1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Cetty85

    Cetty85 Nuovo Iscritto

    Salve...io spero che voi possiate aiutarmi o consigliarmi.So che il decreto che ha introdotto il nuovo regime in positivo della cedolare secca, contiene anche una serie di misure a favore degli inquilini che possono denunciare situazioni irregolari da parte dei proprietari di casa.Io vorrei sapere una cosa: se un inquilino denunciasse il proprietario a cosa andrebbe in contro?Cioè...mi spiego meglio.A me interessa sapere come muovermi,cosa dovrei fare,che tempo passa,come viene gestita la procedura,quali sono i miei diritti e se ci sono rischi e garanzie...perchè nn vorrei che,dopo che io facessi la denuncia come lo Stato ci dice di fare,mi ritroverò poi in mezzo ad una strada!! Potete indirizzarmi x favore?Siate più semplici possibile nell'esporvi x favore,senza parole troppe complicate :p vi ringrazio molto.A presto ;)
     
  2. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    Copio e incollo quanto scrissi il 7 luglio rispondendo ad un altro forumista:

    "Povera Italia! Certo, la prospettiva è irresistibile, se il meccanismo fosse semplice e praticabile. Peccato che le sanzioni rimangono ancora un rebus insoluto. Se ti presenti alle Entrate per denunciare del nero, dopo averti squadrato ben bene, sono capaci di dirti che sono spiacenti, ma l'inquilino non può regolarizzare il contratto. "Ma ho il modello 69 bello pronto!! "Spiace, si accomodi." Qualsiasi scusa è buona per non accogliere la tua richiesta. Gli uffici delle Entrate o non rispondono o danno indicazioni sbagliate. Guarda che io li capisco, eh. Cosa vuoi che ti dicano, dal momento che brancolano nel buio!? Non sanno che pesci pigliare. Il legislatore ci ha messo del suo e il loro direttore non è stato da meno...In attesa di sviluppi, io consiglierei intanto al conduttore di cercare prima di tutto qualche ricevuta o bonifico che possa provare l'esistenza del rapporto locativo. Il conduttore non rischia direttamente, se non per la solidarietà che lo coinvolge nel pagamento del'imposta di registro dovuta e non versata. Per ottenere indubbi vantaggi civilistici, il conduttore, in linea di principio, potrebbe provvedere in proprio, richiedendo la registrazione di una apposita denuncia in doppio originale, unitamente al modello 69. Le misure punitive (penalità e sanzioni) sono note. Perciò non mi dilungherò ad elencarle. Quello che, invece, mi preme precisare è che, trattandosi di previsioni sanzionatorie di tipo civilistico, le stesse ben potrebbero prescindere dall'applicabilità del regime della cedolare secca. Arrivo al punto. Secondo le Entrate, ai fini dell'emersione di una locazione in black è sufficiente la denuncia dell'inquilino senza atto scritto (circ. 26/11, pag. 53). Considerato che il processo tributario nel quale potrebbe confluire l'accertamento per omessa registrazione, è a base sostanzialmente documentale, dovrebbe essere più corretto supportare la denuncia dell'inquilino con altri dati, documenti e notizie. Ai sensi dell'art.7 del Dlgs. 546/1992, infatti, non è ammessa la prova testimoniale. E' inoltre possibile che la controversia sull'entità del canone da corrispondere sia portata anche all'esame del giudice ordinario. In tale eventualità, la coesistenza di un procedimento tributario e di un processo ordinario potrebbe condurre a esiti divergenti."

    Le cose dal 7 luglio ad oggi non sono cambiate. In teoria dovresti presentare all'ufficio delle Entrate di Catania apposita denuncia in doppio originale unitamente al modello 69 debitamente compilato. La circolare 26/11 ha chiarito che non è necessario che venga prodotto all'ufficio dell'Agenzia un atto scritto. Dovrai comunque essere in possesso dei dati catastali dell'immobile e dei dati anagrafici del proprietario per compilare in proprio tale modello. Il locatore le proverà tutte: potrebbe cercare di dimostrare che tu hai occupato abusivamente l'appartamento o che si tratta di un affitto di durata inferiore ai 30 giorni, e in quanto tale, non andava registrato. Ma non sarà facile. Se il proprietario è stato così ingenuo da firmare un contratto e dartene una copia, senza poi dichiararlo, il gioco sembrerebbe fatto. In realtà non è così: servono pazienza e talento da detective per raccogliere le informazioni necessarie. Le prove indirette, come ad esempio le bollette del gas, della luce e del telefono a te intestate (sempre che non se le sia intestate il proprietario), potrebbero servire quali elementi per rafforzare la segnalazione alle Entrate, che dovrebbero attivare i propri accertamenti e poi far scattare d'ufficio il canone scontato. Il condizionale, però, in questo caso, è d'obbligo.
     
  3. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'unica cosa certa qui è che hai liberamente accettato di prendere in affitto un immobile senza pagare la tua quota di spese di registrazione. Quindi il rischio è quello di dover pagare dette somme, le sanzioni e gli interessi. Rischio minore di quello del proprietario, il quale pagherà non solo le medesime somme, le sanzioni e gli interessi, ma anche tutte quelle corrispondenti al mancato versamento delle imposte sui redditi da locazione.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    a questo aggiungiamo il fatto che potresti avere la residenza lì da diverso tempo.
     
  5. Cetty85

    Cetty85 Nuovo Iscritto

    Questo è vero,ma ho dovuto accettare x forza perchè,alla mia richiesta di un contratto fatto a norma di legge,lei mi disse che non lo può fare perchè pagherebbe molte spese mensili in più(il suo problema è che le case che lei ha in affitto,tutte col contratto in nero,noi inquilini sappiamo che non sono nemmeno registrate...infatti io nel contratto non ho i valori catastali dell'immobile scritti,nn glieli ha messi)ma mi propose un ulteriore aumento dell'affitto cosicchè con i soldi in più ricevuti da me poteva pagarle(furbetta,considerando che a me la casa l'ha data con 105 euro di aumento tutto d'un botto rispetto all'ex-inquilina),rifiutai ovviamente questo ulteriore aumento e lei mi disse che,se io non avessi accettato le sue condizioni la casa non me l'avrebbe data....a me purtroppo serviva urgentemente!!Sono stata costretta ad accettare:contratto in nero(fatto solo tra me,lei e il suo avvocato),questo aumento d'affitto di 105euro,non mi ha aiutata nemmeno a riparare le cose in casa...e diciamo che la casa avrebbe bisogno di tante riparazioni.Della serie:"Se ti sta bene ok,altrimenti la dò a qualcun'altro!"Perciò sono stata costretta ad accettare queste sue condizioni...però adesso vorrei capire se anch'io ho dei miei diritti in merito a tutto questo....ne avrò qualcuno o no?o nonostant tutte le sue irregolarità la spunta sempre lei? :rabbia:

    Io la residenza ancora ce l'ho nella vecchia abitazione...ho avuto intestato il tel e la luce,ma poi,x diversi problemi,mi hanno staccato tutto perchè non potevo pagarli(ovvio!) :occhi_al_cielo: ma in questa nuova abitazione(che sarebbe un cortile con 7 case tutte della stessa proprietaria)abbiamo l'acqua e la luce della scala a nome suo....Quindi?che si potrebbe fare?Aiutatemi vi prego,consigliatemi....
     
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non hai accettato per forza, cioè non credo che ti abbia spintonato per farti entrare in casa: se dici così ti prendi in giro da sola. Quindi la denuncia per evasione è anche un'autodenuncia.
     
  7. Cetty85

    Cetty85 Nuovo Iscritto

    :shock: Ovvio che non mi ha spintonata in casa...quando dico ho dovuto"accettare x forza",intendo dire che,in base alla mia situazione,ho dovuto prendere in affitto questa casa stando alle sue condizioni(pensavo che si fosse capito il senso,la battuta...è normale che non mi ha minacciata di prenderla,ma mi ha ricattata dicendomi che l'avrebbe data a qualcun'altra pur sapendo la mia urgenza e pur conoscendoci da una vita!)purtroppo nn è che le case si trovano dall'oggi al domani,ormai la maggior parte sono tutte in vendita le case... :basito:
     
  8. susyniky

    susyniky Membro Attivo

    ricattato? dire che se non la prendi tu la da a qualcun'altro? scusa ma mi sembra una grave accusa.Io pregherei tutti gli inquilini che sperano di poter commettere un'azione così cattiva nei confronti del padrone di casa di valutare innanzi tutto se lo merita,e poi le conseguenze del gesto,non credo che sarete "amici" come prima...
     
    A jac0 piace questo elemento.
  9. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I dati catastali li puoi recuperare andando al catasto. Quelli della proprietaria spero tu li abbia almeno sulla tua copia del contratto o da qualche parte.
    Con questi dati vai all'AdE e denuncia l'irregolarità, provvedendo al tempo stesso a richiedere la registrazione del contratto irregolare (possono essere registrati anche i contratti verbali). Porta con te le bollette delle utenze precedentemente a te intestate e tutto quanto possa far risalire a qualsiasi tipo di pagamento effettato (ad esempio la ricevuta per la caparra). Meglio se hai una copia del contratto non registrato.
    Successivamente l'AdE provvederà a fare i propri accertamenti.

    In bocca al lupo e facci sapere.
     
  10. Cetty85

    Cetty85 Nuovo Iscritto

    Diciamo ke,in alcuni casi,se la cercano loro...perchè danno in affitto case quasi inagibili e per giunta non ti danno nemmeno una mano a sistermarle(come nel mio caso)e non ci arrivo a pagare l'affitto.Quindi loro devono avere i loro diritti e noi inquilini no?Da entrambe le parti ci sono diritti e doveri da rispettare(come nel mio caso,avrei il diritto di pagare di meno per una sua violazione).E poi mi hanno detto che,le agenzie delle entrate,stanno facendo dei controlli a tappeto,e ke quindi,se scoprono che io ho accettato questo contratto in nero,le multe salate arriveranno anche a me per aver"coperto"questa illegalità della padrona di casa...mentre se io faccio la denuncia prima che loro se ne accorgano invece no.Perciò...invece di dibattere inutilmente,cosa mi consigliate di fare?Come mi converrebbe muovermi??
     
  11. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    non credo si possa parlare di ricatto. dare la casa a Tizio se Caio non la prende è il semplice ordine naturale delle cose. cos'altro avrebbe potuto fare il proprietario? implorarla di prenderla? dargliela in comodato? suvvia... i ricatti sono altri.
     
    A susyniky piace questo elemento.
  12. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Leggi il mio post #9
     
  13. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Considera anche che potrebbe esserti contestato dall'AdE il mancato pagamento dell'imposta di registro nel periodo in cui hai detenuto l'immobile.
     
  14. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Molto poco rispetto al risparmio che avrebbe denunciando il contratto in nero, non credi?
     
    A jac0 piace questo elemento.
  15. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Verissimo. Infatti io impiegato dell'AdE andrei a vedere se l'inquilino è per caso "sconosciuto al fisco" sic et simpliciter.
     
    A susyniky piace questo elemento.
  16. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ho posto via internet il seguente quesito all' AdE :
    Sul Web viene dibattuto spesso come, nell' ambito del decreto sulla cedolare secca, da parte del conduttore, possa essere denunciato, ed ottenere le relative agevolazioni, un affitto in nero o parzialmente in nero...Potete indicare i passi necessari e la documentazione che deve essere prodotta ?..
    Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti....
    Testo risposta:
    Gentile contribuente, impregiudicata la fattispecie della denuncia preventiva, da rivolgere eventualmente anche presso l'ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate, gli effetti sanzionatori in tema di cedolare secca sono disciplinati nel paragrafo 9 della circolare 26/E/2011 alla cui lettura si rinvia. Cordiali saluti

    La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.Agenzia delle EntrateCentro di Assistenza Multicanaledi VeneziaContact Center....
    :daccordo:
     
  17. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Insomma tu hai chiesto come DEVE ESSERE DOCUMENTATO l'illecito, loro ti hanno invece detto come VIENE SANZIONATO l'illecito. Hanno eluso la domanda, sono stati evasivi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina