• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

iurisna

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
salve a tutti,
ho un dubbio:
quasi tre anni io e mio padre abbiamo sciolto l'usufrutto che c'era tra noi, io come nudo proprietario e mio padre quindi come usufruttuario a vita.
Questo a dire il vero anche perchè poco prima era stata intrapresa una causa contro mio padre e per evitare che potessero fare qualcosa contro di lui abbiamo preferito subito cancellare quest'usufrutto.

Ora mi domando la causa è quasi finita, si aspetta la sentenza del giudice, ma a prescindere domando: quanto tempo/anni devono passare acchè non possano più far nulla sull'usufrutto che aveva mio padre?
Vi dico anche che ho consultato due avvocati: uno mi dice per due anni( e quandi se mio padre perdesse starei tranquillo) un altro mi ha detto 5 anni...

a questo punto non so che pensare.
Grazie.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Anch'io so che la prescrizione dei debiti avviene dopo 5 anni. Io, professionista, dopo 5 anni perdo ogni diritto sulle mie prestazioni svolte.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Vi dico anche che ho consultato due avvocati: uno mi dice per due anni( e quandi se mio padre perdesse starei tranquillo) un altro mi ha detto 5 anni...
se la richiesta di pagamento è anteriore alla rinuncia dell'usufrutto se tuo padre viene condannato la parte vincitrice può chiedere l'annullamento dell'atto e pignorare la rendita dell'usufrutto fino al soddisfacimento del debito paterno.
 

iurisna

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
se la richiesta di pagamento è anteriore alla rinuncia dell'usufrutto se tuo padre viene condannato la parte vincitrice può chiedere l'annullamento dell'atto e pignorare la rendita dell'usufrutto fino al soddisfacimento del debito paterno.
In effetti la causa nella quale il terzo chiede la somma x da mio padre è antecedente la rinuncia all usufrutto...ma pignorati poi cosa comporterebbe visto che nella casa di cui io ho la nuda proprietà ci abito anche con mia madre e mio fratello?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
ma la prescrizione sulle prestazioni di professionisti è genericamente di 3 anni.....vedi tabella
Parlando con l'avvocato si è sempre parlato di 5 anni o perlomeno questo ricordo. Però leggendo l'articolo che hai inviato, mi hai fatto sorgere un dubbio.
Comunque le bollette vanno in prescrizione dopo 5 anni, la dichiarazione di successione non subisce sanzioni se sono trascorsi 5 anni dal termine per la sua presentazione.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
poi cosa comporterebbe visto che nella casa di cui io ho la nuda proprietà ci abito anche con mia madre e mio fratello?
Comporta che dovreste corrispondere il corrispondente dell'usufrutto fino all'esistenza dell'usufruttuario, che eventualmente va calcolato.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Quoto quanto detto da @Luigi Criscuolo ...non si confonda la prescrizione del "diritto" ad un pagamento di prestazione professionale con il pagamento stabilito da una sentenza.

La "prescrizione" si è fermata nel momento stesso in cui si è iniziata la "causa".
 

Franz

Membro Attivo
Impresa
Parlando con l'avvocato si è sempre parlato di 5 anni o perlomeno questo ricordo. Però leggendo l'articolo che hai inviato, mi hai fatto sorgere un dubbio.
Comunque le bollette vanno in prescrizione dopo 5 anni, la dichiarazione di successione non subisce sanzioni se sono trascorsi 5 anni dal termine per la sua presentazione.
dato che parlavi con un avvocato, ti posso dire che la prescrizione delle loro parcelle sono 2 e non una sola

1)prescrizione presuntiva 3 anni
se per 3 anni l'avvocato non reclama le parcelle, subentra la prescrizione presuntiva...a quel punto è l'avvocato a dover dimostrare di non essere stato pagato, e se ti cita in giudizio, e se tu affermi che l'avevi pagato in contanti, facilmente vinci la causa e nulla devi all'avvocato

2)prescrizione estintiva 10 anni
quando l'avvocato dimostra che delle parcelle non sono state pagate, allora subentra la prescrizione estintiva
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
e se tu affermi che l'avevi pagato in contanti, facilmente vinci la causa e nulla devi all'avvocato
Ciò potrà forse valere per parcelle con valore inferiore ai "limiti di tracciabilità".
In ogni caso è preferibile avere delle ricevute che comprovino un pagamento "in contanti".
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Probabilmente hai ragione, ma mi riservo do parlare con il mio legale, perché anche di recente mi è capitato un caso simile.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
se tu affermi che l'avevi pagato in contanti, facilmente vinci la causa e nulla devi all'avvocato
ora non si può più se lo fai sei colpevole quanto chi si fa pagare in "nero".
Ed anche prima non era così facile provare di aver pagato in contanti dovevi dimostrare di aver prelevato tale somma.
Alla stessa stregua un avvocato può registrare una fattura (che gli rimarrà impagata) e dire di averla consegnata "brevi manu" in attesa del pagamento. Tutti i professionisti devono aver il riscontro tra le fatture emesse e il versamento sul c/c che deve usare solo per lavoro.
 
Ultima modifica:

iurisna

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
scusate però alcuni di voi stanno rispondendo a cose non pertinenti...
ritornando al post originale...
leggendo alcune vostre risposte e cercando in rete è chiaro che il creditore può rifarsi sul debitore entro 5 anni e quindi può far annullare la cessazione dell'usufrutto .
Il quesito principale è chiuso.

Ora però mi sovviene un altro dubbio:
la casa su cui c'era l'usufrutto e di mia proprietà è in affitto con contratto di affito transitorio rinnovato ogni anno ma la residenza la tengo a casa di mia madre con cui vivo insieme a mio padre e mio fratello...

Quindi che può succedere?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
la casa su cui c'era l'usufrutto e di mia proprietà è in affitto con contratto di affito transitorio rinnovato ogni anno ma la residenza la tengo a casa di mia madre con cui vivo insieme a mio padre e mio fratello...
usufrutto significa godere dei frutti prodotti da un bene.
L'usufruttuario della casa era tuo padre e , in virtù di questo diritto reale PERSONALE, solo lui poteva sottoscrivere un contratto d'affitto della casa di cui tu avevi non la piena proprietà ma la nuda proprietà: che è una cosa differente.
Piena proprietà = Nuda proprietà + Usufrutto sulla proprietà.
Tu praticamente ti sei intascato i frutti generati dall'appartamento che invece spettavano, per legge, a tuo padre.
Quindi a maggior ragione se i creditori vengono a sapere che tuo padre ha rinunciato all' usufrutto di una casa affittata a terzi, mi dispiace per tuo padre, ma lui è una alice fritta perché la sua rinuncia è un palese atto di sottrarsi al pagamento dei suoi debiti. Per cui verrà chiesto l'annullamento dell'atto ed i soldi dell'affitto andranno ai creditori fino al saldo del debito (a meno che tuo padre non ci lasci durante l'estinzione del debito perché l'usufrutto è un diritto reale legato all'esistenza in vita della persona).
 

iurisna

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
scusate però alcuni di voi stanno rispondendo a cose non pertinenti...
ritornando al post originale...
leggendo alcune vostre risposte e cercando in rete è chiaro che il creditore può rifarsi sul debitore entro 5 anni e quindi può far annullare la cessazione dell'usufrutto .
Il quesito principale è chiuso.

Ora però mi sovviene un altro dubbio:
la casa su cui c'era l'usufrutto e di mia proprietà è in affitto con contratto di affito transitorio rinnovato ogni anno ma la residenza la tengo a casa di mia madre con cui vivo insieme a mio padre e mio fratello...

Quindi che può succedere?
Scusami ma mi sono espresso male, il contratto d affitto era a favore di mio padre ed era lui a goderne i frutti. Tre anni fa abbiamo tolto l usufrutto a causa iniziata ma solo per convenienza economica mia per poter prendere io il fitto visto che il lavoro scarseggia. Quindi succede sempre quello che hai detto anche se è la mia prima ed unica casa di proprietà?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Tre anni fa abbiamo tolto l usufrutto a causa iniziata ma solo per convenienza economica mia per poter prendere io il fitto visto che il lavoro scarseggia.
questo, ai fini processuali, non giustifica la mossa che essendo stata compiuta dopo la richiesta di risarcimento viene interpretata come una deliberata azione di sottrarsi al pagamento dei debiti.
 

iurisna

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
questo, ai fini processuali, non giustifica la mossa che essendo stata compiuta dopo la richiesta di risarcimento viene interpretata come una deliberata azione di sottrarsi al pagamento dei debiti.
Quindi in definitiva se pignorano l usufrutto questo va o al creditore di mio padre o a un altro che se lo compra dalla vendita e io perdo il fitto per causa del debito di mio padre?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
io perdo il fitto per causa del debito di mio padre?
e cosa vorresti? il fitto originariamente era di tuo padre. Il rinunciare all'usufrutto fruttifero, sopratutto come in questo caso, è da considerarsi una mossa per non pagare i debiti. Tuo padre ha un debito e lo deve pagare. tutte le mosse per rendere il debitore nullatenente se effettuate dopo la presentazione del Decreto Ingiuntivo se scoperte dal giudice saranno annullate.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Scusate l'ignoranza , ma a seguito di una richiesta mutuo e di attesa delibera, oggi il direttore mi ha detto che il mutuo è in delibera ... sapete esattamente cosa significa
Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
Alto