1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    Sono proprietario di una casa accatastata come A/5 e di una sua pertinenza, a piano terra, che era un laboratorio di mio padre e ora viene usato come garage, ed è accatastata come C/3: siccome sarei interessato, ora che al I luglio affitterò la casa come abitazione e il locale a piano terra come garage, a richiedere l'applicazione della normativa detta "cedolare secca": posso farlo anche se la pertinenza non è C/6 come di solito sono i garage? o devo richiedere la cedolare secca solo per l'abitazione e andare avanti col vecchio sistema per la parte di canone che riguarda il garage?
    Da ricordare che farò un solo contratto e quindi sarebbe molto complicato...
    Grazie a chi mi aiuterà
    Martino
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì, puoi aderire al regime della cedolare secca anche per la pertinenza, se ricompresa in un unico contratto.
     
  3. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    ciao
    a quanto dice la legge la cedolare è applicabile per ogni tipo di abitazione (quindi col tuo A/5 ci siamo), mentre sono esclusi gli immobili "strumentali o relativi ad attività di impresa", tra cui a senso c'è anche il tuo C/3.
    Per onestà sottolineo che non ho trovato riferimenti che dicano esplicitamente no al C/3, ma mi pare che il testo sia chiaro in merito.
    Per cui o fai una variazione a catasto (ti fai seguire da un geometra), cosa che però ti costerà qualche centinaio di euro oppure tieni le cose così come stanno e semplicemente fai due contratti, uno per l'abitazione e uno per il laboratorio, chiedendo la cedolare ovviamente solo per il primo.
     
  4. martino954

    martino954 Nuovo Iscritto

    Mi hanno detto che chi affitta un Ufficio (A/10) come abitazione può chiedere la cedolare secca: quello che conta è l'utilizzo effettivo che prevale sulla modalità in cui esso è accatastato sarà vero?
    Grazie
    Martino
     
  5. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    a me risulta invece che (fonte Sole 24 ore, come il mio post precedente) gli A/10 comunque non possono accedere alla cedolare, così come per estensione le abitazioni affittate a ufficio.
    Se poi l'Agenzia delle Entrate dirà diversamente, se ne prendeà atto.
    ciao

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    riporto quanto scritto sul Sole 24 Ore
    " la cedolare è applicabile anche per le pertinenze delle abitazioni (box, posti auto, soffitte e cantine accatastate in C/2 e C/6 a prescindere dal numero purchè pertinenziali al fabbricato locativo) qualora locate congiuntamente all'abitazione"
    quindi devono essere locate congiuntamente, ma solo i tipi specificati.
    Se poi l'Agenzia delle Entrate ha detto cose diverse successivamente le cose cambiano.
     
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non esiste alcun vincolo al tipo di pertinenza. Vi cito i riferimenti di legge, facilmente reperibili sul sito dell'AdE (Agenzia delle Entrate - Cedolare secca contratto di locazione - Normativa e prassi)

    Art. 3 comma 2 Decreto legislativo del 14 marzo 2011 n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale) Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 67 del 23 marzo 2011

    «A decorrere dall'anno 2011, il canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all'abitazione, puo' essere assoggettato, in base alla decisione del locatore, ad un'imposta, operata nella forma della cedolare secca, sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle relative addizionali, nonche' delle imposte di registro e di bollo sul contratto di locazione; la cedolare secca sostituisce anche le imposte di registro e di bollo sulla risoluzione e sulle proroghe del contratto di locazione...»

    Provvedimento del 7 aprile 2011 del Direttore dell'Agenzia delle Entrate, punto 1.2:
    «L’opzione può essere esercitata relativamente a ciascun immobile ad uso abitativo locato per finalità abitative e relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione

    Gli immobili locati accatastati A10 non possono essere soggetti al regime della cedolare secca in quanto si tratta di studi ed uffici e dunque non sono immobili ad uso abitativo.
     
    A Tapinaz piace questo elemento.
  7. Clematide

    Clematide Membro Attivo

    Anch'io, come chi mi ha preceduto, ritengo che non sia da considerarsi preclusa la possibilità, nel caso specifico, di applicare la cedolare secca al canone di locazione derivante da una unità immobiliare locata congiuntamente ad un laboratorio per arti e mestieri, in quanto quest'ultimo, sebbene accatastato nella categoria C/3, di fatto verrà utilizzato dal locatario ad uso autorimessa privata (C/6). In altre parole - perlomeno per l'Ufficio del Registro -quello che conta davvero è l'utilizzo effettivo del bene posto a servizio dell'abitazione principale. Il riferimento di cui al punto 1.2 del provvedimento del 7 aprile scorso, non pone alcuna limitazione né sul numero delle pertinenze locate, né sulla loro categoria catastale di appartenenza.
    Quanto poi al fatto che possano aderire alla cedolare anche le pertinenze, solo se ricomprese in un atto unitario, beh...io aspetterei chiarimenti da parte delle Entrate. Gli Uffici del Registro del Veneto e del'Emilia-Romagna sono completamente divisi su questo punto: alcuni funzionari del Registro, interpretando alla lettera l'art.3 del Dlgs. 23/11, impongono la redazione di un atto unico che comprenda sia l'abitazione che la pertinenza; altri, consentono la redazione, in tempi diversi, di contratti disgiunti; altri ancora equiparano il contratto per l'autorimessa di pertinenza dell'immobile principale a contratto commerciale non assoggettabile all'imposta sostitutiva, infine ci sono quelli che pretendono che il garage o il magazzino (di categoria C) sia ricompreso nella planimetria/foglio catastale dell'abitazione (di categoria A)!!!! Su questo punto, e su molti altri altri, sarebbe quanto mai opportuno un chiarimento dell'Agenzia delle Entrate.
     
    A Tapinaz piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina