1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. renatuzzo

    renatuzzo Membro Attivo

    Professionista
    Buongiorno,
    ho provato a cercare nei precedenti post ma non ho trovato risposta CERTA a qs quesito:
    in caso di un nuovo contratto di immobile ad uso abitativo (il classico 4 + 4) che si è deciso di tassare con Cedolare Secca non si possono applicare gli adeguamenti ISTAT. Fin qui OK
    Ma alla fine dei primi 4 anni, quando cioe' avverrà la PROROGA posso richiedere un adeguamento del canone ? Oppure sono vincolato per tutta la durata del contratto (8 anni)?
    Eventualmente posso in sede di prima registrazione del contratto specificare un importo di canone per i primi 4 anni e un altro importo (adeguato e concordato tra le parti) per i successivi 4 anni in caso di proroga ?
    grazie
     
  2. Dalam

    Dalam Membro Attivo

    Professionista
    L'adesione alla Cedolare Secca presuppone la rinuncia da parte del proprietario ad effettuare aumenti del canone per tutta la durata dell'opzione. Anche ovviamente in caso di rinnovo automatico per il secondo quadriennio. Solo al termine degli otto anni, previa disdetta del contratto da parte del locatore nei tempi previsti per legge ( 6 mesi), è possibile addivenire ad un nuovo contratto con nuovi importi.

    Sarebbe interessante sapere - ma da persona giuridicamente esperta ( evitare semplici pareri o giudizi personali ) - se, ovviamente in accordo con l'inquilino, sarebbe possibile stipulare un nuovo contratto, con nuovi importi e sempre con l'adesione alla cedolare secca, già dalla fine del primo quadriennio. Il mancato rinnovo nel primo quadriennio ( obbligatorio per legge nei canoni liberi ) a fronte della stipula di un nuovo contratto 4+4 alla fine del primo quadriennio stesso, potrebbe inficiare il secondo contratto ? Lo so che con il buonsenso tutti diremmo no. Ma nelle questioni giuridiche ho imparato che è sempre meglio chiedere a chi conosce bene la legge ( e a volte non basta :) )
     
    A romrub piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina