• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

#1
Buonasera, contratto fatto lo scorso anno optando per la Cedolare Secca. Prima annualità successiva, non si paga la tassa di registrazione ma si deve per caso fare qualche comunicazione all' Agenzia delle Entrate o altro? aie
Grazie
 

merlo

Membro Attivo
#5
approposito di cedolare secca!
..... credo che pochi sanno che quanto è dovuto all'Agenzia delle Entrate, come cedolare secca, non è recuperabile dal 60% per lavori di ristrutturazione. Pertanto, anche se avanzi soldi dallo stato perchè hai fatto lavori di ristrutturazione, dopo che hai azzerato l'IRPEF, l'ammontare della cedolare lo devi pagare .
Il legislatore non ha detto o reso noto, l'ha solo scritto , che quanto dovuto come cedolare non entra in nessuna forma di detassazione.
Come sempre , le cose positive le dicono con il megafono, quelle negative le devi scoprire da te, magari quando è troppo tardi.
Comunque, chi ha recupero 60% per lavori di ristrutturazione conviene uscire dalla cedolare secca, cosi recupera l'imposta.
Ciao. Merlo
 
#6
ESATTO! il telematico non è un obbligo!

dal sito dell'Agenzia

Scheda informativa
Il contratto di locazione può essere registrato:
  • utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia, modalità obbligatoria per gli agenti immobiliari e i possessori di almeno 10 immobili, facoltativa per tutti gli altri contribuenti, purché abilitati ai servizi telematici
  • richiedendo la registrazione in ufficio; in questo caso è necessario recarsi presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate e compilare il modello RLI
  • incaricando un intermediario abilitato (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.) o un delegato.
I nuovi contratti di locazione devono contenere una clausola con la quale il conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, sull’attestazione della prestazione energetica dell'edificio (APE). La copia dell'APE deve essere, inoltre, allegata al contratto, fatta eccezione per i casi di locazione di singole unità immobiliari (Dl 145/2013)
 
#7
..... credo che pochi sanno che quanto è dovuto all'Agenzia delle Entrate, come cedolare secca, non è recuperabile dal 60% per lavori di ristrutturazione.
In realtà è abbastanza noto, basta pensare che non è reddito IRPEF. Non solo i lavori di ristrutturazione, dal reddito da cedolare secca non si può detrarre proprio niente, spese sanitarie, erogazioni liberali, detrazioni per figli minorenni, funerali... Ciascuno deve fare bene i conti con le proprie entrate prima di decidere se optare per la cedolare o no.
 
#10
Buonasera a tutti. Io ho finora affittato con regime ordinario, faccio un es. se affitto il monolocale a 400.- euro + 100.-- spese. Nel regime fiscale ordinario pago l'IRPEF
su 4'800.--. Con la cedolare secca pagherei sull'importo comprensivo delle condominiali, cioè su 6'000? E' l'unico reddito in Italia, non faccio mai aumenti Istaat, ed è anche un'eccezione che i contratti durino 4 anni, se pensiamo alle deduzioni, ho solo quelli della manutenzione straordinaria (divisibili a metà e rimborsati in piccole rate su 10 anni...). La tassazione ordinaria è del 23% + addizionali regionali e comunali (non conosco quella di Milano centro) +imposta bollo e registro. Come si fa
a passare dall'una all'altra? Grazie.
 

Nemesis

Membro Storico
#11
se affitto il monolocale a 400.- euro + 100.-- spese. Nel regime fiscale ordinario pago l'IRPEF
su 4'800.
No. Paghi l'IRPEF su 4.800 euro * 0,95 (95% del canone annuo che risulta dal contratto di locazione).
Con la cedolare secca pagherei sull'importo comprensivo delle condominiali, cioè su 6'000?
No. Pagheresti la cedolare secca su 4.800 euro (100% del canone annuo che risulta dal contratto di locazione).
se pensiamo alle deduzioni, ho solo quelli della manutenzione straordinaria
Hai una detrazione (dall'imposta), non una deduzione (dal reddito).
Come si fa a passare dall'una all'altra?
Se decidi di avvalerti della cedolare secca hai l’obbligo di comunicarlo preventivamente al conduttore con lettera raccomandata, con la quale comunicherai tale intenzione (che avrà effetto a partire dall'annualità contrattuale successiva), con la tua rinuncia alla facoltà di chiedere l’aggiornamento del canone, anche se era previsto nel contratto, incluso quello per adeguamento ISTAT.
L'esercizio dell'opzione dovrà essere comunicato entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità precedente all'ufficio dell'Agenzia delle entrate, utilizzando il modello RLI. Cioé entro il termine in cui avresti dovuto versare l'imposta di registro per la nuova annualità (sempre che non avessi optato per pagarla in unica soluzione per l'intera durata del contratto).
 
#12
Grazie Nemensis, piacere di ritrovarti. Sto cercando di affittare, spero a partire dal 1. dicembre. Ormai l'altro contratto è stato interrotto a fine estate. Il contratto sarebbe scaduto a fine ottobre 2018. Mi rendo conto quindi che sarebbe sempre stato meglio pagare la cedolare secca, o sbaglio? Oltretutto meno corse e scadenze da rispettare. Sono sempre stata sconsigliata asserendo che ne vale la pena solo quando si hanno altri redditi e redditi più elevati ... Ti ringrazio ancora e auguro una buona serata.
 
#14
Sono sempre stata sconsigliata asserendo che ne vale la pena solo quando si hanno altri redditi e redditi più elevati ..
Direi che soprattutto dipende se tu hai delle detrazioni da far valere oppure no. Per esempio una persona che percepisce un reddito saltuario e basso ma ha un bimbo piccolo (con le alte detrazioni connesse), spese sanitarie, lavori di ristrutturazione... e percepisce un affitto, ha convenienza a tenere l'affitto come reddito IRPEF, quindi non a cedolare secca, così può far valere le detrazioni. Con la cedolare secca non può far valere le detrazioni sul reddito dell'affitto e non ha abbastanza capienza IRPEF per usarle. Purtroppo ogni caso è a sè, legato ai propri numeri delle entrate e delle detrazioni. Io una volta per capire cosa conveniva a una figlia ho usato il programma per il calcolo dell'Unico mettendo dentro le due opzioni: in quel momento per lei era conveniente non usare la cedolare secca (bimbo sotto ai tre anni, spese sanitarie...). Impossibile dare consigli non conoscendo tutti i dati... Anche tu puoi provare a fare una simulazione
 

basty

Membro Storico
#15
Sul reddito tassato in cedolare secca non puoi fare detrazioni legate a spese straordinarie di manutenzione.
Quindi se questo introito da locazione è l'unico tuo reddito in Italia, economicamente forse ti conviene scegliere la tassazione ordinaria (IRPEF). Ma se vivi all'estero e vuoi semplificare gli adempimenti, con la Cs qualcosa elimini.
 
#18
(redditi, deduzioni e detrazioni)
...che poi, come sempre, si ragiona per come sono le regole oggi senza conoscere quelle di domani e questa è una complicazione non da poco. Deduzioni e detrazioni verranno mantenute? Per cosa? In che misura? Ci vorrebbe la sfera di cristallo. Comunque al momento non si può che fare la simulazione sull'esistente.
 
#20
Non pensavo solo alle ristrutturazioni. Era un discorso in generale. Per esempio per pochi anni sono state detraibili le spese per l'abbonamento ai mezzi pubblici, poi più... Ora sono detraibili o deducibili donazioni alle Onlus, Ong e varie. Lo resteranno? L'elenco delle spese sanitarie, per sè o per altri, detraibili è lunghissimo, le spese per l'assistenza familiare, per i mutui, per i funerali... Sono tante le pagine delle istruzioni dell'Unico legate a questo tema. Resteranno? Avevo capito, per esempio, che con la flat tax (di cui per ora non si vede l'ombra se non per una platea limitata) le detrazioni sarebbero sparite. Restiamo in attesa... però dubito molto che le detrazioni cui potremo far ricorso l'anno prossimo saranno le stesse di quest'anno.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto