1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mega

    mega Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Alla morte dei miei genitori con mia sorella abbiamo ereditato diversi beni. C'e' un locale commerciale ereditato al 50 % che dovremmo affittare. Io vorrei che l'affitto lo percepisse solo lei ma non dovrebbe andare a gravare sul mio reddito. Puo' stipulare solo lei il contratto ed incassare l'affitto e pagare solo lei le tasse?
    In alternativa potrei cederle il mio 50%, ma come? La donazione e' esclusa per gli eredi che potrebbero impugnare ed un atto di vendita peraltro fittizio ci costerebbe molto.
    Qualcuno mi puo' dire a quanto potrebbe ammontare la spesa del rogito per un locale c1 con rendita catastale di euro 916.92 e valore catastale di euro 16.368 e se ha un idea per districare questa matassa? Il realta' per il momento e' importante che lei possa affittare e incassare ma senza gravare su di me.....
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Ciao mega
    Purtroppo fiscalmente gli utili e le spese sono a carico di chi ne detiene la proprietà, quindi mi pare che non hai soluzioni se non la vendita della tua quota a favore suo.
    Ciao salves
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Oppure risparmia le spese per gli atti e fatti dire ogni anno dal tuo commercialista quanto in soldoni ti è costato in tasse quel 50% che hai percepito solo virtualmente.
    Stabilita una cifra, fattela rimborsare da tua sorella.:daccordo:
     
  4. mega

    mega Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    il problema e' che percependo gia' altri 2 affitti con quel 50% virtuale salgo vertiginosamente di scaglione pagando una cifra assurda di tasse che non voglio far pagare a mia sorella. Contemporaneamente, pero', non ci va neanche di buttare soldi dal notaio per una vendita fittizia.
    Comunque stamattina sono andata ad informarmi all'agenzia delle entrate. Mi hanno detto che mia sorella potrebbe da sola intestarsi il contratto, percepire con bonifico l'intera somma dell'affitto e pagarci l'IRPEF.
    In un eventuale controllo potremmo dimostrare che comunque le tasse vengono pagate per intero da lei ecc.
    ma mi chiedo se sarebbe regolare.......magari facendo stilare il contratto da un avvocato con una clausula che specifichi la mia rinuncia? Anche perche' non credo che un solo proprietario possa fare il contratto visto che l'altro potrebbe non esserne al corrente......
     
  5. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao,
    io gli farei un contratto di comodato d'uso gratuito della mia parte, senza scadenza, con possibilità di affittare, da registrare all'AdE del costo di € 170,00 circa.
    Naturalmente mi farei retrocedere le tasse relative all'immobile (IMU, . . . .).
    Questo lascerebbe le cose come vuoi tu con il minimo costo.
    In alternativa, prima o poi va comunque fatto, potresti procedere alla divisione presso un notaio e lasciare a lei l'immobile in questione.
    Nella speranza di esserti stato utile ti saluto.
    Luigi
     
  6. mega

    mega Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per il consiglio, credo che per il momento potrebbe essere una soluzione. Prossimamente mia sorella lo venderaì a quel punto io firmero' rinunciando alla mia parte.
     
  7. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Alla momento della vendita non so se puoi rinunciare alla tua parte, la vedo dura soprattutto considerando che se si vende qualcosa ad un valore inferire al valore catastale scattano subito gli accertamenti e vengono richieste ulteriori "tasse" (e forse neanche il notaio ha la formula da inserire nell'atto . . . ).
    Credo che la cosa migliore sia che tu vendi insieme a tua sorella e poi regali l'importo ricevuto tramite assegno o bonifico a tua sorella la quale, ad una possibile richiesta dell'erario (o simili) di spiegazioni sulla somma di denaro avuto, potrà spiegare che viene da una donazione della sorella a seguito di una vendita di immobile.
    Luigi
     
  8. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    In caso di vendita mi sembra una buona opzione:ok:

    per l'affitto chiedi al tuo commercialista se puoi fare così:

    Stipula con tua sorella un contratto di mandato per amministrare la tua metà dell'immobile, dandole pieni poteri decisionali e di firma per quanto riguarda la gestione e con la clausola che i costi della suddetta gestione sono a suo completo carico.
    Per questo lavoro riconoscile come compenso la tua quota di entrate dagli affitti.
     
  9. mega

    mega Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    forse mi sono espressa male, ma intendevo dire che all'atto dell'eventuale vendita potrei "regalare" direttamente i sildi a mia sorella con tanto di preciso riferimento nell'atto oppure posso in un secondo momento farle un bonifico; ma visto che per il momento non si riesce a vendere ci interessa che quantomeno produca un reddito senza gravare su di me.
    Ciao Monica
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina