1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Roma, 27 gen. (Adnkronos) - Cedolare secca al 19% per gli affitti concordati e al 21% per i locatori che si rivolgono al mercato. Sono le nuove aliquote contenute nel testo del decreto del federalismo municipale che il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, ha presentato alla bicameralina.

    Nel provvedimento si legge inoltre che "e' sospesa la facolta' di chiedere l'aggiornamento del canone, anche se prevista da contratto a qualsiasi titolo, inclusa la variazione accertata Istat dell'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati".

    L'opzione, si legge ancora, non ha effetto "se di essa il locatore non ha dato preventiva comunicazione al conduttore con lettera raccomandata, con la quale rinuncia ad esercitare la facolta' di chiedere l'aggiornamento del canone a qualsiasi titolo".
    :daccordo:
     
    A alder e oriapa piace questo messaggio.
  2. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    ciao. ma quindi significa che il provvedimento, quando avrà approvazione, assieme alla cedolare secca (di cui non vedo l'ora visto le tasse che pago oggi sull'affitto) da la possibilità al conduttore di non aumentare il canone e per tale "possibilità" deve essere espressa volontà preventiva? :domanda:non capisco. io conduttore non esprimo la volontà e aumento il canone secondo quanto dice istat. ma forse mi sono persa qualche pezzo per strada, puoi per cortesia spiegarmi meglio? grazie
     
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L' opzione è di utilizzare o meno la cedolare secca, per esercitare l' opzione bisogna comunicarlo al conduttore con raccomandata.
    Viene istituito il blocco degli affitti ovvero la non applicazione dell' indice Istat sino a.....
    :daccordo:
     
  4. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    ok quindi. io faccio contratto affitto. poi faccio raccomandata all'affittuario informandolo che voglio usare l'opzione cedolare secca. di conseguenza l'affitto rimane bloccato al momento della stipula del contratto? se è così certamente mi conviene esercitare l'opzione... se ho capito giusto.
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x maidealista aspetta a trarre conclusioni non è ancora finita verrà modificata ancora sempre se andrà in porto? ciao adimecasa:daccordo:
     
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In buona sostanza se tu proprietario opti per la cedolare secca non puoi aumentare il canone di locazione. Ossia se il contratto è un 4+4 non puoi applicare né l'Istat né gli aumenti dovuti a interessi legali su eventuali lavori straordinari improrogabili ed urgenti. Se il contratto è un n+2 non puoi applicare l'Istat. E' così? Se è così secondo me si privilegiano gli n+2, ove in ogni caso non ci sono aumenti per gli interessi legali sui lavori.
     
    A maidealista piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina