1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    Mi sorge un dubbio... la madre di mia moglie è straniera ed ogni anno viene a trovarci. Il primo anno ho fatto la cessione di fabbricato ma poi visto che non si annota la durata ma solo quando entra l'ospite ho pensato che non avesse una scadenza.

    Secondo voi?
     
  2. simo

    simo Ospite

    Secondo me devi rinnovarla, inquanto la permanenza non è continuativa ma si interrompe, tieni presente che è da presentare solo se il periodo di ospitalità supera i 30 giorni.
     
  3. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    E' vero, ma mettiamo che ci sia un controllo, la polizia bussa e mi chiede: dov'è l'ospite? ed io: E' tornata al suo paese.
    E fin quì tutto a posto.
    Poi tornano quando riospito mia suocera e mi chiedono: Hai fatto la cessione? ed io: Si, andate a controllare.
    Ed anche quì tutto a posto visto che non ha una scadenza.

    Mhhhh... misteri della legge italiana. :???:
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    1) due variabili : straniero comunitario o extra
    2) due variabili : cessione ad uso eslusivo o dichiarazione di ospitalità (se nella casa da te abitata)
    In ogni caso :
     
    A Allen piace questo elemento.
  5. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    :risata: :risata: :risata:
    Grazie mi hai strappato una risata.
     
  6. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    Quando si ospita uno straniero senza cedere in via esclusiva un immobile, locali o altra abitazione, si deve comunque entro 5 giorni comunicare all'autorità di PS l'ospitalità dello straniero, se non ricordo male L. 40/98.
    Ovviamente lo straniero non permane e, una volta trascorsi i tre mesi, deve rimpatriare. Quando ritorna in italia, si deve presentare una nuova dichiarazione di ospitalità. La stessa cosa con la cessione fabbricati (legge del 1977 non ricordo il numero) per cessioni superiori a 30 giorni. La ratio della legge (nata dopo il sequestro Moro), è rendere chiaro chi, da un determinato momento, ha la disponibilità esclusiva di un immobile. Ovviamente se straniero, la disponibilità decade al momento della partenza, al massimo pari al periodo massimo concesso per la permanenza nel territorio, con necessità di rinnovare la cessione nel momento del reingresso e della nuova cessione. Non si può nemmeno dire che lo straniero non se ne è mai andato perchè in quel caso avrebbe dovuto chiedere il permesso di soggiorno. In caso di controlli, scaduto il primo periodo di legge, c'è immigrazione clandestina con denuncia e reimpatrio.

    Se la polizia bussa e chiede se c'è lo straniero e lo trova, non chiede la cessione fabbricati ma la dichiarazione di ospitalità. In mancanza si applicano le stesse sanzioni per la mancata cessione fabbricati, circa 250 euro oltre al rischio di incorrere nei vari reati previsti dall'attuale legge sull'immigrazione se extracomunitario.
     
    A Allen piace questo elemento.
  7. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    No, non dico che non se ne è mai andato ma che semplicemente la cessione di fabbricato l'ho già fatta, anche 20 anni fa, non ha comunque una scadenza. In questo mi sembra che la legge italiana sia deficitaria.

    Grazie per le indicazioni, ci stiamo avvicinando alla meta.
     
  8. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    Ma non ho ancora capito se si tratta di cessione di fabbricato o se il cittadino straniero lo ospiti. Se lo ospiti in casa tua, in locali anche ben definiti ma in cui puoi accedere direttamente, non occorre alcuna cessione di fabbricato ma solo la comunicazione, fatta entro 5 giorni dall'arrivo del cittadino straniero, ogni volta che inizia l'ospitalità. Se hai fatto una cessione fabbricato, vuol dire che hai ceduto locali in cui tu, dal momento della cessione fabbricati, non puoi accedere senza il consenso della persona a cui hai ceduto i locali. E' un discorso di responsabilità in merito a quanto accade nei locali. Fino a che non c'è una nuova cessione fabbricati su quei locali o una qualunque altra situazione che ne determina la fine naturale, tipo il termine di un contratto di locazione, è responsabile il cessionario per tutto quanto vi accade, presente in italia o meno.
    Questo se vuoi essere in regola. Poi puoi ospitare chi vuoi quanto vuoi ma per le conseguenze devi sperare di non incappare mai in controlli, non solo a casa, ma anche quando lo straniero è fermato per strada e gli viene chiesto dove abita (straniero che sempre deve avere con sè un documento di identità per non essere denunciato penalmente, indipendentemente dalla legittimità o meno della permanenza sul territorio nazionale).
     
  9. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L'art. 7, D.lgs. n. 286/98 così recita: "chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza".

    :daccordo:
     
  10. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    giusto. Non ricordo la normativa precisa. A volte mi è capitato però di vedere sanzionare dall'autorità locale di PS (nello specifico vigili urbani) persone che hanno provveduto, in occasione di cessione di fabbricati a stranieri, a fare la sola cessione fabbricati, quella prevista entro le 48 ore e non ripresentare la dichiarazione, identica, per gli stranieri che mi sembra, se non erro, avere una scadenza diversa. Questa normativa fa riferimento non tanto all'uso dei locali, quanto alla presenza di cittadini extracomunitari in italia. Domani sera potrò confermare o meno con più precisione quanto qui detto, con i riferimenti precisi.

    Aggiunto dopo 34 minuti :

    anzi ho trovato i riferimenti già ora. Per la cessione fabbricati, mi riferisco all'art. 12 D.L. 59/78 che impone il termine perentorio delle 48 ore "La denuncia di cessione fabbricato è una pratica burocratica il cui onere e responsabilità cade tutta sul proprietario. Lo stesso, quando affitta o vende o comunque decide di cedere un immobile è obbligato a fare la denuncia in questura entro 48 ore dalla cessione. La comunicazione deve essere presentata, mediante modulo, presso la Questura o il Commissariato di Pubblica Sicurezza oppure spedita per posta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno." Art. 12 del D.L. 21.3.1978, n. 59, convertito in legge 18.5.1978, n. 191.
    Per gli stranieri, vige inoltre la Legge 28 maggio 2007, nr. 68 in base al quale sono statuite le modalità di presentazione della "dichiarazione di presenza resa dagli stranieri (ex schenghen) per soggiorni di breve durata per visite, affari, turismo e studio", dichiarazione che va resa entro 8 giorni.
    Sempre per gli stranieri , si può ritenere che la cessione fabbricati prevista dalla L. 191/78 sia sostituita dalla più completa comunicazione prevista dall'art. 12 del D.L. 21.3.1978, n. 59, convertito in legge 18.5.1978, n. 191. Questa però non fa verire meno, qualora ne ricorrano i presupposti, la comunicazione ed L. 68/2007 con il termine di otto giorni e non , come erroneamente indicato in precedenza da me, cinque giorni.
    Riassumendo, se lo straniero arriva in italia per brevi periodi, entro 8 giorni deve comunicare la sua presenza e questo ogni volta che arriva. Se in tale occasione viene ospitato da italiani o se prende in affitto locali o li acquista, l'italiano cedente deve entro 48 ore comunicare la cessione fabbricati (o ospitalità se ospita).
    Come detto sopra, alcuni uffici richiedono sia la cessione fabbricati ex L. 191/78 che la comunicazione ex L. 68/2007 a firma dell'ospitante/cedente. Lo straniero poi dovrà comunque entro 8 giorni dichiarare la sua presenza (all'ufficio stranieri di questura o commissariati).
    In caso di inosservanze di quanto previsto dalle L. 191/78 e 68/2007 ci sono sanzioni amministrative ed eventualmente, per la seconda ipotesi se lo straniero è clandestino, può essere contestato il favoreggiamento all'immigrazione. E' previsto anche, malgrado ad oggi solo in casi rari ed eccezionali sia stato fatto, che il proprietario di casa che affitta al clandestino, si vede confiscare la casa. Spero di essere stata più precisa e utile.
     
  11. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    L'ultima pagina della "Comunicazione di cessione fabbricato" scaricabile dal sito della Polizia così recita:

    Art. 12 del D.L. 21.3.1978. n. 59 convertito in legge 18.5.1978 n. 191
    Chiunque cede (a) la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente, per un periodo superiore a 1 mese, l’uso esclusivo di un fabbricato o parte di esso, ha l’obbligo di comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza, entro 48 ore dalla consegna (b) dell’immobile (c), la sua esatta ubicazione nonché le generalità dell’acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene, e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento che il cedente deve richiedere al cessionario (d).


    Ho sottolineato "parte di esso", quindi si riferisce ad un affitto di una camera, oppure a titolo gratuito una camera, cioè un ospite.

    Mhhh... sempre più disorientato. Io per sicurezza farei entrambi.
     
  12. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sottolineo "l'uso esclusivo". L' ospite non ha un uso esclusivo. :daccordo:
     
    A Allen piace questo elemento.
  13. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    Condivido con maidealista. L'uso deve essere esclusivo. Per l'uso esclusivo di una parte di fabbricato, si può intendere, per esempio, anche un garage. Anche per la cessione ad uso esclusivo di un solo garage, è necessaria la cessione fabbricati. Non è necessario che uno ci abiti ma che ne faccia uso in via esclusiva.
     
  14. Allen

    Allen Nuovo Iscritto

    Che poi questa cessione di fabbricato è quasi inutile è un altro discorso. Un volta andai dai vigili per farne una, avevano appena chiuso e mi chiesero di tornare il giorno dopo ed io preoccupato perchè scadevano le 48 ore chiesi se non potevo comunque lasciare il modulo. Mi risposero che di moduli che giaciono ancora in magazzino ce ne erano tanti, di non preoccuparmi. E ci credo pensate ad inserire tutti i dati delle cessioni di tutta italia sui computer, dovrebbero fare un corpo di polizia apposta. Mi chiedo quanto sarebbe più facile per tutti se si potessero inserire, per esempio, su di un sito (ovviamente con accesso tramite password che ti identifica).
    Avete visto quanto è utile invece il sito dell'Agenzia delle Entrate? Si può fare la registrazione, il rinnovo o la cessazione di un contratto di locazione senza fare più file.
    Un saluto.
     
  15. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    i vigili non fanno gli inserimenti. Trasmettono i moduli alla questura di competenza che provvede poi a fare gli inserimenti nella banca dati delle forze di polizia. L'inserimento è dovuto e deve essere tempestivo, se poi i vigili non lo sanno è un altro conto. Nelle questure c'è un ufficio apposta che fa gli inserimenti, poi può sempre capitare che per carenze di personale tutto rimanga negli scatoloni, ma non è la regola. Inoltre tutte le cessioni devono essere registrate su un registro cartaceo ovviamente con data progressiva, così si ha un doppio controllo.
     
  16. Cio

    Cio Membro Attivo

    L'articolo 344 della Finanziaria 2005 prescrive testualmente: "La presentazione per la registrazione degli atti di cessione di cui all'art. 12 del DL 59/1978 TIENE LUOGO della comunicazione di cui al medesimo articolo 12".
    Questo non significa che in caso di registrazione entro 30 gg del contratto di locazione la comunicazione di cessione di fabbricato non è più dovuta dal cedente? Questo almeno dovrebbe valere per i cittadini comunitari, mentre per gli altri rimane in vigore la disciplina specifica che obbliga ancora il cedente ad effettuare la comunicazione ?
     
  17. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se la registrazione avviene per via telematica.
    Utile approfondimento :
    Nuove modalità per comunicare la cessione di fabbricato FiscoOggi
    :daccordo:
     
    A Allen piace questo elemento.
  18. Cio

    Cio Membro Attivo

    Molto interessante il link, ti ringrazio.
    la procedura telematica è più semplice, peccato però che si possa utilizzare solo nel caso di cessionari comunitari, perchè per quelli extracomunitari valgono ancora le norme ex Dlgs 286/98 ovvero obbligo di comunicazione presso la Autorità di Pubblica Sicurezza, entro 48 ore.

     
  19. annamaria66

    annamaria66 Nuovo Iscritto

    interessante il link anche se non sono sicura che sia già attuato. Infatti l'articolo è stato pubblicato nel 2005. Ho a che fare con diverse agenzie immobiliari e purtroppo noto che tutti presentano la cessione fabbricati all'autorità di PS. Sarei molto grata a chiunque mi voglia dare dei riferimenti pratici sulla comunicazione di cessione fabbricati fatta direttamente all'Agenzia delle Entrate, intendo dire qualcuno che già l'ha fatto e dove, con interessamento di quale Agenzia delle Entrate. Purtroppo in Italia troppe sono le innovazioni legislative che si scontrano con l'impossibilità di metterle in pratica. Mi riferisco per esempio alle "schedine alloggiati" che ogni albergatore deve trasmettere all'autorità di PS entro la mezzanotte per i nuovi ospiti negli alberghi. Cito questo esempio perchè da ben 10 anni è previsto che gli albergatori, debitamente autorizzati, effettuino gli inserimenti direttamente. Purtroppo solo due o tre provincie in tutta Italia sono abilitate, ad oggi, a livello sperimentare. Non vorrei che sia successa la stessa cosa per le cessioni fabbricati. Rimango in attesa di notizie.
     
  20. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Incredibile :triste::

    Domanda: E’ vero che la dichiarazione di cessione fabbricato può essere trasmessa anche in via telematica all’Agenzia delle Entrate? Risposta: L’articolo 1, commi 344 e 345 della legge 311/2004, Finanziaria 2005, aveva previsto che il cedente potesse compilare, in formato elettronico, la comunicazione di cessione del fabbricato inoltrandola, con modalità telematiche, all’Agenzia delle Entrate. Senonché, l’articolo 4 del successivo Dl 14 marzo 2005, n. 35 — convertito in legge 14 maggio 2005, n. 80 — ha stabilito che all’articolo 1, comma 344, legge 311/2004 deve essere aggiunto il seguente periodo: «Le predette disposizioni, e quelle contenute nel comma 345, si applicano a decorrere dalla data indicata nel decreto di approvazione del modello per la comunicazione previsto dal presente comma». Premesso quanto sopra la nuova modalità di trasmissione della dichiarazione di cessione fabbricato sarà attiva solo allorché il Ministero dell'Interno e l'Agenzia delle Entrate avranno approvato il modello telematico della comunicazione, per ora ancora non disponibile.
    Da :
    Polizia di Stato - Questure sul web - Bologna
    :daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina