1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ismet

    ismet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve,
    in questo forum devo dire si trova un pò di tutto per i vari dubbi anche se talvolta non sempre si adattano alle proprie esigenze.
    Pertanto gradirei sottoporre un mio quesito alla vostra autorevole competenza.
    A luglio ho stipulato un contratto di locazione con cedolare secca per due immobili (appartamento e garage), inutilizzati nei primi sei mesi dell’anno.
    Il canone pattuito mensilmente è pari ad € 550.
    Sto eseguendo una simulazione della modello 730 che presenterò al sostituto d’imposta il prossimo anno 2014 (ovviamente salvo eventuali modifiche normative).
    Qualche perplessità l'ho avuta.
    Infatti, come indicato nel prospetto allegato, per l’appartamento, indicato nel rigo B1 e B2 (rendita 582), ho inserito due distinti codici per attestare che lo stesso è stato tenuto a disposizione (codice 2) nel primo semestre e che, invece, è stato assoggettato alla cedolare (codice 3) nel secondo semestre.
    Altresì, in corrispondenza della riga B3 e B4 ho inserito per il garage i medesimi codici 2 e 3.
    http://s20.postimg.org/xcx1ho6kt/quadro_b.jpg
    DOMANDA: Il canone di locazione posso inserirlo in corrispondenza di uno solo dei due immobili (come in figura) oppure debbo procedere in altro modo, atteso che li indicherò (rigo B11e B12) entrambi con lo stesso codice di contratto?
    Inoltre, tenuto conto che il contratto decorre da luglio 2013, dovrò pagare, in un unico pagamento il saldo della cedolare, nel mese di giugno 2014 e contestualmente pagherò anche l’acconto, (tenendo a base il canone dei 6 mesi dell’anno precedente).
    E' ovvio che entro il mese di maggio 2014 presenterò al mio sostituto d’imposta la dichiarazione 730.
    http://s20.postimg.org/woo6yq7v1/quadro_f.jpg
    DOMANDA: i citati pagamenti (saldo e acconto) dovrò eseguirli mediante F24 oppure sarà il mio sostituto di imposta che procederà direttamente a calcolare e trattenere i predetti importi (in relazione al quadro B)?
    Qualora io proceda al pagamento mediante F24, quali saranno le sezioni e le colonne del quadro F (mod. 730) che saranno interessate da detti pagamenti?
    Un saluto a tutti
     
  2. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Quesiti interessanti. A mio parere l'inserimento nel quadro B va bene mettendo un unico affitto (non so se il software te lo accetterà, perchè, leggendo il codice 3, probabilmente pretenderà che venga messo un canone..o forse no, perchè lo si potrebbe anche affittare a canone zero) e citando lo stesso contratto successivamente. Per quanto riguarda il pagamento, ritengo che a novembre si debba versare l'acconto con F24 per il secondo semestre 2013: tale acconto dovrà essere segnalato nel quadro F (c'è una casella apposita) e il software ne terrà conto; successivamente, cioè dal gennaio 2014 verrà operata, per la dedolare secca, la trattenuta direttamente dal sostituto d'imposta, a meno che non si dichiari di voler fare i versamenti separati.
     
    A ismet piace questo elemento.
  3. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Totale affitto diviso la somma delle rendite catastali. Il risultato moltiplicato la rendita catastale dell'appart. è il valore da inserire nel rigo b2 (appartam. fitto da luglio in poi). Totale affitto sottratto la cifra già esposta al rigo b2 si trova la cifra da esporre al rigo b4 (garage fitto da luglio in poi). Dal 730 scaturirà l'importo a saldo della ced.secca da pagare; se ricorrono le condizioni (e ricorrono) saranno addebitati anche gli acconto di giugno e novembre (693€ di saldo; 263€ di acc. a giugno e 395€ di acc. a novem.) Il tutto sui cedolini paga del mese di luglio e novembre.
    Nel caso di versamento di importi con F24, questi saranno sommati agli importi del CUD 2014 ed esposti nella sezione f del 730/2014. Ma questo è un cinema che vedremo tra 10 mesi: è presto dire in quale casella inserire gli acconti pagati.
     
    A ismet piace questo elemento.
  4. ismet

    ismet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Effettivamente il tuo criterio, quantunque non fosse quello esatto, ha una logica fiscale, in virtù della quale nessun accertamento potrà determinare alcun tipo di sanzione (gli importi da assoggettare ad imposta sono quelli ancorchè suddivisi).
    Sono convinto, comunque, che detto criterio (della ripartizione in quote) è sicuramente quello da adottare.
    Ad ogni buon conto nel momento in cui, nella sezione II del quadro B, si dichiara che entrambi gli immobili fanno parte del medesimo contratto, direi proprio che al fisco si forniscono le informazioni più che esatte.
    Tale suddivisione, tuttalpiù, potrebbe generare duplici adempimenti (acconti e saldi) che in sede di indicazione nella sezione F (qualora si paghi con F24) potrebbero essere sommati ed indicati in un unico importo.
    COSA NE PENSI DI QUEST'ULTIMA CONSIDERAZIONE?

    Riguardo ai conteggi che hai mostrato (perfettamente coincidenti con quelli che ho calcolato) non ho ben chiara la modalità di pagamento mediante il sostituto d'imposta.
    Infatti, nel mese di maggio 2014, procederò a presentare la mia dichiarazione 730, nella quale inserirò tutti i dati del quadro B (come sopra accennato).
    Premetto che a questa data, visto che il contratto ha avuto inizio a luglio 2013, non ho ancora eseguito alcun tipo di pagamento.
    Ebbene, sarà il mio sostituto che opererà, quindi, l'addebito di 693 € di saldo (addebitato nello stipendio di luglio) di 263 € di acc. a giugno (sempre addebitato nello stipendio luglio) e di 395€ di acc. (addebitato nel mese di novembre) ?
    Ulteriori adempimenti, pertanto, non sono dovuti se non quello di pagare alle suddette scadenze con trattenuta direttamente sullo stipendio da parte del sostituto.
    PENSI CHE TALE PROCEDURA SIA CORRETTA?
    Volendo precorrere i tempi, inoltre, mi pare di capire che se decido di eseguire i pagamenti autonomamente con F24 dovrò semplicemente annotarli nella sezione F del 730 il cui esatto appostamento lo vedremo in seguito.

    Devo dire che questa discussione è stata piuttosto articolata e abbastanza costruttiva, sperando che possa servire anche ad altri amici del forum.

    Se hai un pò di tempo ti chiedo di valutare le mie considerazioni e magari farmi sapere il tuo parere.
    Saluti



     
  5. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La suddivisione del totale affitto in base alle rendite catastali degli immobili affittati con un unico contratto (di affitto) è fatto in base alle istruzioni del 730! Non si può fare diversamente, a meno che le due componenti non siano specificate in dettaglio nel contratto (ma questo, non l'ho mai sentito).
    Per quanto riguarda invece gli acconti e la somma a quelli esposti sul CUD 2014, ho SBAGLIATO. (nella foga della risposta ho calcolato male gli anni).
    L'affitto è del luglio 2013, quindi nel 730/2013 non è stato dichiarato niente. OK
    Pertanto il sostituto d'imposta sul CUD2014 non esporrà alcun acconto x ced.sec.
    Gli acconti x i 2014 (che il sostituto tratterrà sulla busta paga di luglio e novembre 2014, a seguito del 730/2014 ), saranno esposti sul CUD 2015 (e non 2014 come erroneamente ho scritto). Fermo tutto il resto.
    Gli importi e i mesi di addebito dettagliati da ISMET, sono più chiari di quanto ho scritto. Ma mi sembrava tanto ovvio!.
     
    A ismet piace questo elemento.
  6. ismet

    ismet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se ho ben capito, quindi, a luglio e a novembre del 2014, il sostituto opererà AUTONOMAMENTE le trattenute sulla busta paga (sulla scorta dei dati che io indicherò nel quadro B), sia per quanto riguardo il SALDO (unico importo per l'anno 2013) e sia per gli ACCONTI del 2014 (giugno e novembre), senza esporre, invece, alcun dato nella Sezione F.
    Il successivo anno 2015, invece, il sostituto procederà a TRATTENERE saldo e acconti, mentre esporrà quanto pagato nel 2014 in sezione F.
    Tutti i richiamati pagamenti, comunque, saranno operati dal sostituto SENZA che io debba EEFFETTUARE alcun PAGAMENTO MEDIANTE F24.

    Puoi confermarmi se ho ben capito (del resto i latini dicevano: repetita iuvant) !

    Saluti
     
  7. marinoernesto

    marinoernesto Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    esatto per gli addebiti e le scadenze. Invece x la sezione F, stiamo parlando di 730 (che compete al contribuente) e non di CUD (che compete al datore di lavoro).Quindi corretto è: il contribuente riporterà nel quadro F (le colonne le vedremo) gli acconti pagati ed esposti nei punti (vedremo quali saranno) del CUD rilasciato dal datore di lavoro. Nel caso il contribuente abbia, di sua iniziativa, versato ulteriori acconti con F24 (potrebbero sussistere le necessità: ad esempio con le dimissioni tra agosto ed ottobre è d'obbligo versare l'acconto con F24), questi importi saranno sommati (a cura del contribuente) agli importi del CUD e i totali saranno riportati nella sezione F del 730.
     
    A ismet piace questo elemento.
  8. ismet

    ismet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Più chiaro di così non avresti potuto spiegarlo! :applauso:
    Ti ringrazio per la tua fattiva partecipazione alla questione. :stretta_di_mano:
    Se ne avrai voglia, magari, potremo riprendere questo discorso in sede di presentazione del mod. 730 per chiarire alcuni dettagli. :ok:
    Per il momento auguro a te e agli altri amici del forum BUONE VACANZE. :stretta_di_mano:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina