1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    Salve a tutti, avrei bisogno di un chiarimento sulla cedolare secca per l'anno venturo.
    Contratto registrato a giugno 2011 canone annuo euro 3960 (330/mese) aderito alla cedolare secca.
    A novembre 2011 ho pagato:
    330*7*21%*85% di cedolare secca ovvero 412,34 euro
    Nel 2012, secondo la circolare 26/E dell'AdE e il provvedimento precedente (punto 7.2), secondo cui "...Il versamento dell’acconto, pari al 95 per cento dell’imposta dovuta per l’anno precedente...." non capisco quale delle seguenti è giusta:
    ipotesi A: imposta anno precedente 330*7*21%= 485,1 euro (considerando i 7 mesi del contratto)
    ipotesi B: imposta anno precedente 330*7*21%= 485,1 + rendita catastale dei primi 5 mesi dell'anno 2011 (questi 5 mesi in cui l'appartamento era libero però sono da dichiarare nel 730/2012)
    Ipotesi C: 330*12*21%=831,6 euro (tutto assoggettato a cedolare secca)

    In quest'ultimo caso avrei 831,6*95%= 790 di cui 316 a giugno 2012 e 474 a novembre 2012.

    Chi mi può dare una mano a capire questa questione??
    Grazie mille
    Angelo
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Giusta la B. Per il 2011 l'imposta è relativa a 5 mesi di appartamento disponibile (imposta sulla rendita catastale rivalutata per il relativo periodo) + 7 mesi sul relativo affitto (se superiore alla rendita catastale rivalutata) secondo il regime di tassazione prescelto.
     
    A domenico1963 piace questo elemento.
  3. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    si scusami sono in confusione ma per il 2012? su cosa devo calcolare il 95%? su quella pagata (0,95*imposta pagata su 7mesi di canone+rendita rivalutata per 5 mesi) oppure sul monte canoni del 2012?? ovvero ipotesi c?
    grazie per la disponibilità
    angelo
     
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    con la dichiarazione dei redditi conguaglierai l'acconto versato a novembre.
    Nel 2012, a giugno pagherai il primo acconto (40% del 95%) sui redditi previsti dal contratto nell'anno, a novembre il secondo acconto che conguaglierai con la dichiarazione 2013 e così via.
     
  5. angelogen

    angelogen Membro Attivo

    Scusami se t rompo ma potresti fare un esempio coi numeri prendendoli dal mio primo post? Perche a questo punto mi viene da pensare che e' giusta l'ipotesi c
    Grazie d cuore
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il conteggio per il 2012 è semplice e banale nello stesso tempo.
    La cedolare non consente aumenti Istat, pertanto il canone mensile resta di 330,00 Euro.
    Siccome i mesi ijn un anno sono 12, il canone annuo ammonta a 330,00 x 12 = 3.960 Euro che danno un'i,posta totale annua del 21 % = Euro 831,60
    L'acconto complessivo è pari al 95 % pertanto = Euro 790,02 che pagherai in due rate
    La prima entro il 16 giugno 2012 del 40% = Euro 316,01
    La seconda entro il 30 Novembre del 60 % = Euro 474,01-

    A giugno pagherai anche il residuo 15 % relativo all'anno 2011 .
    Buona serata.
     
    A giovanna1948 piace questo elemento.
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si può usare anche l'ipotesi B ma conplicheresti i calcoli, dovresti sdoppiarti tra 730 ed F24 per il versamento della cedolare secca che come noto si dichiara a parte.
    CErtamente avresti degli acconti leggermente più bassi, ma di conseguenza avresti un saldo sostanzioso.
    Se versi (con il metodo C) qualche euro in più lo Stato sicuramente non li rifiuterà, ma avrai di sicuro una situazione contabile chiarissima.
    Io personalmente non starei a pensarci tanto sul'ipotesi da adottare.
     
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora, relativamente alle imposte dell'anno 2011, nel 2012 dovrai, con la dichiarazione dei redditi:
    - liquidare il saldo della cedolare secca, per cui hai versato già l'acconto, ovvero: 330*7*21%*15%=72,77 Euro;
    - pagare le imposte sui 5 mesi di sfitto in base alla tua aliquota IRPEF sulla rendita catastale.

    Nel 2012, poi, ipotizzando che il tuo contratto duri per tutto l'anno (mi sembra di aver capito che si tratti di un 4+4), dovrai pagare, con F24:
    - entro il 16 giugno, 330*12*21%*95%*40%=316,01 Euro
    - entro il 30 novembre 330*12*21%*95%*60%=474,01 Euro

    I restanti 41,58 Euro li salderai a conguaglio con la dichiarazione dei redditi del 2013.

    Per alberto bianchi. Non ho capito il tuo ragionamento sullo sdoppiamento tra 730 ed F24, anche perché sono comunque entrambi da redigere... Puoi spiegare meglio? Grazie.
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In pratica hai già spiegato tu la questione dello sdoppiamento.
    Altra cosa importante.
    La cedolare secca è stata introdotta oltre che per far emergere gli affitti in nero e far "risparmiare" qualche euro ad entrambi i contraenti ( locatario e locatore) è stata introdotta soprattutto per semplificare le procedure in modo da non dover costringere chi ha solo redditi di locazione ( senza svolgere attività d'impresa) a riveolgersi al Caf o al commercialista per la dichiarazionew dei redditi.
    Non è detto che la cedolare secca vada a finire nel 730 o nel modello unico . L'anno prossimo ne avremo la prova.
    Chi sceglie la cedolare secca può benissimo farsi i conti in casa. In caso di contratto regolare, visto che non si paga più l'imposta di registro, che non c'è variazione Istat, non ci sono dichiaraziuoni da fare, il locatore può benissimo, una volta a regime, copiarsi il suoi belli F24 dell'anno precedente e procedere al pagamento del dovuto. Senza Caf e senza commercialista.
    Del resto,.....non si parla anche di liberalizzazione delle professioni ?
    Buona giornata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina