1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. altea5050

    altea5050 Nuovo Iscritto

    Ho registrato per la prima volta ad aprile 2012 un contratto di locazione con l'opzione per la cedolare secca.
    Il Caaf mi dice che non deve pagare per l'anno 2012 a giugno e a novembre, ma pagherò l'anno prossimo.
    Al numero verde dell'Ade mi rispondono invece che devo versare l'acconto a giugno, il 40% dell'importo calcolato sul 92% dell'imposta totale (penso per i nove mesi di affitto).
    Avrei bisogno di capire meglio. Grazie
     
  2. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se nel 2011 non hai avuto redditi da locazione ma solo lavoro dipendente ha ragione il caf (acconto storico).
    Se invece non ti vuoi trovare strozzato nel 2013 per un saldo 2012 cospicuo per la cedolare, daje n'po de sordi :risata: :risata: (acconto previsionale)
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ha ragione l'AdE.
    Se il contratto è stato stipulato ad aprile dovranno essere versati gli acconti di giugno e novembre, rispettivamente nella misura del 40% e del 60% sul 95% (e non 92%) dell'ammontare dei canoni previsti per l'anno in corso (9 mesi).
    Gli acconti non vanno versati se l’importo su cui calcolare l’acconto non supera Euro 51,65, o vanno versati solo a novembre se il valore dell'acconto risulta inferiore a Euro 257,52, soglie previste dal Provvedimento del Direttore dell'AdE del 7/4/2011.
     
  4. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Scusa Tovrm quoto le istruzioni di unico 2012 riguardo l'acconto della cedolare secca.

    Acconto cedolare secca locazioni per l’anno 2012
    Per stabilire se è dovuto o meno l’acconto relativo alla cedolare secca per l’anno 2012 occorre controllare l’importo indicato nel rigo RB11, colonna 3, “Totale imposta cedolare secca”. Se questo importo:
     non supera euro 51,65, non è dovuto acconto;
     supera euro 51,65, è dovuto acconto nella misura del 92 per cento del suo ammontare (differimento del versamento di 3 punti percentuali dell’acconto 2012 alla data di versamento del saldo – D.P.C.M. del 21 novembre 2011).
    Atteso che tutti gli importi indicati in dichiarazione sono espressi in unità di euro, l’acconto risulta dovuto qualora l’importo del rigo RB11, col. 3, risulti pari o superiore ad euro 52.
    L’acconto così determinato deve essere versato:
     in unica soluzione entro il 30 novembre 2012 se l’importo dovuto è inferiore ad euro 257,52;
     in due rate, se l’importo dovuto è pari o superiore ad euro 257,52, di cui:
    – a prima, nella misura del 38 per cento del rigo RB11, col. 3, entro il 18 giugno 2012 (il 16 giugno è sabato e il 17 giugno è domenica) ovvero entro il 18 luglio 2012 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;
    – la seconda, nella restante misura del 54 per cento del rigo RB11, col. 3, entro il 30 novembre 2012.
    Se il contribuente prevede una minore imposta da dichiarare nella successiva dichiarazione, può determinare gli acconti da versare sulla
    base di tale minore imposta. La prima rata di acconto relativo alla cedolare secca per l’anno 2012 può essere versata ratealmente alle
    condizioni indicate al successivo paragrafo “Rateazione”.
    Se nel 2011 l'immobile non era locato o era locato a tassazione ordinaria, nel rigo RB11 colonna 3 non comparirà nessun importo, quindi che acconto deve dare?
     
    A Giovanni Spinella piace questo elemento.
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'acconto è sui redditi 2012, atrimenti che acconto sarebbe? Il conguaglio avverrà con la dichiarazione del prossimo anno.

    Grazie per il chiarimento sul 92% con differimento dei 3 punti percentuali.
     
  6. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Si ma l'acconto sui redditi da cedolare 2012 si da in base ai redditi da cedolare del 2011. Se nel 2011 non ha percepito redditi da locazione (per questo si chiama storico), può fare solo un acconto di tipo previsionale per il 2012 avendo locato l'immobile ad aprile sapendo l'importo del canone e supponendo che duri fino a dicembre. Ma non penso sia obbligato a farlo.
     
    A Giovanni Spinella piace questo elemento.
  7. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'acconto lo paghi sui redditi previsti per il 2012, mentre in dichiarazione dei redditi paghi il conguaglio sui redditi 2011.

    Se dunque hai un contratto che scade ad aprile 2012 e non hai nel frattempo stipulato un contratto per il periodo successivo, paghi l'acconto per i redditi dei primi 4 mesi dell'anno. In occasione del secondo acconto rifarai i calcoli per tenere conto di eventuali nuovi periodi di locazione e pagherai fino a conguagliare l'acconto complessivo del 92% o 95% (il rinvio del 3% in sede di conguaglio è una facoltà, non un obbligo). Con la dichiarazione dei redditi 2013 (o con F23 se non fai la dichiarazione), conguaglierai il saldo per il 2012 e così via...
     
  8. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questo è l'acconto previsionale in cui prevedi di avere un minore reddito nel corso dell'anno e quindi ti danno la possibilità di modificare l'acconto storico ma bisogna saper far bene i calcoli perchè nel caso si versi l'acconto d'imposta in misura inferiore per una previsione sbagliata l'anno successivo, al momento del saldo, se si accorgono che comunque gli acconti non corrispondono alle percentuali previste ti tirano le orecchie mentre con lo storico tu paghi gli acconti dell'anno corrente in relazione ai redditi dell'anno precedente e quindi se nell'anno corrente il tuo reddito si eleva di molto ma tu hai pagato le giuste percentuali in maniera storica, avrai un saldo elevato l'anno successivo ma non potranno contestarti niente.
     
    A Giovanni Spinella piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina