
     
  15. Giovanni Spinella

    Giovanni Spinella Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Riscusatemi, ma io non ho mai trovato un riferimento normativo al fatto che non si applichi l'ICI ridotta in caso di cedolare secca su contratto di affitto a canone concordato. Dove sta scritto? Le disposizioni sull'ICI del Comune di Milano (ad esempio) non ne fanno cenno.
     
  16. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    sulla circolare 26/e dell'Ade di giugno 2011 c'è scritto tutto, proprio tutto. E si dice chiaramente che l'ICI lo paghi per intero, mentre si evitano imposta di registro, bolli e addizionali regionali e comunali, stop.
     
  17. Giovanni Spinella

    Giovanni Spinella Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ri-riscusatemi, ho riletto tutta la circolare AdE 26/E e non ho trovato nessuna correlazione tra Cedolare Secca e ICI, nè intera nè ridotta (anzi, la parola ICI non compare in tutto il testo). Mi sono anche consultato telefonicamente con la consulenza Fiscale di AltroConsumo e mi hanno confermato che, almeno per Milano, si applica l'ICI ridotta ai contratti a canone concordato, anche in presenza di Cedolare Secca. ...
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  18. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    mi sono andato a rileggere tutto e con mia sorpresa non ho trovato la conferma di quanto dicevo. Ringrazio quindi apertamenteil Sig. Spinella per avermi fatto comprendere uno sbaglio di dimensioni notevoli.
    E grazie ai forumisti che ogni giorno mi insegnano qualcosa!
     
  19. Giovanni Spinella

    Giovanni Spinella Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    un vero signore...
     
    A teofilatto piace questo elemento.
  20. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La riduzione eventuale dell'ICI è una facoltà riservata al Comune, ed in particolare ai grandi centri e alle località con alta tensione abitativa.
    Buona serata a tutti.


    Comunque Spinella si merita un Mi piace
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina